La Squall Tower: il GRATTACIELO che RUOTA con il VENTO

Una soluzione avveniristica che consente di godersi un panorama sempre diverso ma senza far girare anche la testa

Credits: hayriatak.com Squall Tower

Un grattacielo turbina che ruota con il vento, impossibile no? Invece no, perché un architetto turco è proprio quello che vuole fare. Vediamo i dettagli del progetto. 

La Squall Tower: il GRATTACIELO che RUOTA con il VENTO

# Il panorama dalla finestra in continuo cambiamento

Credits: futuroprossimo.it
Squall Tower

Come racconta futuroprossimo.it, si troverà a Dubai la nuova torre-turbina progettata dall’architetto turco Hayri Atak, una costruzione che andrà sicuramente a cambiare lo skyline, già futuristico, della città. Non è uno scherzo, sono stati superati ancora una volta i limiti dell’ingegneria, perché la torre in questione ruoterà un po’ come se fosse una girandola: sarà la forza del vento a farla muovere. Non è certamente, però, la girandola ad aver ispirato lo studio di architettura e design di Hayri Atak, bensì una turbina eolica verticale rotante o un mulino a vento.


Dalla torre, a cui si potrà accedere anche dall’alto grazie ad un eliporto in cima, si potrà godere di una vista diversa ogni volta che la Squall Tower girerà: a volte quindi ci sarà vista oceano e altre vista città.

# Non solo estetica: produrrà anche energia elettrica

Credits: hayriatak.com
Squall Tower

Il progetto della Squall Tower è molto più ambizioso di quanto si possa immaginare. Infatti, l’obiettivo non è semplicemente quello di aggiungere un grattacielo a Dubai e magari farlo diventare il più bello della città, ma piuttosto è quello di costruire un edificio intelligente. L’architetto progettista turco vuole combinare l’estetica moderna e sofisticata al progetto di un edificio che, grazie al suo movimento, generi elettricità. Non sarà un singolo elemento rotante o un gruppo di questi a far muovere l’edificio, ma piuttosto la Squall Tower ruoterà intorno ad un asse centrale per alimentare una turbina alla base e generare elettricità.

# Girerà molto lentamente: un giro completo in 48 ore

Credits: inceptivemind.com
Squall Tower

Il nuovo grattacielo di Dubai sarà adibito ad uso commerciale e sarà costituito da una spina centrale ramificata lucida, simile ad un albero portante. Come si è detto si muoverà, ma come è possibile che all’interno dell’edificio ci sarà gente che lavorerà nel proprio ufficio mentre l’edificio ruota? Non bisogna pensare che la Squall Tower ruoti alla velocità della luce se c’è tanto vento, questo perché sarà installato un meccanismo che farà sì che la torre-turbina compia un giro completo in 48 ore. L’architetto Hayri Atak vuole uno smart building che sia autosufficiente in termini di generazione e utilizzo di energia e spera che la Squall Tower riesca a produrre energia in eccesso così da rifornire anche gli isolati vicino.



Si dice che tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, vedremo se tra progetto e realtà ci sarà qualche differenza. Questo il video: 

Continua la lettura con: La “GRANDE CURVA”: il grattacielo a forma di U

BEATRICE BARAZZETTI

Leggi anche: Amazon ha difficoltà a trovare lavoratori (e a tenerli)

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.