I QUARTIERI di Milano cambiano nome: arrivano Nolo, Porta Magenta e Porta Nuova

mappa dei quartieri fonte: urbanfile.org
mappa dei quartieri fonte: urbanfile.org

Per alcuni era solo un modo di scimmiottare Londra e New York. Invece da ieri NoLo è ufficialmente un quartiere di Milano.
Il 18 febbraio, infatti, l’assemblea di Palazzo Marino ha approvato a larga maggioranza (28 sì su 30) un emendamento presentato da Alessandro De Chirico di Forza Italia per la ridenominazione di 36 degli 88 quartieri, anzi degli 88 “Nuclei di identità locale” (Nil) decisi dal Comune qualche anno fa.

Leggi anche: La rivoluzione di NoLo

NoLo (North of Loreto) indicherà ufficialmente l’area della città compresa tra viale Monza, via Padova, viale Brianza e i binari della ferrovia, aggiungendosi all’accoppiata: “Loreto-Casoretto”.

Tra gli altri quartieri che prendono nuovo nome ci sono:

Porta Genova ha sostituito Tortona
Porta Magenta al posto di Washington
– nel quartiere dei grattacieli, a “Garibaldi-Repubblica” si aggiunge la dicitura “Porta Nuova”
– Rogoredo si trasforma in Rogoredo-Santa Giulia
– A Buenos Aires-Venezia si aggiunge Porta Monforte

Compaiono sulla mappa dei quartieri anche le diciture di: Santa Giulia, Cascina Merlata, Chiesa Rossa, Gorla, Ortica e Crescenzago. Baggio diventa Baggio-Olmi e San Siro si sdoppia: ora San Siro Ippodromi identifica la zona residenziale del quartiere a nord di via Harar.

Leggi anche: Il muro invisibile di San Siro

In generale la linea scelta è quella di aggregare più nomi tra le diciture dei quartieri. Chi difende il voto della giunta spiega che così sarà più facile per tutti identificare il quartiere di appartenenza. I critici lamentano che l’accozzaglia di nomi farebbe perdere ancora di più identità ai quartieri: “Sarebbe meglio dare un solo nome per quartiere”.

Leggi anche: L’assurdità delle ZONE di Milano: con confini senza senso e identificate con un numero. Proviamo almeno a chiamarle per nome

MILANO CITTA’ STATO

Leggi anche:
10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
“Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT(OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)

#DistrictTour
Come In Un Bosco