Il TEATRO FOSSATI di corso Garibaldi: dalle stelle alle stalle. Cosa è diventato oggi?

In Corso Garibaldi appare una costruzione che un tempo era il punto di riferimento della scena culturale milanese. Oggi cosa ospita?

credit: @glaucojp (instg)

Il Teatro diurno aperto da Carlo Fossati si trova in corso Garibaldi ma sotto un altro nome. Dagli spettacoli in dialetto milanese e a opere drammatiche fino a diventare un vero e proprio cinema. Cosa è diventato oggi?

Il TEATRO FOSSATI di corso Garibaldi: dalle stelle alle stalle. Cosa è diventato oggi?

# Dal dialetto milanese al drammatico. Il teatro diurno della Milano dell’epoca

Credits: ordinearchitetti.mi.it

Il Teatro Fossati fu aperto nel 1859 dall’industriale Carlo Fossati in corso Garibaldi. Nasce come teatro diurno caratterizzato da una sala aperta verso il cielo e un’intelaiatura di ferro con assi di vetro a farne da lucernario. La programmazione alternava spettacoli in dialetto milanese con un repertorio drammatico. Uno degli attori più noti esibitosi sul palco del teatro fu Edoardo Ferravilla, capace di intrattenere gli spettatori con i suoi spettacoli nel dialetto cittadino. Fu anche il primo teatro in Italia a usare come illuminazione l’energia elettrica. 


# Se Sa Minga e i fatti del giorno

Credits: milanovarieta.it

Nel 1866 il Teatro Fossati ospitò Se Sa Minga, la prima rivista dialettale di rilievo nel nord Italia. Questo gli consentì di incrementare ulteriormente la sua fama a livello cittadino e non solo. Lo spettacolo orchestrato da Antonio Carlos Gomes per l’aspetto musicale e Antonio Scalvini per quanto riguarda i testi, fu musa ispiratrice per numerose repliche in altri teatri della città anche se necessitava di aggiornamenti di copione sui fatti del giorno riportati al pubblico con una leggere ironia.

# Da Teatro a Cinema

Credits: wikipedia.org

Nel 1904 il teatro venne acquisito dalla Società Suvini Zerboni che aggiunse al cartellone ulteriori spettacoli come le operette e qualche rivista. Nel 1925 fu trasformato in cinema dove quotidianamente venivano riprodotti film e avanspettacolo, genere di spettacolo teatrale comico sviluppatosi in Italia fra gli anni trenta e gli anni cinquanta.



# La morte e la rinascita del “piccolo” Teatro Fossati

Credits: claypaky.it

Esattamente 25 anni dopo venne convertito in cinema ma il suo successo e la sua notorietà videro consumarsi lentamente al punto che nel 1970 chiuse i battenti. Nel 1986 però ci fu un ulteriore novità. Il Teatro Fossati riapre con un nuovo nome, il “Piccolo Teatro Studio”, e da quel giorno diventerà lo spazio dedicato agli allievi della Scuola di Teatro del Piccolo. 

Fonte: milanovarieta

Continua la lettura con I 10 SEGRETI che si nascondono nel TEATRO ALLA SCALA, il tempio della lirica mondiale

MARCO ABATE

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore
Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.