15 cose che solo le milanesi che odiano TRUCCARSI capiranno

0
make-up-donna-milano
make-up-donna-milano

Una passata di trucco e parrucco può fare magie più grandi della bacchetta della fata turchina di Cenerentola. Ci sono ragazze che grazie all’arte del make up diventano delle principesse, a tempo determinato dalla resistenza dei colori applicati sul viso. A tutte loro vanno i nostri sinceri complimenti.

Però la vita non è solo l’esaltazione della propria estetica, ci sono alcune ragazze che appartengono alla fazione opposta, sono quelle che odiano o non sanno truccarsi. A tutte queste va il mio più sincero abbraccio, tutta la mia stima e soprattutto questa lista.

truccarsi
rinascente.it

15 cose che solo le ragazze milanesi che odiano truccarsi capiranno .

 

#1 Quando ti metti il rossetto i tuoi amici ti chiedono se ti vedranno ad Assago al circo itinerante di Nando Orfei. Come Clown.

 

#2 Quando entri al primo piano della Rinascente ti senti spaesata come uno studente del Politecnico a un vernissage.

 

#3 Primer, ombretto, mascara, matita, eyeliner, palette, e poi ti gratti l’occhio per sbaglio e tutti ti chiedono se sei caduta di faccia sul pavé.

 

#4 Quando metti il fondotinta, tra viso e collo ottieni la stessa differenza che c’è tra area C ed esterno della circonvallazione.

 

#5 Per te il contouring è solamente la cerchia dei bastioni.

 

#6 Durante un viaggio in tram hai imparato una lezione molto importante: truccarsi quando è in movimento può costare il bulbo oculare.

 

#7 Senza polveri sul viso sei così pallida che i tuoi colleghi ti chiedono se sei stanca o malata. E poi c’è quello che nel dubbio ti ha prenotato una visita al San Raffaele.

 

#8 A volte ti prometti di svegliarti prima per truccarti. Ma al mattino sei classe energetica G.

 

#9 Per fortuna acqua sapone non sei affatto male. Sei una bellezza biologica a chilometro zero.

 

#10 Sei talmente poco abituata al trucco che dopo un giorno di fondotinta ti senti la pelle secca come i Navigli senz’acqua.

 

#11 A dare intensità al tuo sguardo ci pensano già le occhiaie, frutto di poco sonno e tanto lavoro.

 

#12 Nel tempo che ci metti a truccarti hanno ristrutturato il Duomo.

 

#13 C’è qualcosa di sbagliato nel modo in cui ti trucchi. E purtroppo non è un negroni.

 

#14 Il pennellino del rimmel ti ricorda gli alberelli che crescono sul bosco verticale.

 

#15 Ogni giorno a Milano vengono spalmate tonnellate di trucco sulle facce delle milanesi. Estranea a questa logica, tu sei una perla rara.

 

FRANCESCO BOZ


I Libri di Milano Città Stato a casa tua: scopri come fare
Articolo precedenteL’insegna luminosa che svela in anticipo le traiettorie dei ciclisti
Articolo successivoDopo il parco orbitale, un’altra idea per Milano: the Mile, il primo parco verticale del mondo
Francesco Boz
Ho cominciato come psicologo poi ho visto che la gente ti presta più attenzione se scrivi su internet, allora ho aperto qualche blog. Faccio anche l’autore televisivo perché va di moda.