🔴 Breaking News: i TEST PER L’IMMUNITÀ da oggi anche a Milano

L'annuncio di Gallera. Dove si potranno fare e su chi inizialmente saranno fatti

Foto: Andrea Cherchi (c)

Dopo le province lombarde, di Bergamo, Brescia, Cremona e Lodi, partono oggi 29 aprile i test sierologici anche a Milano in tre ospedali in città: Niguarda, Sacco e Fatebenefratelli. Si potranno così mappare i contagi in città in modo più preciso, risalendo al percorso del virus a ritroso sui contatti, capire se e quanto in città ci si sta avvicinando alla cosiddetta “immunità di gregge” e provando a stabilire una patente d’immunità per chi è stato contagiato. Sapremo finalmente quanti sono i contagi in città?

Fonte: MilanoToday


🔴 Breaking News: i TEST PER L’IMMUNITÀ partiti anche a Milano

# L’assessore alla Sanità Gallera: “Con l’avvio di altri 33 centri, si estende a tutta la Lombardia l’esecuzione dei prelievi ematici per l’elaborazione dei test sierologici

L’annuncio è arrivato ieri dall’Assessore alla Sanità Gallera “A partire da domani, con l’avvio di altri 33 centri, si estende a tutta la Lombardia l’esecuzione dei prelievi ematici per l’elaborazione dei test sierologici che porteranno a regime, entro l’inizio della prossima settimana, il sistema regionale di analisi degli anticorpi neutralizzanti per il Covid-19“.

In pochi giorni abbiamo attivato 46 centri prelievi presso i quali vengono invitati i cittadini ancora in quarantena fiduciaria, soggetti sintomatici, con quadri simil influenzali, senza sintomi da almeno 14/21 giorni segnalati dai Medici di Medicina Generale alle Ats e i contatti di casi asintomatici o con sintomi lievi, identificati dalle Ats a seguito dell’indagine epidemiologica già prevista ma senza l’effettuazione del tampone nasofaringeo per ricerca di Sars-Cov-2, anch’essi ancora in quarantena fiduciaria. Contestualmente vengono effettuati i prelievi anche al personale sanitario“.

L’Ats contatterà gli utenti per effettuare il test e a comunicare il giorno, ora e luogo dove verrà fatto il prelievo, alle sole categorie individuate, solo quelle che sono senza sintomi da almeno 14 giorni con priorità a coloro che devono rientrare al lavoro. Un “esito negativo indica l’assenza di infezione pregressa o un livello molto basso di IgG dirette contro il virus” e quindi il “soggetto è suscettibile di possibile infezione da Sars-Cov-2“, mentre in caso di “test dubbio il soggetto è invitato a ripetere il test dopo una settimana, prolungando di conseguenza l’isolamento fiduciario“. In caso di esito positivo verrà effettuato un tampone nasofaringeo per ricerca di Rna virale, mentre se negativo si conclude il periodo di isolamento, se positivo viene classificato come caso e si procede nell’isolamento obbligatorio con tutte le disposizioni conseguenti”.



# Quando Sala scelse di far partire i test senza aspettare la Regione

La scelta di sottoporre a test i milanesi in una seconda fase rispetto alle altre province aveva indispettito il Sindaco di Milano, che non si spiegava come la città simbolo della pandemia in Italia fosse stata inizialmente esclusa. L’accordo sottoscritto con il dottor Galli dell’ospedale Sacco, per sottoporre a test sierologici i 4000 dipendenti ATM, è stato solo uno dei tanti scontri tra la Regione e il Comune durante questa emergenza.

Ci auguriamo che presto sia consentito anche a tutti i cittadini che lo desiderassero di poter fare il test, in modo da poter aumentare il campione e agevolare una maggiore consapevolezza tra i cittadini sul grado di diffusione del virus in città e sulla propria condizione. 

Fonte: 🔴 Lo strappo di Sala: Milano parte con i TEST D’IMMUNITA’ senza attendere la Regione

FABIO MARCOMIN

Se vuoi contribuire anche tu ad avere una Milano più libera in una Italia più civile, partecipa a RinasciMilano e mandaci la tua proposta qui: RinasciMilano

MilanoperMilano: a Milano chi ha di più aiuta chi ha di meno. Dona anche tu e #aggiungiunpastoatavola di chi ne ha bisogno: www.milanopermilano.it

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

 

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Caro lettore, il sito Milano Città Stato è gestito da Vivaio, associazione no profit. Per assicurare contenuti di qualità tutti i collaboratori lavorano senza sosta. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, se ci leggi spesso e se condividi il nostro intento di contribuire a una Milano (e un’Italia) che sia sempre migliore, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci, in particolare in questo momento così delicato. Grazie!