I 5 PROGETTI più PAZZESCHI in arrivo a Dubai entro TRE ANNI

C'è anche del made in Italy tra le cinque opere che stupiranno il mondo

Creditd infobuild.it - Burj Jumeira

Dubai continua a stupire il mondo con nuovi grattacieli e infrastrutture incredibili. Scopriamo le cinque opere più attese nei prossimi anni.

I 5 PROGETTI più PAZZESCHI in arrivo a Dubai entro TRE ANNI

#1 Il centro commerciale da guinness (con il Central Canyon e due record mondiali)

Credits AEOTOSwire – Meydan One Mall

Il centro commerciale Meydan One è in fase di realizzazione per un un investimento pari a 1,5 miliardi di euro. Al suo interno ci saranno: 550 negozi al dettaglio, inclusi due grandi magazzini e un ipermercato, a cui si aggiungono 180 tra bar e ristoranti e un hotel. 


I flagship store di lusso faranno parte di una striscia di 400 metri denominata Central Canyon e un lucernario retrattile di 160 m x 100 m migliorerà l’esperienza dei clienti. Questo nuovo mall batterà due record mondiali: avrà la fontana danzante più grande del mondo, lunga 380 metri e la pista da sci indoor più lunga del mondo, 1 km, all’interno della struttura sportiva al coperto polivalente al suo interno.

#2 “The Tower”, il futuro grattacielo più alto al mondo

Credits: archpostdecostruttivista.altervista.org – The Tower a Dubai

The Tower” sarà la torre più alta di Dubai con circa 930 metri di altezza, battendo il record del Burj Khalifa di 100 metri. Progettata dall’architetto Calatrava, i lavori dovrebbero concludersi entro il 2023 dopo alcune vicissitudine giudiziarie che li avevano rallentanti. Sulla sommità verrà posto un faro e la “Pinnacle Room” che offrirà una vista a 360° sulla città. Il design si ispira al fiore del giglio, con in cima il bocciolo ovale che ospiterà alcune delle terrazze panoramiche. 

Leggi anche: I 7 GRATTACIELI più IMPRESSIONANTI in arrivo nel MONDO



#3 Il parco solare Mohammed bin Rashid Al Maktoum, uno dei più estesi al mondo

Credits cosmopolitanthedaily IG – Parco solare

Il parco solare Mohammed bin Rashid Al Maktoum occuperà un’area totale di 77 km2 a Saih Al-Dahal, a circa 50 chilometri a sud della città di Dubai. È uno dei più grandi progetti rinnovabili del mondo basato su un modello di produttore di energia indipendente e la prima fase del progetto è stata avviata il 22 ottobre 2013. Alla fine del 2020 il complesso solare fotovoltaico ha raggiunto una capacità di generazione di 1.013 GW con l’obiettivo entro il 2030 di raggiungere i 5 GW. Attualmente sono in costruzione la 4a fase (700 MW CSP + 250 MW PV) e la 5a fase (900 MW PV) con termine dei lavori previsto entro il 2023.

#4 Burj Jumeira, il grattacielo con il maga display che ricorda le dune di sabbia del deserto

Creditd infobuild.it – Burj Jumeira

Il nuovo grattacielo di Dubai, ispirato alle forme delle dune di sabbia del deserto, sarà alto 550 metri e farà parte di un più ampio progetto che renderà la zona futuristica, dal design intelligente e iperconnessa. A 450 metri di altezza ci sarà uno sky restaurant con superfici digitali in grado di garantire un’esperienza immersiva unica, unita ad un colpo d’occhio privilegiato sull’intera città, mentre il vuoto centrale dell’edificio crea lo spazio per le vedute panoramiche.

Tra le caratteristiche più innovative del Burj Jumeira c’è la facciata con un display digitale che illuminerà la la torre e potrà essere utilizzato per varie occasioni e celebrazioni dell’Emirato. I cantieri dovrebbero concludersi entro il 2023.

#5 Shindagha Bridge, il “ponte dell’infinito”

Credits: Skyscrapercity – Ponte dell’infinito

Il Shindagha Bridge sarà un vero capolavoro architettonico. Questo ponte in costruzione sopra il torrente che scorre a Dubai ha un design ispirato alle forme del simbolo matematico dell’infinito e diventerà un nuova icona dell’emirato riconoscibile in tutto il mondo. Realizzato da un’azienda veneta, sarà lungo 330 metri, largo 22, con 12 corsie e 10 raccordi di superficie. L’arco dell’infinito sarà interamente in acciaio e composto da 46 segmenti che raggiungono un’altezza di 67 metri e una lunghezza di 135 metri. L’inaugurazione è programmata per la fine del 2022.

Leggi anche: Il “PONTE dell’INFINITO”: l’opera faraonica sarà realizzata da un’azienda veneta (rendering)

Continua la lettura con: Il GRATTACIELO che sembra un GIOCATTOLO

FABIO MARCOMIN

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.