20 PERSONAGGI da tenere d’occhio a Milano nel 2020

Quest'anno il grande tema sembra sarà quello politico: chi sarà il candidato anti Sala? E chi della scena milanese farà il grande salto su quella nazionale?

A inizio anno è il momento delle liste. Come ogni anno ci siamo chiesti: chi sono le 20 persone da tenere d’occhio quest’anno a Milano? Si tratta di personaggi della politica, del business, dello show system, in generale attivi sulla piazza milanese da cui ci si aspetta qualcosa di rilevante nel corso del 2020. Ecco l’elenco in ordine alfabetico. Quest’anno il grande tema sembra sarà quello politico: chi sarà il candidato anti Sala? E chi della scena milanese farà il grande salto su quella nazionale? Una annotazione: rispetto all’anno scorso risultano in calo le presenze femminili. E’ purtroppo un fatto che le posizioni di potere in città siano ancora concentrate in mani maschili.

20 persone da tenere d’occhio a Milano nel 2020

#1 Carlo Bonomi

L’imprenditore cremasco che ancora Wikipedia confonde con il doppiatore è uno degli astri nascenti nel panorama politico del futuro. Non è un mistero che Assolombarda di cui è presidente sia per lui un trampolino di lancio: per volare alla presidenza di Confindustria o, se dovesse perdere le elezioni il prossimo giugno, per candidarsi a sindaco di Milano?

#2 James Bradburne

James Bradburne 2_1 copia

Il 2019 è stato l’anno del lascia o raddoppia. Quando sembrava che dovesse mollare l’incarico a Brera è arrivata non solo la conferma ma il raddoppio: via libera con palazzo Citterio, anticamera della Grande Brera, progetto di cui si parla da decenni e di cui le strade di Milano sono lastricate di tentativi falliti.

#3 Urbano Cairo

urbano-cairo

Su di lui aleggia ogni tipo di sospetto. Dopo aver percorso una carriera fotocopia di Berlusconi gli manca l’ultimo tassello. La politica. C’è chi punta sulla sua discesa in campo con un partito suo oppure chi pensa a una mossa a sorpresa che lo porterebbe per la prima volta a separare il suo destino da quello del signore di Arcore. Che sia lui lo sfidante di Sala per diventare sindaco?

#4 Davide Casaleggio

davidecasaleggio

Un anno fa se lo si cercava su google la prima riposta era “Chi è Davide Casaleggio?“. Nel 2019 si è fatto riconoscere, manifestandosi alla luce del sole in numerose occasioni, soprattutto a Roma. Ora che sappiamo chi è, ci aspettiamo per il 2020 di capire che cosa voglia fare della sua vita. Se sarà legata al movimento o se avrà una sua dimensione autonoma.

#5 Manfredi Catella

Alla consegna degli Ambrogini qualche osservatore malevole ha dichiarato che Milano città stato ha preso il posto del grande costruttore nella onorificenza più ambita della città. La verità è che forse Catella deve ancora fare chiarezza sull’opinione pubblica milanese che ancora non ha capito da quale lato della forza lui sia. 

#6 Andrea Cherchi

Il 2019 è stato un anno da record per il fotografo più innamorato (ricambiato) di Milano. Le sue foto ormai sono ovunque, sui giornali, sui social, sulla copertina del libro di Milano città stato. C’è chi si sbilancia e lo vede tra i protagonisti della amministrazione milanese dal 2021 in poi, magari per proiettare alle stelle l’immagine della città. Vedremo intanto che sorprese e che foto ci offrirà nel 2020 anche se c’è sempre il sospetto che abbia ormai fotografato tutto.

#7 Giovanni Fosti

L’uomo più misterioso e più potente della città. Nel 2018 c’è stato il grande evento con la sostituzione alla Presidenza della Fondazione Cariplo dell’infinito Guzzetti, eppure in città quasi nessuno se ne è accorto e quasi nessuno conosce l’uomo che può decidere sul più grande patrimonio destinato alla beneficenza in Italia.

#8 J-AX, Fedez, Ferragni & Rovazzi

gruppo

Più appassionante di una telenovela brasiliana, ormai da anni fanno parlare di più per i loro scazzi e per i loro segreti che per quello che producono. La fashion blogger, il rapper quarantenne, il video maker e l’icona giovanile. Su di loro c’è la solita aspettativa: più che dischi o gossip vedremo se sapranno sublimare la loro incredibile energia in una creatività superiore.

#9 Dominique Meyer

Duecento e passa anni dopo Napoleone vediamo se un altro francese riuscirà ad aprire gli orizzonti della Scala alimentando la sua rinomanza universale. 

#10 Mister o Mrs. X

Il tormentone politico sulla scena milanese è sempre lo stesso: chi è il leader del centro destra che saprà sfidare Sala? Nella Lega di Milano le punte sono Alessandro Morelli, Stefano Bolognini e Gianmarco Senna, in Fratelli d’Italia e in quel che rimane di Forza Italia all’orizzonte si vedono solo alcune giovani promesse. Nel 2020 vedremo se qualcuno di loro saprà fare il grande salto e diventare il leader manifesto o se invece l’uomo o la donna che mezza Milano attende arriverà da fuori.

#11 Vincenzo Novari

I bookmaker prevedono che nel 2020 il CEO del Comitato organizzativo di Milano-Cortina 2026 darà le dimissioni, sfiancato dai mille poteri sovrapposti che sono coinvolti nell’organizzazione delle Olimpiadi Invernali. Lo stesso problema che frena i sogni di gloria di Milano, in attesa di diventare finalmente una città stato.

#12 Corrado Passera

passera

Nella sua carriera ha fatto di tutto. Banchiere, AD delle Poste, Ministro della Repubblica, candidato sindaco, ora è partito come un razzo nella sua ultima avventura, quella di imprenditore. La sua nuova creatura Illimity macina record in Borsa e a parte il successo che sta riscuotendo, Passera si caratterizza per essere il più imprevedibile sulla scena imprenditoriale, piuttosto stantia, della nostra città. Da lui ci si può aspettare di tutto.

#13 Andrea Pezzi

L’icona di una generazione è uomo di grandi sorprese. Quando era all’apice del mondo della televisione ha detto ciao ciao e si è allontanato senza più apparire sugli schermi. Ha fatto un percorso di crescita spirituale, che ha attirato interrogativi e curiosità, per intraprendere poi la strada dell’imprenditore digitale. Nel 2019 ha dato una nuova svolta capace di imprimere un’accelerazione ai suoi orizzonti fondando l’associazione IO SONO che promette grandi cose nel 2020.

#14 Beppe Sala

sala

L’anno passato si è aperto con la domanda: che cosa farà Beppe Sala? La risposta è stata agevolata dalla crisi del governo giallo verde che ha allontanato l’ipotesi di un governo di salvezza nazionale guidato dal sindaco. A questo punto ci sono pochi dubbi sul fatto che nel 2021 si ricandiderà. Ancora senza risposta invece gli interrogativi sulla sua sincerità da neo ambientalista e se finalmente nel 2020 si schiererà a favore di Milano città stato, per chiedere più poteri e una vera autonomia come farebbe qualunque sindaco di una grande città.

#15 Matteo Salvini

Matteo SALVINI - 8th Parliamentary term

La grande hot topic del 2019. L’Italia si è spaccata in due sul leader della lega che sembra già avere l’acquolina in bocca pregustando il governo del Paese a cui ormai sembra predestinato, anche perchè favorito da avversari che renderebbero gigante un nano. Nel 2020 vedremo se proseguirà la sua avanzata e se la sua fortuna inizierà ad impattare anche l’unico luogo che resta alieno dal suo fascino: la sua città. 

#16 Paolo Scaroni

Il 2020 mostrerà se il Milan saprà riprendersi oppure se proseguirà il suo malinconico declino.

#17 Sfera ebbasta (Gionata Boschetti)

Nel 2019 è riuscito a trasformarsi da maledetto dannato a superstar per le famiglie, grazie a XFactor programma che avrebbe livellato anche Jim Morrison. Nel 2020 c’è attesa per vedere se diventerà un’icona pop o se rientrerà nell’underground della ribellione. 

#18 Andree Ruth Shammah

andree-ruth-shammah

Il vulcano della cultura milanese, Andree Ruth Shammah, uno dei personaggi più inclusivi della città. Ha saputo fare diventare il Franco Parenti nel teatro più attuale della scena milanese, che accanto a spettacoli più classici propone incontri e momenti che esprimono i nuovi fermenti della città. Sembra oggi una delle poche donne capaci di farsi largo in un sistema di potere ancora aggrappato a logiche antiche e difesa disperata dello status quo.

#19 Ferruccio Resta

Vedremo se il 2020 sarà l’anno delle università di Milano. Sono sempre lì a un passo dall’incidere fortemente sulla città di Milano ma poi, per un motivo o per l’altro, restano sempre un passo indietro dal mettersi veramente in gioco. Ci si attendono forti novità dalla Statale fresca di nuovo rettore e dalla Cattolica che si sta rinnovando molto. Luci sempre puntate poi su Bocconi e Politecnico che stanno vivendo la nuova stagione del potere con Verona e Resta, su cui aleggiano già gli avvoltoi della politica in cerca di un prossimo candidato sindaco.

#20 Steven Zhang

Il Presidente dell’Inter ha promesso per il prossimo anno di fare piovere milioni per riportare i nerazzurri sul tetto d’Europa. Intanto c’è lo scudetto da strappare dalle mani della Juventus. E’ ormai troppo tempo che manca dalla nostra città. 

ANDREA ZOPPOLATO

Leggi anche:
10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
“Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT (OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)

Milano Città Stato. Il grande sogno dei milanesi