🔴 BREAKING NEWS. Di Maio chiede poteri speciali per Roma

Un premio all'inefficienza: l'autonomia al contrario che si sta facendo in Italia

Roma
Roma

Luigi di Maio su Facebook, come riporta “Il Quotidiano.net“”, auspica poteri speciali per la sindaca capitolina.

Di Maio: “Abbiamo pronto il ddl per attribuire poteri speciali”

Luigi di Maio, in diretta Facebook dall’Umbria per la campagna elettorale: “C’e’ bisogno di poteri speciali per il sindaco di Roma, abbiamo pronto il ddl per attribuire poteri speciali come in tutte le città europee, non è una questione di partito, spero sia sostenuta in maniera bipartisan e spero che il Parlamento possa approvarla entro metà dell’anno prossimo.”

La motivazione è opposta a quella rivendicata da Milano e messa in atto nelle più efficienti città del mondo. Invece di premiare l’efficienza di una città donandole più poteri qui si fa il contrario: le si danno più poteri seguendo una logica assistenzialista, per aiutarla nelle sue difficoltà.

La filosofia sostenuta è quella diffusa nel nostro Paese, ossia:

  • se l’ente pubblico è responsabile ed efficiente deve redistribuire più risorse ai territori in difficoltà senza ottenere nessun riconoscimento in termini di responsabilità o autonomia
  • se l’ente pubblico, al contrario, è caratterizzato da mala gestio ed è incapace di offrire servizi di qualità ai propri cittadini, invece di essere in commissariamento fino alla stabilizzazione del proprio operato, viene aiutato economicamente e investito di ulteriori responsabilità e poteri.

La situazione di Roma, oltre ad essere quella più eclatante in quanto capitale d’Italia, è diventata paradossale, anche se non l’unica, sottolineando per l’ennesima volta che essere più bravi diventa un demerito.

Cena di gala? Referendum? Adesione all'associazione? Scuola di psicologia politica? Clicca per partecipare al grande sogno di Milano
Cena di gala? Referendum? Adesione all’associazione? Scuola di psicologia politica? Clicca per partecipare al grande sogno di Milano

Roma è sempre in cima alla lista, Milano conta sempre troppo poco e sembra voglia accontentarsi

La scarsa considerazione del governo verso Milano non è novità, salvo l’apertura del Ministro Boccia nell’ultimo incontro con il Sindaco Sala.
In quell’incontro il Sindaco si è detto favorevole ad una maggiore autonomia per le città metropolitane, solo per avere più risorse da spendere per le periferie nella sua città. La domanda che molti si fanno è: se anche in condizioni favorevoli si punta sempre al ribasso, quando potrà mai Milano competere realmente con le altre città stato europee?

La soluzione più lineare per avere una vera autonomia e non dover elemosinare poteri speciali, come quelli che si vorrebbero dare alla capitale, è votare un referendum per trasformare la Città di Metropolitana in regione come previsto dall’art.132 della Costituzione Italiana.

Se vuoi essere parte attiva in questo percorso verso l’autonomia, scegli il modo che preferisci per supportare l’iter referendario e costituente cliccando qui.

FABIO MARCOMIN

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo     #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul#Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong           #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Leggi anche:
10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
“Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT (OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)

Come In Un Bosco
CONDIVIDI
Articolo precedenteMiserere e Cinemino
Articolo successivoGorla era conosciuta come LA PICCOLA PARIGI
Fabio Marcomin
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da 5 anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.