I 10 EDIFICI più BELLI inaugurati nel 2022

Le architetture più incredibili che hanno inaugurato nel 2022

Credits knaa___ IG - Tenjin Business Center

Le architetture più incredibili che hanno inaugurato nel 2022.

I 10 EDIFICI più BELLI inaugurati nel 2022

#1 Il padiglione Salmon Eye, un centro culturale galleggiante ricoperto di squame argentate

Credits annececilienat IG – Salmon Eye

Il padiglione Salmon Eye, nato dall’idea dell’imprenditore Sondre Eide, è un centro culturale galleggiante dalla forma audacemente curvilinea e ricoperto 9500 squame argentate che si riflettono tra acqua e cielo per essere notato a chilometri di distanza. Costruito in acciaio inossidabile e posizionato al largo del fiordo più lungo al mondo nelle acque norvegesi si pone l’obbiettivo di diffondere una maggiore sensibilità sul tema della acquacoltura e sulla pesca dei salmoni

#2 Radio Hotel and Tower, il grattacielo tetris di New York

Credits Paolo guidali IG – Radio Hotel NY

Il Radio Hotel and Tower, progettato per ricreare un villaggio verticale colorato, assomiglia Tetris o la Wooden House di Sou Fujimoto ed è la prima torre progettata dallo studio MVRDV a New York. L’edificio è una sovrapposizione di volumi di differenti cromie, che oltre a movimentare la monotonia dei prospetti, consente di individuare in modo semplice, dall’esterno, le diverse attività ospitate al suo interno: hotel, uffici e servizi di ospitalità assenti in questa parte di città.

#3 CapitaSpring, un oasi verticale di 280 metri

Credits znodmd IG – Capitaspring

CapitaSpring è un grattacielo firmato da BIG e Carlo Ratti Associati pensato come un giardino e città verticale senza soluzione di continuità: un’oasi naturale di 80.000 piante che si sviluppa lungo i 280 metri di altezza dell’edificio. Al suo interno ci sono uffici, residenze e spazi collettivi e punta a rinnovare lo skyline di Singapore.

#4 The Valley, tre torri radicate su un basamento pensato come una concrezione minerale (Amsterdam)

Credits se posso IG – The Valley

The Valley è un grattacielo, progettato dallo studio MVRDV, di 198 appartamenti, uffici e showroom incastrati l’uno sull’altro e suddivisi su tre torri radicate in un massiccio basamento pensato come una concrezione minerale. Premiato come miglior grattacielo del mondo nel 2022, è un gioco di tetris in vetro e pietra pensato per “riportare una dimensione verde e umana nell’inospitale zona d’uffici di Amsterdam Zuidas”.

#5 Sluishuis, il condominio sull’acqua (Amsterdam)

Credits martinlanting IG – Sluishuis

Sluishuis è un edificio di architettura moderna che si ispira alla tradizionale tipologia a corte centrale comune in tutta Europa, innovativo in molti suoi aspetti che spaziano dalla geometria ai volumi, e realizzato prendendo in prestito molte tecniche da quelli navali. Si trova sulle acque del lago artificiale Ijsselmeer, ad Amsterdam, ed è stato pensato per ospitare 442 appartamenti.

#6 Plateforme 10, la cittadella “sospesa” dell’arte e della fotografia (Losanna)

Credits gafsou_m IG – Plateforme 10

La nuova casa della fotografia di Losanna, Plateforme 10 ha al suo interno una cittadella d’arte che ospita anche il Photo Elysée e il Mudac progettato da Aires Mateus, nasce dalla riconversione di capannoni e depositi paralleli ai binari ancora in funzione.  L’edificio è una sovrapposizione di due volumi, con una finestra a nastro che separa e taglia profondamente il cemento in prospetto, di cui quello superiore è sostenuto da appena tre pilastri per far sembrare come se il Museo fosse sospeso.

#7 Novartis Pavillon, un luogo di apprendimento, conoscenza e scambio di saperi (Basilea)

Credits novartisch IG – Novartis Pavillon

Novartis Pavillon è la prima architettura moderna che arricchisce il grande campus della casa farmaceutica pensata per essere completamente aperta ai cittadini di Basilea. Progettato da Michele De Lucchi e AMDL CIRCLE, si affaccia sulle rive del Reno a Basilea ed è stato concepito come un luogo di apprendimento, conoscenza e scambio di saperi tra addetti e pubblico dalle modeste dimensioni, ma dalle ambizioni smisurate.

#8 Centro Veil, un centro socioculturale di mattoni “lucenti” (Le Havre)

Credits fabienneduhavre IG – Centro Veil

Il Centro Veil è un centro socioculturale di Le Havre ispirato direttamente a quei “magazzini in mattoni che popolavano le banchine vicine”. Gli architetti di K-Architectures hanno progettato un’icona riconoscibile come segno distintivo della città, un’involucro di mattoni “lucenti” al cui interno si trovano spazi per qualsiasi tipo di attività sportiva compresa la parete per l’arrampicata e vari spazi pensati per la comunità.

#9 House of Music, la casa della musica nella natura (Budapest)

Credits icu_bedi IG – House of Music

House of Music di Budapest, l’attesissimo polo culturale dedicato creazione della musica e del suono in uno dei parchi pubblici più antichi del mondo, è stato progettato dall’archistar Sou Fujimoto e riunisce una perfetta acustica ad una particolare attenzione per la natura. Al suo interno è presente anche un percorso museale e una scuola per apprendere le basi della musica.

#10 Tenjin Business Center, il grattacielo di “pixel” (Fukuoka)

Credits knaa___ IG – Tenjin Business Center

Il Tenjin Business Center, disegnato dallo studo OMA, è l’edificio per uffici per il centro economico di Fukuoka dell’isola di Kyushu in Giappone. Pensato come uno spazio prevalentemente destinato al lavoro all’interno di un edificio con una volumetria “né di edificio basso né di una torre”, all’esterno appare come un incastro di “pixel” vetrati che si sviluppa a livelli sfalsati rimanendo proporzionato al contesto architettonico circostante.

Fonte: Elledecor

Continua la lettura con:  L’IPERTORRE: il GRATTACIELO GIOIELLO da vertigini

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/