Studio choc: 9 ITALIANI su 10 pronti a EMIGRARE all’ESTERO

9 italiani su 10 sono disponibili a trasferirsi all'estero per lavorare. Ma quali sono le mete preferite? 


Lo studio “Decoding Global Talent, Onsite and Virtual” di Boston Consulting Group mostra un dato in controtendenza rispetto al resto del mondo. 9 italiani su 10 sono disponibili a trasferirsi all’estero per lavorare. Ma quali sono le mete preferite? 

Studio choc: 9 ITALIANI su 10 pronti a EMIGRARE all’ESTERO

# Il report di Boston Consulting Group: 1 persona su 2 nel mondo è disposta a vivere all’estero per lavoro. In calo la voglia di emigrare

Lavorare all’estero 2014-2020 BCGC

Come rivela il report di Boston Consulting Group “Decoding Global Talent, Onsite and Virtual” la tendenza generale delle persone a livello globale è quella di spostarsi meno per motivi di lavoro, dal 63,8% degli intervistati che voleva lavorare all’estero nel 2014 si è passati al 50,4% nel 2020: una riduzione di 13 punti percentuali in soli sei anni.


# Italia in controtendenza: dal 59% si è passati al 90% di interessati a emigrare

L’Italia si muove in direzione diametralmente opposta rispetto a quasi tutto il resto del mondo. La quota dei lavoratori italiani che nel 2014 era disposta a trasferirsi all’estero per trovare un impiego era il 59%. Nel 2020 questa percentuale si è impennata al 90%. La motivazione principale indicata dallo studio è la crisi economica conseguente alla pandemia da Covid-19 che ha colpito più duramente il nostro Paese.

# Cambio al vertice tra le mete preferite dagli italiani: la Svizzera prende il posto del Regno Unito. Forte calo degli USA

Credits: BGCG

Ma quali sono le mete preferite dagli italiani? Dopo gli ultimi anni di dominio, complice anche la Brexit il Regno Unito cede il primato alla Svizzera che in due anni passa dal quarto al primo posto. A seguire appunto il Regno Unito e la Germania. Anche osservando la classifica delle destinazioni più gettonate dagli italiani per il lavoro da remoto c’è sempre la Svizzera in testa, poi Stati Uniti, Germania, Regno Unito e Francia.

Fonte: Business Insider



Continua la lettura: La FUGA degli ITALIANI all’estero: in un anno persa una città come Brescia. Queste le METE preferite in Europa e nel resto del mondo

FABIO MARCOMIN

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteLa BANDIERA di MILANO non è quella di GENOVA!
Articolo successivo1876: nasce il primo TRASPORTO PUBBLICO in Italia
Fabio Marcomin
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.