Parliamo di BUBBIANO

Ancora una volta, il silenzio dei grandi media su quanto accade in un paese fuori dai grandi giri è quanto mai assordante

Bubbiano

La sociolinguistica ci insegna che, nella normale comunicazione, il non detto è importante almeno quanto ciò che viene effettivamente detto. Possiamo quindi capire moltissimo di un ambiente analizzando il liminale nella sua narrazione mediatica. E allora, quale caso più emblematico di sapiente censura se non quello del comune di Bubbiano? Molto probabilmente, non ne avete mai sentito parlare: ma noi siamo qui apposta.

 

Parliamo di BUBBIANO

Si tratta di uno dei comuni meno conosciuti all’interno della Città Metropolitana di Milano. Situato sulla sponda sinistra del Ticino, nella Bassa fra il Naviglio Pavese e quello, incantevole, di Bereguardo, il paese di Bubbiano ha trascorsi lunghi quanto sostanzialmente tranquilli, a parte alcuni episodi sui quali però appunto regna il totale silenzio.

 

Un’origine bovina

La prima attestazione della sua esistenza risale al 1160, anno in cui appare citato in quanto borgo di piccole dimensioni in un documento relativo ad una permuta di terreni di proprietà dell’Abbazia di Morimondo, all’epoca grande feudataria di diversi insediamenti nell’area. La sua etimologia appartiene invece ad un nome latino di persona non ben definito, forse Bubbius con l’aggiunta del suffisso -anus, o Bovius, oppure ancora Vibius.

Bubbiano
Il mercato all’aperto di Bubbiano, ogni martedì dalle 7.30 alle 12.00 in Piazza Vittorio Veneto

 

Le scorribande del Barbarossa

Il villaggio, sviluppatosi su un’economia fondamentalmente di sussistenza e comunque agricola, divenne un’entità autonoma a partire proprio dal XII secolo, capace di autogovernarsi con consoli locali. Nei decenni successivi, fu vittima delle scorribande di Federico I Hohenstaufen Il Barbarossa prima e di suo nipote Federico Ruggero di Hohenstaufen (Federico II) poi, nell’ambito della lotta contro i Comuni della Lega Lombarda, conclusasi con la vittoria comunale nella famosa Battaglia di Legnano, fulcro della mitologia leghista.

 

Sant’Ambrogio in comune

Il paese ruota da sempre attorno alle sue piazze e ai suoi cascinali: non presenta infatti edifici di particolare rilievo storico o architettonico, se si esclude la Chiesa Parrocchiale, dedicata a Sant’Ambrogio e con quasi 500 anni di vita alle spalle, che tuttora mostra i segni delle quattro sistemazioni alle quali è stata costretta attraverso i secoli dal bisogno di rispondere a nuove situazioni e necessità.

 

I bambini di Bubbiano: il boom demografico

Per finire, un fatto sorprendente: nonostante la copertura mediatica di fatto nulla sui fatti di questo comune, i bubbianesi sono in pieno boom demografico. In meno di 20 anni sono infatti passati da 1.404 (nel 2001) a oltre 2.400 (nel 2018), con tassi di crescita da veri boomers. Bubbiano rientra comunque tra i dieci comuni meno abitati della Città Metropolitana. Sarà che, di questi tempi, un’oasi di tranquillità ai margini del caos (milanese) riesce ad attirare?

bubbiano

Per scoprire questa e altre storie della Grande Milano, visita la nostra sezione dedicata

 

HARI DE MIRANDA

 

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

 

Leggi anche:
* 10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
* Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
* Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
* Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
* “Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A [email protected] (OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)

Milano Città Stato. Il grande sogno dei milanesi