🛑 KENNEDY JR. sabato all’Arco della Pace. Ritratto di uno dei leader mondiali del MOVIMENTO FREE VAX

Chi è e che cosa ha fatto Robert Kennedy junior e perchè ha così tanto seguito nel mondo? 

Credits twitter Robert F. Kennedy Jr

Uno dei leader mondiali del movimento free vax terrà un comizio a Milano sabato 13 novembre. La nuova location è stata assegnata dopo il rifiuto di ottenere piazza del Duomo in seguito alle nuove disposizioni del governo per limitare le manifestazioni di protesta al di fuori dei centri storici.

Ma chi è e che cosa ha fatto Robert Kennedy junior e perchè ha così tanto seguito nel mondo? 


🛑 KENNEDY JR sabato all’Arco della Pace. Ritratto di uno dei leader mondiali del MOVIMENTO FREE VAX

# La missione di Children’s Health Defense, l’associazione fondata da Robert F. Kennedy Jr, che ha organizzato la manifestazione

Credits primamilano.it – Manifestazione Children Defense

Sabato 13 novembre Robert F. Kennedy Jr. parteciperà alla manifestazione organizzata dalla sua associazione Children’s Health Defense all’Arco della Pace. Dalle ore 15 sarà sul palco insieme a due dirigenti dell’organizzazione, Mary Holland e Senta Depuydt, per farsi portavoce della missione della Children’s Health Defense: tutelare e proteggere la salute dei bambini e degli adulti, difendere e promuovere il rispetto dei diritti umani, le libertà fondamentali e i principi di democrazia delle pratiche sanitarie, in particolare promuovendo il principio del consenso informato e la libertà di scelta terapeutica, la tutela del diritto alla privacy, la libertà e la trasparenza in ambito scientifico“.

# Una vita spesa in difesa dei diritti ambientali, storica la vittoria contro la multinazionale Monsanto, delle minoranze e dei diritti umani

Robert F. Kennedy Jr., figlio del senatore americano Robert F. Kennedy e nipote del presidente John F. Kennedy, è un avvocato ambientalista da sempre in prima fila nelle battaglie legali contro le aziende che inquinano.

Nel 1999 ha contribuito a fondare il gruppo ambientalista senza scopo di lucro Waterkeeper Alliance dedicato alla promozione di “vie d’acqua balneabili, adatte alla pesca e potabili, in tutto il mondo”. Numerose sono le cause vinte contro gli Stati americani, responsabili del mancato controllo sugli sversamenti di acque reflue e liquidi inquinanti nei corsi d’acqua e nell’oceano, e contro le multinazionali. In uno di questi contenziosi, ExxonMobil è stata costretta nel 2010 a ripulire decine di milioni di galloni di petrolio fuoriusciti dalle raffinerie di Newtown Creek e Brooklyn a New York.



Autore di dieci libri, inclusi due bestseller del New York Times, per oltre trent’anni è stato professore a contratto di diritto ambientale presso la Pace University School of Law.

Tra le sue storiche vittorie va ricordata quella contro la multinazionale Monsanto, e il suo prodotto Roundup accusato di essere cancerogeno, condannata a un risarcimento milionario. 

# Kennedy e il Covid: la lotta per avere più trasparenza sui farmaci, sugli effetti avversi e sui rapporti tra case farmaceutiche e media

Fondatore e presidente di Children’s Health Defense, che si occupa di sensibilizzare le persone sul tema della vaccinazione, soprattutto infantile, dal 2005 porta avanti il dibattito sulle possibili conseguenze avverse dei vaccini nei bambini. Una battaglia che prosegue anche con i vaccini contro il Covid-19 riguardo alla mancanza di trasparenza sui test, a un sistema di farmacosorveglianza quasi inesistente e ai conflitti d’interesse tra case farmaceutiche e mezzi di comunicazione che vanno a discapito della corretta informazione  e della tutela della salute dei cittadini.

# La difesa delle minoranze

La sua attività ha toccato anche la difesa e tutela delle minoranze. Attraverso contenziosi, lobbying, insegnamento e campagne pubbliche e attivismo, Kennedy ha sostenuto i diritti degli indigeni. Dopo quattro anni di contenziosi intentati il suo studio legale Kennedy & Madonna, per conto della tribù indiana Ramapough Mountain contro la Ford Motor Company per lo scarico di rifiuti tossici sulle terre tribali in nord del New Jersey, è riuscito a far ottenere un accordo monetario per la tribù, ha contribuito alla reiscrizione della terra della comunità nell’elenco federale Superfund, la prima volta nella storia della nazione che un sito rimosso dall’elenco sia stato reinserito.

Fonti: SkyTg24, MiTomorrow, Byoblu

Continua la lettura con: Già 8 TONNELLATE di PLASTICA: per proteggerci dal Covid stiamo inquinando il pianeta

FABIO MARCOMIN

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteVICOLO CALUSCA: la strada più “losca” di Milano 
Articolo successivo3,5 è più forte di 100
Fabio Marcomin
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.