Le 10 MONTAGNE per godersi l’ESTATE (immagini e mappe)

Le dieci mete imperdibili per una vacanza estiva in montagna

Credits bardonecchia_ski IG - Bardonecchia

Le dieci mete imperdibili per una vacanza estiva in montagna secondo il sito Siviaggia

Le 10 MONTAGNE per godersi l’ESTATE (immagini e mappe)

#1 Sestriere, per gli amanti della mountain bike e del trekking (Piemonte)

Credits escursioninaturasestriere IG – Sestriere

Sestriere è conosciuta per le piste da sci e le strutture per gli sport invernali che qui hanno ospitato le olimpiadi. In estate Sestriere diventa una meta turistica ideale per chi ama la mountain bike e vuole fare trekking sui sentieri delle montagne Piemontesi.


 

#2 Bardonecchia, ideale per una vacanza all’insegna della natura (Piemonte)

Credits bardonecchia_ski IG – Bardonecchia

Bardonecchia ideale per vivere una vacanza all’insegna della natura, dell’outdoor e delle escursioni, è capace di regalare emozioni in ogni periodo dell’anno, anche in estate. Per gli amanti dello sport ciclistico Downhill c’è il Bike Park con sentieri adatti a tutti, dai principianti agli esperti.

 



#3 Bormio, la regina del relax e del benessere (Lombardia)

Credits jo_hnny IG – Bormio

Bormio conquista con il magnifico scenario di monti e vette calcaree che regalano incredibili viste panoramiche, tra il Parco Nazionale dello Stelvio e l’Alta Valtellina. Il relax e il benessere sono garantiti grazie a ben nove sorgenti termali che sgorgano nella zona.

 

Leggi anche: 10 COSE IMPERDIBILI per una vacanza in VALDIDENTRO 

#4 Cavalese, un luogo magico nella Val di Fiemme (Trentino Alto Adige)

Credits fedgav79 IG – Cavalese

Cavalese è la montagna che emoziona, nel mezzo della Val di Fiemme, al cospetto delle Pale di San Martino, del Latemar e del massiccio del Lagorai. Se amate fare escursioni a cavallo in un luogo davvero magico, qui è possibile grazie a numerosi maneggi presenti in zona.

 

#5 Auronzo di Cadore, abbracciato della “Tre cime di Lavaredo” (Veneto)

Credits eli_and_isa IG – Auronzo di Cadore

Auronzo di Cadore è inserito in un panorama mozzafiato e abbracciato dalle vette più belle delle Dolomiti Patrimonio UNESCO, le magnifiche Tre Cime di Lavaredo. Oltre a questo c’è lo spettacolo concesso dal Lago di Misurina e dal lago di Santa Caterina. Il microclima benefico è ideale per rilassarsi e praticare attività sportiva all’aria aperta.

 

#6 Sappada, uno dei borghi più belli d’Italia (Friuli Venezia Giulia)

Credits @hotelfontanasappada IG – Sappada

Il borgo friulano di Sappada è inserito nell’elenco dei “Borghi più Belli d’Italia” ed è immerso in un territorio ricco di tradizioni e peculiarità paesaggistiche e naturalistiche. Oltre a rimanere colpiti dalla bellezza del luogo si possono svolgere numerose attività culturali legate a passeggiate, escursioni, eventi, trekking, nordic walking, vie ferrate, escursioni a cavallo e molto altro ancora.

 

#7 Sauris, una meta imperdibile tra i verdi pascoli nella Valle del Lumiei e le Dolomiti (Friuli Venezia Giulia)

Il borgo montano di Sauris, in provincia di Udine, sorge tra i verdi pascoli nella Valle del Lumiei e le vette delle Dolomiti tra i 1000 e 1400 metri di altitudine. Una meta imperdibile grazie al suo meraviglioso lago, i sentieri, i musei e la sua cultura enogastronomica.

 

#8 Civitella Alfedena, il più piccolo borgo del Parco Nazionale dell’Abruzzo, Lazio e Molise (Abruzzo)

Credits @claudiamarrama IG – Civitella Alfedena

Civitella Alfedena, con affaccio sul Lago di Barrea, è il più piccolo borgo del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Il suo centro storico è conservato in perfetto stato e questo le ha la valso il riconoscimento di Bandiera Arancione del Touring Club. Da qui partono rigeneranti escursioni nel regno del camoscio abruzzese.

 

#9 Il complesso del Monte Terminillo, una delle stazioni turistiche invernali ed estive meglio attrezzate dell’Italia centrale (Lazio)

Credits inviaggioconberni IG – Monte Terminillo

Il complesso montuoso del Monte Terminillo è caratterizzato da un ambiente incontaminato. Riconosciuto per una consolidata cultura per il buon cibo e per la possibilità di fare attività sportive quali escursioni e trekking. Il monte è il più importante dei quattro in cui si suddivide la catena dei monti Reatini ed è tra le stazioni turistiche invernali ed estive meglio attrezzate dell’Italia centrale

 

#10 Lorica, la “perla della Sila” (Calabria)

Credits bi_die IG – Lorica

La località di Lorica è definita la “perla della Silla”, grazie all’ambiente naturale integro e con il turismo di massa che non ha ancora avuto modo di attecchire. Situata a 1.400 metri sul livello del mare, si specchia nel Lago Arvo in un paesaggio ancora selvaggio e incontaminato, a 1400 metri sul livello del mare. 

 

Fonte: Siviaggia

Continua la lettura con: Le 10 MERAVIGLIE ITALIANE secondo Lonely Planet

FABIO MARCOMIN

Leggi anche: Campagna antifumo in luoghi pubblici

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteA 30 MINUTI da Milano: i luoghi più ECONOMICI dove COMPRARE CASA
Articolo successivoIl veicolo del FUTURO: il GIROSCOPIO
Fabio Marcomin
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.