Milano si colora di ROSA: le nuove opere di PAO

Passeggiando tra le vie di Milano si va sempre incontro a qualche sorpresa, ma perché cartelli, paracarri e dissuasori sono diventati rosa?

credits: IG @paopao_island

E dopo il mistero dei nidi giganti apparsi sui palazzi di Milano, ora è l’arredo cittadino color rosa a suscitare domande. Magia? No, paracarri, cartelli stradali e dissuasori sono diventati oggetto della fantasia artistica dello street artist milanese Pao.

Milano si colora di ROSA: le nuove opere di PAO

# Nintendo gioca con Pao

credits: IG @paopao_island

Quest’anno la multinazionale giapponese celebra il 30º anniversario. Ma non solo, in questi giorni ha anche lanciato il nuovo videogioco, “Kirby e la terra perduta”, che sta già spopolando anche in Italia.


E per celebrare queste occasioni storiche, Nintendo ha deciso di coinvolgere lo street artist Pao, che sicuramente non si lascia sfuggire l’occasione per stupire tutti. Infatti, ancora una volta, l’artista milanese è riuscito a trasformare in arte banali oggetti stradali. Cartelli, dissuasori e paracarri sparsi per Milano si sono tinti di rosa e, con occhioni e guacciotte rosse, sono apparsi per tutta la città dei piccoli Kirby lasciando di stucco i passanti. Ma chi è questo mostriciattolo rosa?

# Kirby divora Milano

Kirby il protagonista del nuovo videogioco è, insieme a al mitico Super Mario, tra le icone più longeve e amate del mondo Nintendo. Il personaggio, creato nel 1992 da Masahiro Sakurai, ha le sembianze di una pallina rosa in grado di risucchiare i nemici e assimilarne le abilità. Una schiera di decine di videogiochi lo hanno visto protagonista e ora si addentrerà in un terra sconosciuta. Da pochi giorni, sul mercato è arrivato “Kirby e la terra perduta”, il primo videogioco in 3D del tenero ed intraprendente eroe rosa.

Kirby, in questa nuova avventura, porta i giocatori a esplorare un misterioso mondo in cui la natura ha preso il sopravvento sulla civiltà per salvare suoi amici. Un viaggio indimenticabile insieme anche al curioso Elfilin e che si potrà condividere anche con altri amici. Infatti, l’esperienza di gioco può essere affrontata da soli o in compagnia di un secondo giocatore.



# La quotidianità trasformata in arte

credits: IG @paopao_island

Insomma, Kirby ha raggiunto anche Milano, ma forse non tutti conosceranno l’artista che l’ha aiutato. Conosciuto come Pao, Paolo Bordino, è un street artist milanese noto da oltre 20 anni per trasformare oggetti della quotidianità urbana in opere d’arte vivaci e colorate.

È il desiderio di reinterpretare il contesto urbano in modo creativo e giocoso ad animarlo e chiunque passeggi per Milano avrà notato almeno una volta una delle sue opere. Le più famose sono sicuramente i pinguini dipinti sui paracarri, i dissuasori della sosta trasformati in delfini, i pali della luce in margherite e i bagni pubblici in lattine Campbell, tutti nati con ispirazione diretta a partire dall’oggetto stesso. E come per altre, il suo stile inconfondibile lo rende riconoscibile anche in quest’ultima sua opera che trasforma Kirby un simpatico elemento da scovare per le strade di Milano.

Continua la Lettura con: I NIDI GIGANTI sui palazzi di MILANO: cosa sono e dove ammirarli?

SARA FERRI

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.

 


Articolo precedenteUna società di m
Articolo successivoMATTONI D’ORO: qual è il PREZZO al MQ di una CASA a Milano? E il QUARTIERE che si è APPREZZATO di PIÙ?
Laureanda in scienze psicosociali della comunicazione all’università Milano-Bicocca. Nutro da sempre un forte interesse per la psicologia, la filosofia e tutto ciò che riguarda la società. Sento il bisogno costante di comunicare, di scoprire nuove realtà e sono alla continua ricerca della bellezza collaterale. Per questo cerco di sperimentare ogni forma di espressione artistica, suono il basso in una band e amo viaggiare. Credo nella continua evoluzione e nel cambiamento e spero un giorno di poter contribuire a migliorare la vita delle persone anche attraverso la scrittura.

1 COMMENTO

Comments are closed.