Watergrabbing. L’acqua nel XXI secolo

"Watergrabbing. L'acqua nel XXI secolo" è il docu-libro di Emanuele Bompan, che denuncia l'utilizzo inappropriato e sconsiderato dell'elemento cardine del nostro pianeta.

L’acqua è sempre di più una risorsa contesa. Aumento della popolazione e dei consumi, inquinamento e cambiamento climatico stanno alterando gli equilibri idrici del pianeta.

Con l’espressione water grabbing, “furto dell’acqua“, ci si riferisce a situazioni in cui un attore di potere (un governo, una corporation, un’autorità) prenda il controllo o devii a proprio vantaggio risorse idriche preziose, sottraendole a comunità locali o intere nazioni, la cui sussistenza si basa proprio su quelle stesse risorse e quegli stessi ecosistemi che vengono depredati.

Emanuele Bompan, co-autore con Marirosa Iannelli del libro “Watergrabbing. L’acqua nel XXI secolo” e membro del Water Grabbing Observatory, parlerà delle principali sfide mondiali sul tema dell’accaparramento idrico.
A seguire saranno proiettate le foto del Premio World Press Photo Fausto Podavini, realizzate in Etiopia e Sud Africa.
Il fotografo insieme alla presidente del WGO si collegheranno via Skype dal Brasile per raccontare come stanno realizzando un nuovo reportage per documentare gli impatti delle dighe nell’area amazzonica.

La partecipazione all’incontro è gratuito prenotandoti su Eventbrite.

SCOPRI L’EVENTO

Vuoi saperne di più?

Registrandoti su Spotlime, l’app che seleziona i migliori eventi di Milano, riceverai un promemoria dell’evento e potrai rimanere sempre aggiornato su questo e tutti gli eventi simili in città. Inoltre, prenotandoti dall’app e partecipando agli eventi, riceverai un vantaggio esclusivo.

SCOPRI L’APP

#VotoMilano
CONDIVIDI
Articolo precedenteMilano come Atene? Una testimonianza da brivido su come ci vedono dei giovani STRANIERI
Articolo successivoOnce a week, a direct train to MOSCOW leaves the Rogoredo train station
Redazione di Spotlime
Spotlime è l'applicazione per scoprire i migliori eventi nelle principali città italiane. Spotlime è semplice e intuitiva: gli eventi presenti sono suddivisi per categorie, per data e vi è anche una mappa che geolocalizza ogni locale. Un team di content editor seleziona quotidianamente i migliori aperitivi, concerti, mostre, discoteche, e non solo. Tramite l’app, gli utenti possono scegliere gli eventi che più rispecchiano i loro gusti, ma anche prenotarsi direttamente e ricevere vantaggi esclusivi (ingresso gratuito, sconti, drink omaggio, saltacoda). I locali e gli organizzatori di eventi possono utilizzare l’app per aumentare la propria visibilità online, farsi conoscere dal pubblico più adatto e aumentare i propri clienti. Al momento è attiva a Milano, Roma, Firenze, Bologna Napoli, Torino, Bari, Catania, Genova, Padova e Palermo.