7 giorni per una vacanza da sogno a GAVI, tra vigneti e tartufi

Ideale per una vacanza di prossimità una settimana nella nostra Borgogna

In questi mesi abbiamo vissuto con la paura che, a ridosso dell’estate, chiudessero nuovamente le regioni più colpite dal Covid 19, ovvero quelle del nord Italia. Così, ho pensato a dove sarei fuggita per godermi una settimana di relax fuori dalla mia amata metropoli, Milano. Sembrerà strano ma, a poco più di un’ora di strada dal capoluogo lombardo, esiste un posto in cui ti sembra di essere davvero lontano.
Tra le infinite distese di vigneti che ricordano la Borgogna e le verdi e gialle colline di uliveti e girasoli simil Toscana, quando arrivi a Gavi, piccolo paese con meno di 5.000 abitati, a circa 100 km da Milano, sembra di essere in un altro mondo.

 


7 giorni per una vacanza da sogno a GAVI, tra vigneti e tartufi

#1 Primo giorno: affittare una villetta con piscina immersa nel verde

Il relax comincia da casa. Sui numerosi siti di affitti e B&B sono esplose le richieste sui laghi del nord tanto quanto in queste zone distanti dalla metropoli, ma vicine in termini di tempi di percorrenza, senza dover imbattersi nei tratti autostradali liguri. Ce n’è per tutti i gusti: villette con piscina, camere in dimore storiche, appartamenti in agriturismi con piscina: il fattore comune è il verde, la pace e la tranquillità del luogo.

#2 Secondo giorno: Visitare la cantina di Bruno Broglia con degustazione

Se vai a Gavi, non puoi non andare a vedere l’azienda agricola Bruno Broglia! Si tratta dei vigneti più antichi di Gavi dal 972 d.C.. La Meirana è il nome della tenuta acquistata e condotta dalla famiglia Broglia dal 1972, sessantacinque ettari di vigneti che si ammirano dalla sommità di una collina in cui si trova anche la cantina. Numerosissimi sono i premi a livello internazionale assegnati alla cantina Bruno Broglia: da prenotare quindi la visita, oltre che l’imperdibile esperienza della degustazione, all’ombra di un romantico gazebo con vista mozzafiato su una distesa infinita di vigneti. Al termine della visita, il rifornimento di vini per la settimana di vacanza, e non solo, è d’obbligo.

#3 Terzo giorno: Giocare al golf Colline del Gavi

Credits: rivistatastevin.it – Golf Club Colline Gavi

Golfisti o neofiti, il Golf Colline del Gavi o Colf Club del Piemonte è unico nel suo genere. Un’oasi per gli amanti del golf. Campo 18 buche, un campo pratica e un executive 9 buche per chi deve imparare. Il campo immerso nel verde è impegnativo e avvincente con ostacoli d’acqua, bunker in fairway con sponde alte e la natura gioca la sua parte: non è difficile scorgere leprotti e cerbiatti. La Foresteria appena aperta è dotata di camere con tutti i comfort per soggiorno completo nel nome del golf.


#4 Quarto giorno: Pranzare o cenare tra i vigneti

Cosa c’è di più romantico di un pranzo/cena immersi nella natura? Tra Gavi e dintorni non mancano di certo ristoranti, trattorie e bar in cui la cucina tradizionale ne fa da padrona. Sapori tradizionali e genuini, che lasciano un senso di soddisfazione e piacere come solo la cucina italiana sa offrire. Al ristorante Da Marietto si mangia proprio divinamente: dall’insalata russa fatta in casa ai celebri e tradizionali “Ravioli del Marietto”. La fantastica location immersa nei vigneti fa da contorno all’esperienza culinaria da accompagnare con vino Bruno Broglia.

#5 Quinto giorno: Andare a cercare tartufi


Tra le esperienze da non perdere nella zona, c’è quella della ricerca dei tartufi. Si parte dal centro di Gavi a bordo di una Jeep, due tartufai esperti e i loro cani. Se fortunati, dopo una giornata immersi nel verde, si torna a casa con il bottino che si vede ai ristoratori locali, chiudendo con un aperitivo con degustazione vista vigneti. Un’esperienza particolare e unica.

#6 Sesto giorno: Fare shopping a Serravalle

Credits: nuveen.com – Serravalle Outlet

A soli 15 minuti, Serravalle Designer Outlet. Una giornata di shopping possiamo concedercela dopo i nostri 5 giorni nel quel di Gavi. In tempi di Covid, purtroppo o per fortuna, l’outlet è spesso deserto e lo shopping, lontano da resse e code davanti ai negozi tipiche anche del periodo estivo, risulta sicuramente più piacevole anche se pur sempre dotati di mascherine.

#7 Settimo giorno: Visitare Gavi

Credits: museiamo.com – Forte di Gavi

Romantico e suggestivo il paese di Gavi da vedere passeggiando per la città o noleggiando una bicicletta, prima del rientro a Milano. Da Forte di Gavi, una fortezza costruita dalla Repubblica di Genova sul preesistente castello appartenuto ai Marchesi di Gavi, all’antica Chiesa di San Gioco: anche la visita culturale della vacanza è fatta.

SILIVA BOCCARDELLI

LA SCUOLA POLITICA DI MILANO CITTA’ STATO (Clicca per informazioni)

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su [email protected] (oggetto: ci sono anch’io)

Milano, cosa aspetti?

Milano Città Stato: l'unica strada per diventare una Città Mondo#milanocittastato #rinascimilano #rigeneralitalia #diciamosìalfuturo

Pubblicato da Milano Città Stato su Martedì 2 giugno 2020

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato

 



Milano Città Stato. Il grande sogno dei milanesi