🔴 M6: cambia il tracciato della METRO ROSA?

Un tracciato completamente diverso rispetto alle ipotesi iniziali. Ecco come potrebbe essere

Credits metromilano - Nuova M6

Nel finanziamento di oltre 700 milioni di euro per realizzare e progettare le future estensioni delle linee metropolitane milanese è compreso anche quello per lo studio della nuova M6, con un tracciato completamente diverso rispetto alle ipotesi iniziali. Ecco come potrebbe essere.

M6: il futuro tracciato della METRO ROSA?

# A Milano in arrivo 732 milioni di euro dal governo per prolungamenti e nuove linee metropolitane

Ph. danielemik (pixabay)

Il ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini ha confermato oggi 31 marzo 2022 l’approvazione dei finanziamenti per lo sviluppo e la progettazione di nuove linee o prolungamenti delle metropolitane in Italia.


A Roma con 1,7 miliardi e a Torino con 1 miliardo toccheranno la maggioranza delle risorse, a seguire Napoli con 749 milioni, Milano con 732 milioni e Genova con 419 milioni di euro. Queste risorse serviranno al capoluogo lombardo per finanziare:

  • la prosecuzione della M1 fino a Baggio-Olmi-Valsesia;
  • lo studio del prolungamento della M3 fino a Paullo;
  • l’estensione della futura M4 da Linate a Segrate nell’ambito della realizzazione del Milano East-Hub con la nuova stazione dell’alta velocità;
  • infine la futura M6 con un tracciato stravolto rispetto all’ipotesi originale.

Leggi anche: EAST HUB: le novità sulla PROSSIMA PORTA di INGRESSO di Milano

# L’ipotesi iniziale della metro rosa da Certosa a Ripamonti

Credits: contropiede.eu – Linea Rosa

Un cambiamento radicale. Il tracciato della futura M6 o metro rosa, che da Certosa avrebbe dovuto percorrere l’asse del Sempione passare per il centro e poi proseguire lungo via Ripamonti fino al comune di Noverasco, sarà completamente diverso



# Il nuovo tracciato della futura M6 andrebbe da sud-est a sud-ovest e potrebbe avere 12 stazioni con interscambi con M2, M3 e passante/circle line

Credits metromilano – Nuova M6

Il Comune di Milano ha richiesto infatti le risorse per studiare un percorso che invece di andare lungo la direttrice nord-sud, collegherà la zona di sud-est della città con quella di sud-ovest.

Nel tragitto, che è ancora da individuare con precisione e che conterebbe 12 stazioni, dovrebbe esserci un capolinea ad est a Ponte Lambro, per poi avere fermate alla futura Arena di Santa Giulia, nel quartiere di Morsenchio, a Zama intersecando il passante e la futura Circle Line, a Piazzale Cuoco e a Lodi T.I.B.B. con interscambio con la linea M3. 

La linea dovrebbe proseguire con ulteriori stazioni lungo viale Ortles, nel quartiere Fatima e nell’area tra via Ferrari e via Monte Sabini, incrociare la M2 a Piazza Abbitategrasso per terminare con la fermata nei pressi delle Cartiere Binda e infine fare capolinea ad ovest all’Ospedale San Paolo in zona Barona. 

A beneficiare di questa nuova riformulazione del tracciato sarebbe il Municipio 5 che da tempo chiede l’arrivo di una linea metropolitana per questa zona della città e soprattutto nuove fermate visto che ad oggi è presente solo quella di piazza Abbiategrasso sulla M2.

Leggi anche: M6: sarà questo il PERCORSO della nuova LINEA ROSA?

Continua la lettura con: PORTA TOKYO: in questa FERMATA della METRO si arriva in Giappone

FABIO MARCOMIN

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteSenza sorriso
Articolo successivoFine emergenza: sui MEZZI CAPIENZA al 100% e BASTA GREEN PASS 
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.

4 COMMENTI

  1. Bello sono riusciti a rovinare il progetto Certosa-Ripamonti, che avrebbe collegato al centro due zone oggi isolate e piene di macchine, con interscambi con tutte le linee principali, per creare una metro ancora più inutile della Lilla che collega due zone periferiche con interscambi scomodi. Bello spenderanno centinaia di milioni per avere un’altra linea deserta.

    • Molto meglio il progetto precedente…sicuramente per la zona 5 cambiato il nuovo è completamente inutile. Ma chi ha cambia deve essere lo stesso che ha riprogettato le fermate del 24

Comments are closed.