“Milano per l’Italia”: se Milano fosse un partito queste sarebbero le sue proposte politiche

Diventare un partito: forse sarebbe questo l’unico modo per ottenere dallo Stato l’autonomia amministrativa necessaria per diventare un hub internazionale. Se Milano diventasse la prima città al mondo a farsi partito ecco quali sarebbero le sue proposte per migliorare il Paese.

“Milano per l’Italia”: se Milano fosse un partito queste sarebbero le sue proposte politiche

#1 A turno una Regione governa l’Italia

Come il semestre europeo. Così si abolisce il parlamento e il governo nazionale. Il governatore diventa premier pro tempore e l’assemblea regionale il suo parlamento.
Una variante ancora più efficiente (quindi consigliata da Milano): dovrebbe governare a turno la Regione che ha raggiunto il massimo gradimento dei suoi cittadini o i migliori risultati in termini di crescita del territorio.

#2 Consob a New York

Alla richiesta di Milano di portare la Consob nella città della Borsa, il governatore del Lazio Zingaretti ha replicato dicendo che non ha senso spostare a Milano la Consob perché ormai la Borsa non è più un luogo fisico.
Allora spostiamola a New York.

#3 Sparpagliare i ministeri

Come in Germania. Mettendoli nelle regioni amministrate meglio.

#4 Stipendio con bonus variabile per i parlamentari

Se si giudica l’operato dei politici con la mentalità milanese, conta poco quanti soldi prendono. Quello che conta è quello che producono. La retribuzione di governanti, amministratori e parlamentari dovrebbe prevedere uno stipendio minimo, molto più basso di adesso, quasi un rimborso spese per consentire loro una vita dignitosa, insieme a una componente variabile. Questo bonus dovrebbe essere calcolato sulla base di indicatori di benessere generale, quali la crescita del PIL, la riduzione del debito pubblico, la riduzione della diseguaglianza (indice Gini) e altri parametri per calcolare l’impatto positivo generato sulla comunità. Così la via più conveniente per guadagnare di più sarebbe produrre migliori risultati per il Paese. 

#5 IVA proporzionale al reddito

I partiti si scannano per la flat tax accusata di essere iniqua. E allora che senso ha tenere le imposte indirette fisse? Ogni tipo di spesa si dovrebbe poter fare usando una tessera che automaticamente ricalcola l’Iva sugli acquisti in base al proprio reddito. Se non hai reddito, l’Iva è uguale a zero. Oltre un tot l’Iva è massima. Si potrebbe utilizzare lo stesso sistema anche per multe o le imposte sulla benzina.

#6 Patrimonio artistico inserito nel bilancio

Con Milano al potere, basta fare i poveracci d’Europa! Milano chiederà a Bruxelles di ricalcolare i bilanci degli stati considerando il patrimonio artistico come valore patrimoniale su cui basare la sostenibilità del debito pubblico.

#7 Criptovaluta nazionale

Più forte dell’euro, sulla blockchain. Gli introiti del mining andrebbero a ridurre il debito pubblico.

#8 Tripadvisor della Pubblica Amministrazione

Creazione di un sistema di feedback e commenti dei cittadini che ricevono servizi dalla pubblica amministrazione.

#9 La tessera del cittadino

Una unica tessera sostituisce carta di identità, tessera sanitaria e ogni tipo di abbonamento o di carta con la pubblica amministrazione. Reca anche la posizione fiscale del cittadino e in più ricalcola l’Iva.

#10 Milano diventa Città Stato

Ovvio.

MILANO CITTA’ STATO

Leggi anche:
10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
“Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT(OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)