L’anziana sulla PANCHINA: la toccante scultura contro la SOLITUDINE. Un’idea per Milano?

L'ultima opera dello scultore iperrealista messicano

credits: @Hiperrealista - Ruben Orozco Loza FB

La morte non arriva con la vecchiaia, ma con la solitudine” affermava Gabriel Garcia Marquez.

L’opera cerca di far riflettere sul tema della solitudine e della depressione, peggiorate con la pandemia e l’isolamento, che moltissimi anziani affrontano ogni giorno. Vediamo dove si trova e perchè potrebbe essere un’idea per Milano. 


L’anziana sulla PANCHINA: la toccante scultura contro la SOLITUDINE. Un’idea per Milano?

# La statua che prende vita

credits: @Hiperrealista – Ruben Orozco Loza FB

A Bilbao, capitale dei Paesi Baschi spagnoli, c’è una signora seduta su una panchina. A prima vista, potrebbe sembrare una signora qualsiasi che si riposa le gambe stanche dopo una passeggiata, immersa nei suoi pensieri. In realtà, si tratta di una scultura iperrealista, simile in tutto e per tutto a una persona in carne e ossa, realizzata dall’artista messicano Rubén Orozco Loza.

# “L’ultima persona morta in solitudine” 

credits: @Hiperrealista – Ruben Orozco Loza FB

L’opera si chiama “L’ultima persona morta in solitudine” e vuole rappresentare in maniera semplice e diretta una condizione che ormai colpisce moltissimi anziani, i quali spesso si trovano a dover vivere in isolamento e in stato di abbandono, senza alcun contatto con i propri cari o amici, entrando in stati depressivi e diventando “invisibili” a coloro che proseguono con le loro vite, ignari.

# Come morire da vivi

credits: @Hiperrealista – Ruben Orozco Loza FB

Rubén Orozco Loza si è ispirato a Mercedes, una signora di 89 anni che ormai da tempo vive da sola, per attirare l’attenzione e sensibilizzare un tema piuttosto delicato e ancora poco considerato. La stessa donna ha affermato che “è quasi come morire da vivi“.
La solitudine è la cosa più terribile che possa esistere, si tratta di un qualcosa che non si può nemmeno immaginare. Sono tante le ore che bisogna rimanere in casa, al punto che la solitudine ti divora. Prima avevo la mia vita, ma ora non ho più nulla; non ho più vita. Gli amici muoiono, i familiari muoiono e questo è terribile. È come se fossi morta in vita” 



# Lo scultore iperrealista

La ragazza che annega

Sempre a Bilbao è presente un’altra celebre installazione dello stesso autore: Bihar, la ragazza che annega.  Ruben Orozco Loza è un artista messicano iperrealista che si sta affermando sulla scena internazionale con le sue sculture che sembrano viventi. Lo invitiamo a realizzare qualcosa di iperrealista anche a Milano?

Continua a leggere con: Aprono in Olanda le CASSE RELAX nei supermercati. Un’idea per Milano?

SELENE MANGIAROTTI

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.