Il DITO di Cattelan con lo SMALTO ROSA

Un'occasione per ammirare l'opera di Cattelan in una nuova veste


Il dito più famoso di Milano si tinge di Rosa. Vediamo che cosa è successo alla celebre opera di Cattelan in piazza Affari.

Il DITO di Cattelan con lo SMALTO ROSA


Blitz notturno dell’urban artist milanese Ivan Tresoldi in piazza Affari. Con vernice indelebile è salito sulla scultura di Cattelan e ha colorato di rosa l’unghia di marmo di Carrara.

Il gesto è stato rivendicato dallo stesso artista che sui social ha dichiarato di aver voluto rendere omaggio al movimento femminista “Non una di Meno” e a “SMS – Spazio di Mutuo Soccorso”, in occasione della Giornata della Donna dell’8 marzo.

L.O.V.E., altrimenti nota come “Il Dito”
L.O.V.E., altrimenti nota come “Il Dito”

Scrive Tresoldi «perché ogni uomo si ricordi sempre che se è vivo, lo deve sempre e comunque ad una donna. ”l.o.v.e. assai”, smalto su granito, stanotte, opera legittima ma illegale. Dedicata e per SMS Spazio di Mutuo Soccorso, NON UNA DI MENO. Grazie anche a Maurizio Cattelan per averci messo, pur senza saperne niente, il “supporto”».  



Non si sa fino a quando l’opera rimarrà in questa nuova veste. Un’occasione riservata solo ai milanesi per ammirarla in questi giorni di arancione rafforzato. 

Continua la lettura con: La beffa di Cattelan

MILANO CITTA’ STATO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo#Madrid#Berlino#Ginevra#Basilea#SanPietroburgo#Bruxelles #Budapest#Amsterdam#Praga#Londra#Mosca#Vienna#Tokyo#Seoul#Manila #KualaLumpur#Washington#NuovaDelhi#HongKong #CittàDelMessico#BuenosAires#Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.