BICICLETTE elettriche: la recensione di OTTO MODELLI per tutti i gusti e tutte le tasche (Bonus compreso)

Da 700 a oltre 3.000 euro, otto modelli di bici elettriche recensite secondo le principali caratteristiche

Ph. credits: milanoweekend

In questi giorni è in atto una vera e propria corsa alla mobilità dolce elettrificata. In fondo all’articolo un riepilogo di tutto ciò prevede e che si può acquistare secondo il DL Rilancio del governo. Tra i beni acquistabili anche le biciclette elettriche. Questa la nostra selezioni. 

BICICLETTE elettriche: la recensione di OTTO MODELLI per tutti i gusti e tutte le tasche (bonus compreso)

Di seguito un breve vademecum che ti permetterà di districarti fra la giunga di modelli disponibili. ma ricordati, non esiste il modello perfetto, ma quello più adatto alle tue esigenze.



BICI PIEGHEVOLI

# GoCycle GXi

Nazionalità: Inglese
Prezzo: 3.199€
Autonomia: 70km
Tempi di ricarica: da o a 100 in circa 5 ore
Velocità max: 25km/h
Accelerazione: rilevazione coppia di pedalata. Ciò permette di assistervi immediatamente nelle ripartente e di assistervi in maniera opportuna nelle salite. Si trova nelle biciclette di fascia alta
Portabilità: Grazie al telaio anteriore in lega di alluminio e in magnesio stampato a iniezione ha un peso di 18kg, LEGGERISSIMA (se considerata in rapporto all’autonomia, e quindi alle dimensioni della batteria)!
Sospensioni: sospensione posteriore da 25 mm di escursione
Pneumatici: Gocycle All Weather
Freni: freni a disco idraulici anteriori e posteriori
Illuminazione: posteriore ed anteriore a led
Trasmissione: Cleandrive® Shimano Nexus brevettata a 3 velocità. Assistenza elettrica a più modalità.



Considerazioni: il prezzo tradisce un’eccellenza nell’ingegnerizzazione di questo prodotto al top, tanto da paragonare questa bici elettrica pieghevole alla Tesla nel campo automobilistico… anzi forse ad una MecLaren da formula 1 considerando che il fondatore di GoCycle, Richard Thorpe, è stato per anni progettista della casa inglese.

# Nilox Doc X2

Nazionalità: Italiana
Prezzo: 625€
Autonomia: 20km
Tempi di ricarica: da o a 100 in circa 3 ore
Velocità max: 25km/h
Accelerazione assistita: non immediata purtroppo. Infatti avendo solo l’accellerometro e non il sensore di coppia inizia l’assistenza dopo quasi 2 giri di pedale
Portabilità: coi suoi 18kg è facilmente sollevabile una volta piegata (però non ha nessuna maniglia)
Sospensioni: non ha sospensioni
Pneumatici: 16 pollici il diametro della ruota x 1.75 pollici di larghezza battistrada
Freni: freno a tamburo anteriore e a disco al posteriore. Comunque frena bene
Illuminazione: non ha illuminazione, per legge dovete provvedere. Vi consiglio i prodotti di questa start-up londinese
Trasmissione: non ha trasmissione. La monomarcia comporta che sia più difficoltosa da usare quando la batteria è scarica. Ha anche una sola modalità di assistenza.

Considerazioni: economica e leggera, buona qualità ma paga qualche dettaglio non al top, come ad esempio l’assenza del cambio e l’assistenza non modulabile a diverse intensità.


#
Fiido D2

Nazionalità: Cinese
Prezzo: 650€
Autonomia: 30km
Tempi di ricarica: da o a 100 in circa 5 ore
Velocità max: 20km/h / 25km/h
Accelerazione assistita: non ha il sensore di coppia ma percepisce la rotazione dei pedali, perciò inizia l’assistenza dopo qualche secondo, circa quasi un giro di pedale
Portabilità: coi suoi 19,5 kg è facilmente sollevabile una volta piegata, e anche trasportabile con l’apposita maniglia, anche se vi consiglio di spingerla sfruttando le ruote
Sospensioni: sospensione posteriore ad aria che funziona bene, circa 10 cm di escursione. Più che soddisfacente resa sul pavé
Pneumatici: 16 pollici il diametro della ruota
Freni: freni a disco sia davanti che dietro per un’ottima frenata
Illuminazione: anteriore a led non eccezionale e posteriore con catarifrangente
Trasmissione: Cambio Shimano 6 rapporti. 3 modalità di assistenza: basso, medio, alto.

Considerazioni: Miglior rapporto qualità/prezzo! Unica nota negativa è la presenza dell’acceleratore a manubrio, che permettendovi di muovervi senza pedalare, rende la bici non a norma. Il guru della tecnologia Galeazzi consiglia di inibirlo fisicamente, magari con dello scotch per aggirare il problema e rientrare nella legalità totale.


BICI PIEGHEVOLI FAT

#ICON.E ICON X5


Nazionalità: Italiana
Prezzo: 1.599€
Autonomia: 40km
Tempi di ricarica: da o a 100 in circa 6 ore
Velocità max: 25km/h
Portabilità: 30kg di peso. Questo tipo di bici non sono pensate per l’intermodalità cittadina, il telaio pieghevole le rende più adatte a essere riposte nel bagagliaio della vostra macchina ed affrontare gite fuori porta nel week-end
Sospensioni: sospensione solo all’anteriore, gli pneumatici fat garantiscono comunque un’ottima ammonizzazione in tutte le situazioni, anche nel fuoristrada
Pneumatici: 20 pollici il diametro della ruota. Il battistrada fat da 4 pollici si rivela molto utili per affrontare le strade dissestate di Milano, disseminate di pavé e rotaie del tram, da sempre insidiose per i ciclisti
Freni: freni a disco sia davanti che dietro per un’ottima frenata
Illuminazione: anteriore e posteriore a led
Trasmissione: Cambio Shimano 7 velocità. 3 modalità di assistenza

Considerazioni: oltre ad essere molto belle, queste bici con i pneumatici fat non vi faranno temere nessuna tipologia di asfalto e di condizioni atmosferiche.


#
Fiido M1 MTB

Nazionalità: Cinese
Prezzo: 925€
Autonomia: 60km
Tempi di ricarica: da o a 100 in circa 5 ore
Velocità max: 25km/h
Accelerazione assistita: non ha il sensore di coppia ma percepisce la rotazione dei pedali, perciò inizia l’assistenza dopo qualche secondo, circa un quarto di giro di pedale
Portabilità: 25kg. Questo tipo di bici non sono pensate per l’intermodalità cittadina, il telaio pieghevole le rende più adatte ad essere riposte nel bagagliaio della vostra macchina ed affrontare gite fuori porta nel week-end
Sospensioni: sospensione sia anteriore che posteriore ma non di grandissima escursione. Sopperiscono alla grande gli pneumatici
Pneumatici: 20 pollici il diametro della ruota. Il battistrada fat da 4 pollici si rivela molto utili per affrontare le strade dissestate di Milano, disseminate di pavé e rotaie del tram, da sempre insidiose per i ciclisti
Freni: freni a disco sia davanti che dietro per un’ottima frenata
Illuminazione: anteriore a led non eccezionale e posteriore con catarifrangente
Trasmissione: Cambio Shimano 6 rapporti. 3 modalità di assistenza: basso, medio, alto.

Considerazioni: bici elettrica con pneumatici fat a meno di 1.000€! Componentistica così così ma ottima se rapportata al prezzo. Non è a tutti gli effetti una Mountan-bike ma per la città, i parchi cittadini e qualche gita fuori porta nei week-end è ottima. Unica nota negativa è la presenza dell’acceleratore a manubrio, che permettendovi di muovervi senza pedalare, rende la bici non a norma. Il guru della tecnologia Galeazzi consiglia di inibirlo fisicamente, magari con dello scotch per aggirare il problema e rientrare nella legalità totale.


BICI NON PIEGHEVOLI

# Nilox E Bike X5

Nazionalità: Italiana
Prezzo: 730 €
Autonomia: 40km
Tempi di ricarica: da o a 100 in circa 4 ore
Velocità max: 25km/h
Accelerazione assistita: non ha il sensore di coppia ma percepisce la rotazione dei pedali, perciò inizia l’assistenza dopo qualche secondo, circa tre quarti di giro di pedale
Portabilità: 23kg
Sospensioni: non è ammortizzata
Pneumatici: 26 pollici il diametro della ruota x 1.75 pollici di larghezza battistrada
Freni: freni a tamburo sia davanti che dietro
Illuminazione: anteriore a led e posteriore con catarifrangente al posteriore
Trasmissione: Cambio Shimano 6 rapporti. 3 modalità di velocità

Considerazioni: classica bici da città, comoda grazie al “telaio da donna”, ovvero senza la canna centrale. Con il plus della pedalata assistita. Buono il prezzo!

 

# VanMoof S3

Nazionalità: Olandese
Prezzo: 1.998€
Autonomia: 60km
Tempi di ricarica: da o a 100 in circa 4 ore
Velocità max: 25km/h e anche oltre con utilizzo del Turbo Boost ( ricordiamo che il limite di legge per le bici a pedalata assistita è di 25 km/h ). Trazione anteriore
Accelerazione assistita: non ha il sensore di coppia ma percepisce la rotazione dei pedali, perciò inizia l’assistenza dopo qualche secondo, circa un quarto di giro di pedale. Comunque ottima assistenza
Portabilità: 20kg
Sospensioni: non è ammortizzata
Pneumatici: 28 pollici il diametro della ruota. Battistrada abbastanza largo ed ammortizzante che sopperisce in parte all’assenza delle sospensioni
Freni: freni a disco sia davanti che dietro
Illuminazione: anteriore e posteriore a led
Trasmissione: nuovo cambio automatico elettronico a 4 velocità per un’esperienza di totale fluidità. 4 livelli di assistenza e funzione Turbo Boost per una spinta istantanea nei momenti di difficoltà, veramente comodo.

Considerazioni: nella città del design chiunque girerà con questa bicicletta non potrà che non farsi notare… e non c’è altro da dire. Ah si: antifurto integrato collegato all’app.


#
MILANO BIKE_FERRARA

Nazionalità: Italiana
Prezzo: 2.190€
Autonomia: 40km
Tempi di ricarica: La batteria si ricarica sia tramite la frenata che pedalando all’indietro mentre si è in movimento. Ricaricabile anche mediante presa di corrente
Velocità max: 25km/h. Il motore Zehus, made in Italy, è integrato nel mozzo ed ospita anche la batteria
Portabilità: 16kg
Sospensioni: non è ammortizzata
Pneumatici: 28 pollici il diametro della ruota. Battistrada da 2,3 pollici, sufficiente per affrontare con tranquillità tutti i tipi di asfalto di Milano
Freni: freni a disco sia davanti che dietro
Illuminazione: anteriore e posteriore (integrata nella sella) a led
Trasmissione: 1 velocità

Considerazioni: Bici tutta italiana molto interessante sotto vari aspetti, a partire dal negozio che si trova sul Naviglio Grande vicino a San Cristoforo. Tutti i modelli sono dotati dell’innovativo e brevettato sistema di sicurezza “FrameBlock”, ovvero un cavo di acciaio con serratura integrato nel telaio grazie al quale il mezzo è assicurato automaticamente contro il furto (Zurich). Dotato di comunicazione wireless, il motore Zehus è in grado di comunicare con ogni smartphone per fornirvi tutti i dati di cui avete bisogno. Se siete tra quelli che vogliono vedere con mano quello che comprano potete recarvi in negozio e vedere l’intera gamma che va da 450 a 2.300 euro.

Come funziona il bonus

Il decreto stabilisce un rimborso del 60%, fino ad un massimo di 500€, per acquisti di:

  • biciclette nuove o usate, sia tradizionali che a pedalata assistita;
  • handbike nuove o usate;
  • monopattini, hoverboard, segway;
  • servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture

Possono usufruire del buono bici per l’anno 2020, i maggiorenni che hanno la residenza nei capoluoghi di Regione e di Provincia anche sotto i 50.000 abitanti, nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti). Qui trovate l’elenco dei comuni appartenenti all’area metropolitana di Milano.

Il buono mobilità può essere fruito utilizzando una specifica applicazione web che è in via di predisposizione e sarà accessibile, anche dal sito istituzionale del Ministero dell’ambiente, entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto. Per accedere all’applicazione è necessario disporre delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

# Fase 1: dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell’applicazione web. E’ previsto il rimborso al beneficiario; per ottenere il contributo è necessario conservare il documento giustificativo di spesa (fattura e non scontrino) e allegarlo all’istanza da presentare mediante l’applicazione web.

# Fase 2: dal giorno di inizio operatività dell’applicazione web. E’ previsto lo sconto diretto da parte del fornitore del bene/servizio richiesto, sulla base di un buono di spesa digitale che i beneficiari potranno generare sull’applicazione web. In pratica gli interessati dovranno indicare sull’applicazione web il mezzo o il servizio che intendono acquistare e la piattaforma genererà il buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati per ritirare il bene o godere del servizio individuato.

Fonte: Ministero dell’Ambiente

 

FEDERICO POZZOLI

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato