Il LAGO D’ISEO diventa POP aprendo all’arte la sua isola più MISTERIOSA

"Lake is beautiful": una mostra che celebra la tradizione senza tempo

Credit: meteoweb.eu

Il 3 e il 4 un’isola misteriosa sul Lago d’Iseo ospiterà una mostra pazzesca. Di cosa si tratta?

Il LAGO D’ISEO diventa POP aprendo all’arte la sua isola più MISTERIOSA

 
Il lago di Iseo torna ad essere protagonista grazie all’arte. Dopo la passerella di Christo, ultima grande opera dell’artista scomparso lo scorso anno proprio alla fine di maggio, sarà Thierry Guetta, più famoso con lo pseudonimo di Mr. Brainwash, a incantare il pubblico con una mostra che si tiene il 3 e il 4 luglio sulla piccola isola di Loreto.

# Un evento esclusivo sull’Isola di Loreto

Credit: meteoweb.eu

Luogo incantato, per molti tratti misterioso anche per il fatto che raramente è visitabile, l’Isola di Loreto potrà essere scoperta dai fortunati che si accaparreranno i pochi biglietti disponibili per l’evento (costo 100 euro) che vedrà come protagonista l’istrionico artista francese. Questi due giorni, organizzati da Bellini Nautica, avranno come pezzo forte uno splendido esemplare di Riva Super Aquarama Special appositamente arricchito con l’estro di uno dei più quotati street artist del mondo.

# “Lake is beautiful”: una mostra che celebra la tradizione senza tempo

Il titolo dell’evento sarà “Lake is beautiful” ed è una parafrasi dello slogan dell’artista che con “Life is Beautiful” si è reso riconoscibile nei 5 continenti. Un elogio alla bellezza, al lago e all’arte. Collabora in questo progetto anche la galleria Deodato Arte e, di fatto, tutto il lago di Iseo che sembra ormai inscindibile nel binomio che lo lega all’arte dopo il successo planetario della Floating Piers che ha visto decine di migliaia di persone percorrere la passerella che univa Montisola con la riva del lago.
Floating Piers
«Contro ogni regola e se vogliamo anche contro ogni coerenza stilistica, abbiamo messo a disposizione di un artista contemporaneo l’oggetto icona della dolce vita, della tradizione e della classicità per metterne alla prova la bellezza senza tempo. Grazie all’intervento di Mr. Brainwash vogliamo esaltare la bellezza di un Aquarama facendolo scontrare con la forza creatrice dello street artist. Ci piace l’idea di far abbracciare due delle nostre passioni: i Riva d’epoca e l’arte» le parole di Battista Bellini che sono il biglietto da visita della attesissima mostra.

# Le opere di Mr. Brainwash 

Opera di Mr. Brainwash

Riguardo Mr. Brainwash, per chi non lo conoscesse, ricordiamo che il suo nome è legato a collaborazioni con Coca Cola e Mercedes oltre che con i Red Hot Chili Peppers, per i quali ha curato alcuni progetti grafici e il lancio di alcuni dischi.


Con lui il lago d’Iseo si colorerà di arte POP.

Opera di Mr. Brainwash

Continua la lettura con: EFFETTI SPECIALI per ponti e torri: e se li usassimo anche a Milano?

ROBERTO BINAGHI

Riproduzione vietata al sito internet che commette violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte       



Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)       

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità. 

 


Articolo precedenteIl prima ed ora di PIAZZA SAN BABILA. Qual è più bella?
Articolo successivoLe prossime 5 CREAZIONI delle ARCHISTAR per il FUTURO di Milano
Nato a Milano il 25 agosto 1965. Sin da bambino frequento l’azienda di famiglia (allora una tipografia, ora azienda di comunicazione e stampa) dove entrerò ufficialmente a 17 anni. Diplomato Geometra all’Istituto Cattaneo a 27 anni e dopo aver abbandonato gli studi grafici a 17, mi iscrivo a Scienze Politiche ma lascio definitivamente 2 anni dopo per dedicare il mio tempo libero alla famiglia e allo sport. Sono padre di Matteo, 21 anni, e Luca, 19 anni. Sono stato accanito lettore di quotidiani e libri storico-politici, ho frequentato gruppi politici e di imprenditori senza mai tesserarmi, per anni ho seguito la situazione politica italiana collaborando anche con L’Indipendente allora diretto da Vittorio Feltri e Pialuisa Bianco (1992-1994). Per questioni di cuore ho iniziato a seguire il mondo del basket dilettantistico ricoprendo il ruolo di dirigente della società Ebro per oltre 10 anni e della Bocconi Basket FIP dal settembre 2019 (ruolo che ricoprirò anche per la prossima stagione). Nel corso degli anni ho contribuito allo sviluppo di alcune start-up e seguito alcuni progetti di mia ideazione che hanno come obiettivo la rivalutazione del patrimonio meneghino oltre che un chiaro interesse sociale.