Il “GRANDE SPECCHIO” è “il lago più bello del mondo”

Una meraviglia creata dall'evaporazione di laghi preistorici. Caratteristiche e leggende di uno dei "laghi" più particolari del mondo

Credits: Xavier Turpain

Le lacrime di una donna gigante, o l’evaporazione di uno dei laghi preistorici più grandi del mondo, insieme alla stagione delle piogge, hanno reso unico questo angolo del pianeta. Vediamo dove si trova

Il “GRANDE SPECCHIO” è “il lago più bello del mondo”

# Ritrovarsi in cielo stando sulla terra

Credits: @exploreuyuni IG

In Bolivia c’è un luogo magico, ammantato dall’immancabile leggenda popolare, che è in grado di regalare uno degli spettacoli della natura più incredibili del mondo.
Si tratta di Salar De Uyuni, una distesa salata formatasi dall’evaporazione di uno dei laghi preistorici più grandi dell’intero pianeta e che, grazie al gioco di specchi che si crea durante la stagione delle piogge, è in grado di offrire ai visitatori un’esperienza unica al mondo.


La superficie salata, infatti, grazie all’acqua piovana e all’estensione del lago, è in grado di amplificare il paesaggio, unire cielo e terra e regalare la sensazione di camminare in una qualunque di queste dimensioni.
Sia di giorno che di notte, pur tenendo i piedi saldamente a terra, si può tranquillamente immaginare di ritrovarsi tra le nuvole o nel cielo stellato.

Leggi anche: DORMIRE in una CAPANNA in cima alle ALPI con vista stelle

# La leggenda di Tunupa

Credits: @exploreuyuni IG

Salar De Uyuni è un altopiano andino talmente grande da aver indotto le popolazioni locali Aymara a pensare che in antichità, la zona fosse abitata dai giganti.
In particolare da  Tunupa e Kusku, una coppia di sposi che poi si è divisa perché lui (Kusku) lascia lei per l’altra, Kusina. La tristezza di Tunupa è tale per cui le sue lacrime si riversano sulla regione, formando la distesa salata.



In realtà il lago presente qui in epoca preistorica è evaporato, trasformando uno dei laghi più grandi in quella che oggi è la distesa di sale più estesa del pianeta.
La crosta salina superficiale è profonda diversi metri e proprio quest’ultima, durante la stagione delle piogge, rende questo sito ancora più unico.

Leggi anche: La SPIAGGIA di ENEA: la più LEGGENDARIA d’Italia tra grotte, coralli e vipere

# Il gioco di specchi

Credits: @exploreuyuni IG

Siamo nell’altopiano boliviano meridionale, a circa 3.600 metri di altezza s.l.m.
L’aria, a queste altitudini, è così pura che il cielo è limpido e i dettagli delle giornate terse sono sempre godibili.
Durante le precipitazioni lo strato salino rende la superficie quasi impermeabile, permettendo alla pioggia di posarsi sulla superficie del Salar De Uyuni.

Ecco che il vecchio lago diventa uno specchio naturale, riflettendo alla perfezione ogni minimo dettaglio del cielo, che unisce il cielo e la terra.
L’orizzonte si assottiglia e l’azzurro o il blu si materializzano ai piedi dei fortunati presenti, che si ritrovano a passeggiare tra le costellazioni o le nuvole a seconda dell’orario.

L’esperienza è descritta come mistica: si riesce ad essere al centro dell’universo, un tutt’uno con la sensazione di infinito.

Leggi anche: La Tahiti della Sardegna: la piscina naturale più BELLA d’ITALIA

# La perfezione tutti i giorni dell’anno

Credits: @exploreuyuni IG

Se la stagione delle piogge regala questo meraviglioso spettacolo e le forti emozioni legate al fenomeno dello specchio, il Salar De Uyuni è baciato dalla perfezione dalla natura tutti i giorni dell’anno.
Durante le stagioni secche, la superficie candida della salina offre ai visitatori la sensazione di trovarsi al cospetto di un paradiso terrestre.
Il “lago” è infatti circondato da vette vulcaniche, che rendono l’orizzonte verticale percettibile al di là della distesa bianca scintillante.

L’evaporazione del lago ha reso questa immensa superficie talmente livellata, che l’altopiano è ideale per la taratura degli altimetri satellitari. Quando le lune artificiali in orbita intorno alla terra si trovano a passare sopra il Salar De Uyuni, infatti, fanno una revisione degli strumenti che ne regolano questo parametro.
Il lago asciutto, infine, è utilizzato come percorso dalle popolazioni locali, per spostamenti tra una regione e l’altra che si affacciano ai bordi di questo meraviglioso specchio naturale, che diventa anche fonte di escursioni turistiche mozzafiato; nonché è abitato da specie animali come i fenicotteri.

Fonte: Si Viaggia

Continua la lettura con: 7+1 LUOGHI UNICI dove ammirare lo spettacolo dell’AURORA BOREALE

LAURA LIONTI

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.

 


Articolo precedenteCome si dice WI FI in milanese?
Articolo successivoI 10 LUOGHI migliori dove vivere dopo la PENSIONE
Tecnico del suono milanese, nata da milanesi importati dalla Sicilia. Il mio quartier generale è sempre stato il Gallaratese con i suoi giardini e il verde, difeso a volte a spada tratta. Sogno che Milano si candidi a luogo ideale per creare un laboratorio a cielo aperto che ricerchi e trovi la soluzione per le Smart Cities, Città e comunità sostenibili: obiettivo 11 degli SDGs