La regione che punta un MILIONE di EURO sui GIOVANI: un esempio per le altre?

Ecco cosa prevede il bando e cosa potrà essere realizzato

0
Credits: thenexttech.startupitalia.eu - Fab.lab Bologna

Un bando rivolto agli enti locali e destinato alla creazione di luoghi di aggregazione, di nuova realizzazione oppure in strutture già esistenti da riqualificare, per i giovani. Ecco cosa prevede.

La regione che punta un MILIONE di EURO sui GIOVANI: un esempio per le altre?

# La Regione Emilia-Romagna mette a disposizione degli enti locali 1,1 milioni di euro per nuovi luoghi di realizzazione rivolti ai giovani

Credits: nextstopreggio.it

Il bando biennale 2021-2022 del valore di 1,1 milioni di euro della Regione Emilia-Romagna, approvato il 17 maggio in giunta, è destinato alla creazione di “luoghi di aggregazione, di nuova realizzazione oppure in strutture già esistenti da riqualificare” per i giovani. Le risorse sono suddivise in 640.000 euro per il 2021 e 480.000 euro per il 2022 e potranno arrivare a coprire fino al 70% degli fondi impegnati dagli enti locali, quali comuni o unioni di comuni. Con questo investimento la Regione Emilia-Romagna intende valorizzare “il patrimonio di spazi e servizi diffusi sul territorio, rendendolo più moderno e funzionale, consentire una più ampia partecipazione di giovani e meno giovani per socializzare, scambiarsi idee e apprendere reciprocamente, anche con modalità a distanza, promuovendo pratiche collaborative e percorsi di co-progettazione degli interventi con i giovani del territorio regionale.

# Cosa potrà essere finanziato con il bando: dai coworking ai fab-lab, fino alle web-radio

Credits: thenexttech.startupitalia.eu – Fab.lab Bologna

La scadenza per presentare i progetti da parte degli enti locali è il 9 luglio e potranno farlo direttamente sulla piattaforma informatica elixForms raggiungibile da Giovazoom, il portale che raccoglie tutti i bandi collegati alla legge regionale numero 14: “Norme in materia di politiche per le giovani generazioni”. Con il bando potranno essere finanziati: “i luoghi e le strutture di aggregazione giovanile (ambienti di coworking e polifunzionali, fab-lab, sale prove, Informagiovani e web radio giovanili) di nuova realizzazione e le loro aree esterne; quelli già esistenti che necessitano di ristrutturazione e riqualificazione sul piano della funzionalità logistica ed organizzativa, mediante acquisto di arredi interni ed esterni e/o allestimenti/potenziamenti tecnologici e strumentali (acquisizione di computer, notebook, stampanti, microfoni, mixer, potenziamento impianti, ecc.).”

Fonte: Regione Emilia-Romagna

Continua a leggere con: Arriva FULMINEA, l’auto elettrica da 2 MILIONI di EURO

FABIO MARCOMIN

Leggi anche: Il bivio di Stefano Bonaccini

Riproduzione vietata ai siti internet che commettono violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteRecovery: in TRENO da Milano a Varese in 30 minuti?
Articolo successivoI 5 CASTELLI più MISTERIOSI del Trentino
Fabio Marcomin
Giornalista pubblicista. Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia. Il mio background: informatica, marketing e comunicazione. Curioso delle nuove tecnologie dalle criptovalute all'AI. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.