🛑 BERLINO: già a DICEMBRE i CENTRI per VACCINARE contro il COVID

Berlino si è già organizzata per vaccinare le persone contro il Covid. Ogni giorno verranno vaccinati 20.000 cittadini

Credits: rbb24

Berlino si è già organizzata per vaccinare le persone contro il Covid. Il Senato della capitale tedesca ha annunciato che a dicembre saranno allestiti i primi sei centri di vaccinazione. Ogni giorno verranno vaccinati 20.000 cittadini. 

BERLINO: già a DICEMBRE i CENTRI per VACCINARE contro il COVID

# Le prime vaccinazioni nel mese di dicembre. Alla capitale tedesca spettano 900.000 vaccini

Il senatore della sanità Dilek Kalayci (SPD) ha annunciato martedì 17 come e da quando si potranno effettuare le vaccinazioni a Berlino: “Ci stiamo preparando per dicembre come prima data possibile“.


La Germania otterrà il 18% della quota destinata all’UE, di cui il 5% sarà a sua volta trasferito a Berlino, secondo il senatore della Salute. Berlino si sta preparando per 900.000 dosi di vaccino che potrebbero arrivare in una prima consegna. Questi sarebbero somministrati nei sei centri di vaccinazione a Berlino che durante la prima fase di vaccinazione saranno: nel padiglione 11, negli aeroporti chiusi di Tegel e Tempelhof, nel Velodrom a Prenzlauer Berg, nell’Erika-Heß-Eisstadion a Wedding e nell’arena a Treptow.

# Nella prima fase saranno vaccinati 450.000 cittadini berlinesi: ognuno riceverà due dosi. Gli over 75 i primi a essere chiamati

Ogni persona vaccinata avrà quindi probabilmente bisogno di due vaccinazioni. Tra le due somministrazioni dovranno passare 21 giorni per il vaccino Biontech e 28 giorni per il vaccino Astra Zeneca. Ciò significa che 450.000 persone a Berlino potrebbero inizialmente essere vaccinate, con 400.000 previste nei centri di vaccinazione. 

Berlino si prepara a offrire vaccinazioni, soprattutto alle persone di età superiore ai 75 anni. Questo gruppo di persone comprende quasi 390.000 berlinesi, più 22.500 persone in regime di ricovero. I gruppi di persone prioritari includevano anche 22.000 dipendenti nelle case di cura e 53.000 dipendenti negli ospedali.



# Si ipotizzano appuntamenti telefonici per recarsi nei centri, mentre le persone costrette a letto e nelle case di cura saranno vaccinate nei luoghi di ricovero

Secondo Kalayci, non è ancora stato determinato esattamente come i candidati alla vaccinazione saranno invitati nei centri. Si prevede che venga mandata loro una comunicazione scritta e successivamente potranno fissare un appuntamento tramite un servizio telefonico nazionale. Le persone costrette a letto possono essere vaccinate direttamente a casa o nella casa di cura.

Le vaccinazioni richiedono due minuti ciascuna e vengono somministrate da operatori sanitari, ha annunciato Kalayci. Secondo Kalayci, le consultazioni e i colloqui di chiarimento e l’anamnesi dovrebbero essere condotti da medici specialisti. Ha già ricevuto un feedback positivo dall’Associazione dei medici dell’assicurazione sanitaria statutaria secondo cui è disponibile personale sufficiente per questo. La Bundeswehr potrebbe occuparsi della registrazione delle persone vaccinate e potrebbe essere presentata una corrispondente richiesta di assistenza ufficiale, ha detto Kalayci.

Fonte: traduzione articolo di “Rbb24” – Sechs Standorte für Berliner Impfzentren stehen fest

# Andrea D’Addio (Berlino Magazine): Possiamo essere felici in questa bella attesa

Così Andrea D’Addio, il direttore di Berlino Magazine, commenta la notizia su Facebook: “Ieri il sindaco di Berlino e il suo team hanno rivelato i sei centri cittadini dove, da una data imprecisata di dicembre, si potrà fare il vaccino per il Covid. Si stima di darlo ad un totale di 20mila persone al giorno. Berlino è la città meno tedesca del Paese, ma è pur sempre Germania. Viene sostanzialmente naturale fidarsi di un annuncio come questo e così, nonostante si sia consapevoli che la normalità non tornerà subito, anzi, che forse ci sarà un nuovo significato di normalità, questa percezione di trovarsi su un pendio ormai prossimo alla discesa dà a tutti la possibilità di provare quella sorta di piacere nell’attendere un evento lieto che in tedesco si esprime con una parola molto bella composta dall’unione della preposizione Vor (prima) e il sostantivo Freude (gioia), un concetto a cui si avvicinò Leopardi con Il sabato del villaggio, ma che è un peccato non avere in italiano con un singolo etimo in questi tempi in cui avremmo bisogno di usare parole semplici e immediate per infondere facilmente un po’ di quell’ottimismo di cui abbiamo tremendamente bisogno.”

MILANO CITTA’ STATO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su [email protected] (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here