In Italia c’è “il FIUME più LIMPIDO e PULITO” d’Europa

Anche nelle zone più profonde avviene la fotosintesi clorofilliana

Credits: @alessandro.mattucci Fiume Tirino

Lo sapevi che in Italia c’è un fiume che ha l’acqua talmente pulita da essere stata definita “la più pulita dell’intero Continente”? Un primato che ogni anno corsi d’acqua dei Balcani, Grecia e Irlanda si contendono ogni volta con il fiume italiano, ma che spesso è il BelPaese ad aggiudicarsi. Ecco dove si trova.

In Italia c’è “il FIUME più LIMPIDO e PULITO” d’Europa

# L’acqua limpida e cristallina che aiuta la flora e la fauna del fiume

Ph: @alessandro.mattucci
Fiume Tirino

Siamo in centro Italia, precisamente nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, in Abruzzo. Il fiume in questione si chiama Tirino e nasce dalla sorgente Capo d’Acqua, nel territorio di Capestrano in provincia dell’Aquila, attraversa tutta la Valle Tirino, scorre per circa 15 chilometri in direzione Sud e entra nella provincia di Pescara.


Potrebbe essere un corso d’acqua come tanti, invece il fiume abruzzese è considerato il più limpido e pulito d’Europa. Il corso del fiume è alimentato da una moltitudine di sorgenti e l’acqua del Tirino alterna un azzurro intenso al verde smeraldo, fino ad arrivare in alcuni tratti ad essere completamente trasparente. Ma l’acqua cristallina ha ottimi effetti anche sulla flora e la fauna del fiume. Sì perché il fatto di essere trasparente fa sì che i raggi del sole penetrino nel fiume per diversi metri e quindi anche nelle zone più profonde avviene la fotosintesi clorofilliana. In questo modo flora e fauna vivono anche nelle zone più basse del fiume.

# Una valle turistica e le sue attività

Ph: @sara.di.giacomo
Tirino

La valle del fiume e il Tirino stesso sono aree recentemente apprezzate dai turisti, qui infatti possono essere fatte varie attività. Tra le più amate c’è il giro in canoa sulle acque del fiume più pulito d’Italia, ma non solo. All’interno della valle sono organizzati anche giri in bicicletta, trekking sulle sponde del fiume o passeggiate a cavallo.

La domanda che sporge spontanea è: ma il fatto che si navighi nel fiume non potrebbe causare l’inquinamento delle sue acque? È il Comune di Capestrano a dare l’autorizzazione di navigare su alcuni tratti del fiume, essenziale è però che le barche non siano a motore e bisogna assolutamente evitare di passare nei tratti non navigabili.



Continua la lettura con: Il FIUME di LATTE a un’ora da Milano

BEATRICE BARAZZETTI

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/