🔴 Prof. Bassetti: “La LETALITÀ è quasi AZZERATA”

Quanti dei contagiati finiscono in terapia intensiva? Qual è la loro età rispetto ai ricoverati di marzo? E cosa succede ai ricoverati? Dai suoi profili social il Professor Bassetti, Direttore della Clinica Malattie Infettive dell'Ospedale San Martino, fa il punto sulla situazione attuale della pandemia

Credits: genova24.it - L'infettivologo Matteo Bassetti

Dai suoi profili social il Professor Bassetti, Direttore della Clinica Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino, fa il punto sulla situazione attuale della pandemia. Quello che tiene a precisare è che solo lo 0,4-0,5% dei positivi riceve cure intensive. Ma chi è in terapia intensiva non significa che venga intubato ma che sia curato meglio con un decorso che di solito dura 7-8 giorno. L’altro chiarimento è sulla letalità del virus. 

🔴 Prof. Bassetti: “La LETALITÀ è quasi AZZERATA”

# “Tra i contagiati solo lo 0,4-0,5% va in terapia intensiva”

Credits: instagram matteo.bassetti_official

DALLA PAGINA FACEBOOK DEL DOTTOR BASSETTI:


“Stiamo vivendo un importante impennata della prima ondata. Tra i contagiati, oggi lo 0,4-0,5% va in terapia intensiva, dove viene portato un paziente instabile a livello di respirazione o circolazione. Non è detto che tutti quelli che vanno in terapia intensiva siano intubati o siano nell’anticamera della morte. Oggi in Italia ci sono circa 400 ricoverati in terapia intensiva, in primavera ne avevamo 4200. Oggi i malati ricoverati hanno un’età media simile a quella dei ricoverati di marzo-aprile. I contagi magari riguardano soprattutto i giovani, ma in ospedale arrivano sempre persone molto in là con gli anni.”

# I ricoveri durano massimo 7-8 giorni e la letalità è praticamente azzerata

“I ricoveri hanno una durata più breve, per la capacità di gestire la malattia: in 7-8 giorni massimo abbiamo il paziente dimesso, o a casa o in strutture di secondo livello. La letalità è praticamente azzerata. La situazione è diversa rispetto a marzo-aprile. Non significa dire che va tutto bene, ma si tratta di dare un messaggio di speranza perché abbiamo gli strumenti e sappiamo come usarli. Bisogna rispettare le misure, bisogna essere buoni cittadini ma non bisogna avere paura.”

MILANO CITTA’ STATO



Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

Milano, cosa aspetti?

Milano Città Stato: l'unica strada per diventare una Città Mondo#milanocittastato #rinascimilano #rigeneralitalia #diciamosìalfuturo

Publiée par Milano Città Stato sur Mardi 2 juin 2020

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato