“Accoglieremo a braccia aperte i milanesi”: le 7 PERLE della LIGURIA

Toti, il presidente della Liguria, si dichiara aperto a riabbracciare i milanesi e i lombardi, senza patenti di immunità come vorrebbero la Sicilia e la Sardegna. Ecco quindi la nostra selezione per la prossima estate, tra Levante e Ponente.

Ph. credits: turismo.it

Ritorna la kermesse Lombardia sì, Lombardia no, ma questa volta anche il sindaco Beppe Sala ha qualcosa da dire. Alla richiesta dei presidenti delle isole italiane di una patente di immunità, lui risponde, specificando di parlare da cittadino semplice: “quando poi deciderò dove andare per un weekend o una vacanza me ne ricorderò”.
Al momento a dichiararsi aperto a riabbracciare i milanesi e i lombardi, è il presidente della Liguria, Toti. Una bella sorpresa dalla regione che a volte ci ha accolto con il mugugno: ma si sa, gli amici si vedono nei momenti in difficoltà, e mai come ora i liguri ci hanno manifestato un gesto di amicizia.
Ecco quindi la nostra selezione per la prossima estate, tra Levante e Ponente.

“Accoglieremo a braccia aperte i milanesi”: le 7 PERLE della LIGURIA

Quest’anno la Liguria parlerà italiano

E probabilmente solo lombardo e piemontese. Si calcola che annualmente la piccola regione faccia circa 15 milioni di presenze totali, di cui un 20% di tedeschi, un 13,8% di francesi, un 10,3% di svizzeri e un residuale 4,5% tra belgi e svedesi.

 

Secondo un’indagine promossa da Santandrea Luxury Houses, Santa Margherita, Portofino,
Zoagli e Alassio sono le mete più gettonate e, da quest’anno in particolare, lo sono anche le ville con piscina. Con l’incognita spiagge e coronavirus, la piscina è diventata un must.
“La maggior parte sono viaggiatori che preferiscono usufruire di una casa con tutti i comfort e non essere condizionati dalle regole, giustamente prese per il rispetto della sicurezza, in villaggi o alberghi”, ha dichiarato Emiliano di Bartolo, amministratore delegato Gabetti Short Rent. Ecco le nostre scelte da appassionati della Liguria


#1 Le Cinque Terre

Corniglia

Questo territorio da solo fa una vacanza intera, per ricchezza e bellezza dei suoi paesaggi, della sua architettura, dei suoi itinerari naturalistici. 5 sono gli antichi villaggi di pescatori, caratterizzati da case colorate, da porti stracolmi di barchette e dai vigneti ricavati sulla costa, che sfidano le leggi della fisica.

vernazza

Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore sono uno spettacolo per gli occhi e lo sono le baie, le insenature, le piccole spiagge da conquistarsi e gli itinerari di trekking attraverso il meraviglioso parco omonimo. Il Sentiero Azzurro, per esempio, è il percorso più semplice ed è diviso in quattro tratti che collegano tra loro i cinque borghi, anche se causa frane degli anni passati, l’unica sezione praticabile è quella tra Monterosso e Corniglia.

Porto Venere. Foto: Natalia Molchanova

Qui c’è poi l’Area Marina Naturale Protetta delle Cinque Terre, compresa tra Punta Mesco a ovest e Punta di Montenero a est. Da allegare anche la visita poco più a sud di Lerici e di Porto Venere, con le sue tipiche case colorate. 


#2 Camogli

Ph. credits: viaggianza.com

Camogli è uno splendido e tipico paese marinaro che si affaccia sul golfo Paradiso, nella riviera ligure di Levante. Le sue case alte e dipinte con colori vivaci, che la rendono famosa, sembra che servissero ai pescatori per trovare la propria casa al rientro la sera. Infatti il nome del paese viene da “Ca’ mogli“, la casa delle mogli. 
Tra i luoghi da visitare la Basilica Minore di Santa Maria Assunta, affacciata sul porticciolo e realizzata nel XII sec, il Santuario di Nostra Signora del Boschetto, eretto nel luogo in cui, secondo la tradizione popolare, nel 1500 apparve la Madonna, la caratteristica chiesa dedicata al Sacro Cuore di Gesù, risalente al XIII secolo, e certamente la Chiesa parrocchiale di San Rocco nella frazione di San Rocco di Camogli con una vista mozzafiato sul Golfo Paradiso. Da vedere anche il piccolo Castello della Dragonara, eretto in epoca medioevale a protezione del borgo e della costa. Prossimo a Camogli, il primo paese verso Genova è Recco, celebre patria della focaccia al formaggio e capitale mondiale della pallanuoto. Da Camogli parte il sentiero per Punta Chiappa e per Portofino, superando l’omonimo monte e parco naturale. 

#3 Portofino

Ph. credits: italia.it

Famoso in tutto il mondo, Portofino è anch’esso un borgo di marinai trasformato in una boutique a cielo aperto: qui negozi esclusivi, ristoranti con specialità di pesce e meravigliosi yacht caratterizzano la piccola baia. Ma Portofino non è soltanto lusso, ma anche cultura grazie al Castello Brown, una fortezza cinquecentesca con scopo difensivo, e natura: il Parco di Portofino offre infatti 80 chilometri di sentieri e siti di particolare interesse storico e culturale come le Batterie, una località che deve il suo nome alla presenza delle batterie antiaeree e alle strutture costruite durante la Seconda Guerra, il Mulino del Gassetta, l’eremo di Niasca e la Locanda di San Fruttuoso.

Celebre il sentiero che conduce al faro, sulla punta del promontorio, oltre a quello che porta a San Fruttuoso, paese di pescatore, raggiungibile solo a piedi o via mare, dove si trova il famoso Cristo degli Abissi.


#4 Santa Margherita Ligure

Ph. credits: turismo.it

Se Milano potesse scegliere la sua versione on the beach, questa sarebbe “Santa”. Cittadina di aspirazione internazionale, signorile ed elegante, è la destinazione preferita oltre che dai milanesi, dagli intellettuali e dagli artisti, che la frequentano già dal XIX secolo. Le sue vie caratteristiche nel centro storico offrono architetture dèco dei primi del ‘900, piccole botteghe artigiane, grandi alberghi di lusso, eleganti caffè e conservano un’atmosfera riservata. Situata nella parte orientale del Promontorio di Portofino e nella zona più interna del Golfo del Tigullio, Santa Margherita Ligure è circondata da vegetazione mediterranea in cui spiccano ville e giardini con vista sulla Costa dei Delfini. Tra le sue delizie, il mitico Pinguino, gelato ricoperto di cioccolato fondente. 


#5 Genova

Ph. credits: iawa.it

Variegata, colorata, multietnica, dai forti contrasti: con il magnifico centro storico, la zona portuale, le frazioni balneari, Genova è sia strette stradine di origine medioevale, i famosi caruggi, che piazze monumentali come piazza de Ferrari, con la caratteristica fontana in bronzo e il teatro lirico Carlo Felice. Non c’è da stupirsi che parte del centro storico sia stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Foto: Natalia Molchanova (c)

Da vedere il suo faro, chiamato La Lanterna, simbolo di Genova, che svetta con i suoi 77 metri, l’Acquario nel Porto antico, il più grande d’Italia e il secondo in Europa dopo quello di Valencia, Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Doria Tursi, le tre storiche dimore di proprietà comunale, i fastosi Palazzi dei Rolli, residenze nobiliari che tra ‘500 e ‘600 offrivano ospitalità ai personaggi illustri di passaggio in città, e la Galata Museo del Mare, il più grande museo marittimo del Mediterraneo dedicato alla storia della navigazione. Una curiosità? La bandiera di Milano è un’ “imitazione” di quella genovese che è stata copiata anche dall’Inghilterra. 

Leggi anche: La bandiera di Milano e dell’Inghilterra è una copia di quella di Genova 


#6 Alassio

Ph. credits: visitalassio.eu

Bel borgo del ponente ligure, Alassio è entrata nella storia italiana per il suo famoso Muretto, coloratissima e suggestiva installazione d’arte in continua evoluzione, con le sue piastrelle in ceramica autografate dai grandi nomi dello spettacolo e della cultura. Alassio è anche definita la Città degli Innamorati e di lei ci si innamora sicuramente: da vedere il Budello, la stretta via che attraversa il centro, il Parco di Villa della Pergola, l’ex chiesa anglicana, la sua marina, la chiesa di Santa Croce e il suo belvedere, il Torrione costruito nel 1535 dai genovesi a difesa del Borgo Coscia… Proseguendo verso ponente pochi chilometri dopo si trova Laigueglia, meno nota ma particolarmente adatta per le famiglie. 


#7 Varigotti

Ph. credits: turismocomunefinaleligure.it

Caratteristico borgo medievale e rione del comune di Finale Ligure, Varigotti è adagiata in un’insenatura naturale al riparo dai venti, che l’ha resa uno dei porti più sicuri di tutta la riviera di ponente. I Saraceni furono uno dei popoli che si stanziarono qui: ecco perché il nome “Saraceni” attribuito ai suoi abitanti e il connotato moresco delle abitazioni del borgo vecchio. I resti medievali del XV secolo che sorgono sul promontorio sono testimonianza del suo passato storico. Varigotti è celebre per le sue splendide spiagge: andando verso Noli, la spiaggia della Baia dei Saraceni è una delle più ampie e suggestive della Liguria, ed è circondata da imponenti pareti di roccia e dalla natura selvaggia.

Sempre nel Ponente, da vedere Sanremo, Bordighera e i balzi rossi di Ventimiglia. 

 

BARBARA VOLPINI

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato

Milano Città Stato. Il grande sogno dei milanesi