Una delle “VALLI più SELVAGGE e INOSPITALI d’Europa” è a un’ora da MILANO

Ecco dove si trova e perché è così inospitale

0
Credits alicrespi IG - Parco Nazionale del Val Grande

Un’area di 150kmq dove il silenzio e la natura regnano sovrani e dove perdersi non è affatto difficile. Ecco dove si trova e perché è così inospitale.

Una delle “VALLI più SELVAGGE e INOSPITALI d’Europa” è a un’ora da MILANO

# La Val Grande è l’area selvaggia più vasta d’Italia e tra le più inospitali d’Europa

Credits alicrespi IG – Parco nazionale della Val Grande 1

Il Parco Nazionale della Val Grande si estende per circa 150 kmq: viene considerata l’area selvaggia e inospitale più vasta d’Italia. Caratterizzata da un’unica vallata, dove il silenzio e la natura regnano sovrani, ci sono boschi di latifoglie, conifere e faggeti a fare da cornice e popolato da una ricca fauna tra cui camosci, caprioli, cervi e l’aquila reale. Il parco si trova a meno di 100 km di Milano, poco distante dal Lago Maggiore, e si estende sul territorio di 13 comuni piemontesi ricompresi fra l’Ossola, il Verbano, la Val Vigezzo, la Valle Intrasca e la Cannobina.

# Le montagne aspre garantiscono la protezione e il mantenimento di un ambiente incontaminato

Credits tialtngoneverdie IG – Parco Nazionale della Val Grande

A garantire la protezione e la preservazione di questo ambiente incontaminato ci pensano le montagne aspre e rocciose che la circondano. Il Monte Togano con i suoi 2.301 metri d’altezza è la cima più alta e si trova nell’estremità nord del parco, ma la caratteristica principale di questo luogo è quella di essere un susseguirsi di vallette e cime.

La difficoltà maggiore per chi si addentra nel Parco della Val Grande è infatti dettata dai dislivelli che si possono incontrare durante le escursioni, anche superiori ai 1.300 metri, e dall’assenza di insediamento umani ad eccezione di alcuni alpeggi abbandonati da anni. Perdere l’orientamento in simili condizioni è abbastanza facile, quindi è sempre bene seguire i sentieri tracciati e segnalati evitando di avventurarsi su percorsi poco conosciuti.

 

Continua la lettura con: Le 7 MERAVIGLIE del mondo che MAI VISITEREMO

FABIO MARCOMIN

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteIl “SENTIERO degli ALBERI”: in ITALIA la CICLABILE SOSPESA a 6 METRI di altezza. Sarà la più spettacolare del mondo?
Articolo successivoIl POZZO più PROFONDO del mondo: oltre una volta e mezzo l’EVEREST
Fabio Marcomin
Giornalista pubblicista. Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia. Il mio background: informatica, marketing e comunicazione. Curioso delle nuove tecnologie dalle criptovalute all'AI. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome