I 9 lavori più richiesti a Milano su cui puntare per il futuro

Quali sono i mestieri del futuro? Che lavoro farò io appena laureato in economia o in ingegneria o in scienza delle comunicazioni? Quali sono le professioni più richieste del momento su LinkedIn?

Dopo aver preso parte alla due giorni ricca di interventi, riflessioni, ricerche ed esperti di Italia Digitale, organizzata dal Corriere della Sera lo scorso 7 e 8 Novembre, noi di Milano Città Stato abbiamo stilato questo elenco per darvi qualche risposta utile:

Le professioni più richieste del momento sono:

#Ios e Android Developer
E’ il momento di formarsi per diventare sviluppatori di funzioni per iphone. Pensare oggi quello che si farà domani con lo smartphone. A Napoli, presso l’Università Federico II, è stata appena inaugurata la prima IOS Developer Academy d’Europa, entrarci è stata durissima, in 200 ce l’hanno fatta. Le domande sono state 4.700, poi ridotte a 1500 perché il test d’ingresso si sarebbe svolto in inglese.
regola n1: l’inglese!!!

#Istruttore di Zumba
Non è uno scherzo! E’ quanto emerge dal software di LinkedIn che ci dice i mestieri più richiesti dalla rete oggi e fra gli altri c’è anche questo. Ritmo, allegria e forza fisica saranno la vostra chiave del successo.
Regola n1: il fisico!

#Social Media Intern/Manager
E’ un vero esperto di comunicazione digitale, cresciuto connesso con tutte le reti di social, surfer di google, membro di gruppi what’s up, campione di Instagram e Snapchat e via così- Qualcuno che sta lì e capisce dinamiche che spesso sfuggono a chi prende decisioni in un’azienda. Deve essere bravo nel marketing, nella comunicazione e very smart con i social.
Regola n.1: Fiuto!

#Data Scientist
Oggi sono i più richiesti dalle aziende di tutto il globo. Hanno backgorund differenti, lavorano in gruppi composti di fisici, matematici, ingegneri, statistici. Sono super richiesti e super pagati. Sanno dare un senso ai cosiddetti Big Data, sanno capire e tradurre enormi e complesse mole di numeri in strategie chiave per le imprese.
Regola n 1: Studiare!

#UI/UX Designer
Evoluzione del web designer, l’UI/UX designer è il designer di esperienze sul web, è colui che riesce ad accrescere la soddisfazione dell’utente migliorando la sua esperienza on line. Lavora sull’usabilità, sulla leggerezza, sull’immediatezza, sull’interazione. Con l’UX design si passa a essere anche esperti di design, marketing, project management e una buona dose di conoscenze di psicologia, sociologia e scienze cognitive non guasta
Regola n1: smart!

#Beachbody Coach
Non ridete, è sempre LinkedIn a dirlo! Con una bella passione per la pallavolo, per la sabbia e per i costumini succinti il gioco è fatto!
Regola n1: abbronzatura!

#Cloud Services Specialist
Il Cloud specialist è la persona che sa come funzionano tecnicamente ed economicamente i maggiori Cloud in circolazione e aiutano il cliente nella scelta migliore. La maggior parte delle aziende sta adottando servizi Cloud ad un ritmo rapidissimo. E’ necessaria una formazione tecnico/scientifica.
Regola n.1: non avere la testa tra le nuvole!

#E-Commerce Specialist
Aumentano gli acquisti on line e con essi le figure esperte di e-commerce. Le competenze che un E-commerce Specialist deve acquisire sono numerose e trasversali: assicurare il raggiungimento degli obiettivi di fatturato del canale online, gestire la definizione e l’acquisizione del catalogo prodotti, monitorare stock, delivery, rotazione, occuparsi del benchmarking di pricing e offerta commerciale verso i siti competitor, acquisire nuovi utenti e aumentare il traffico.
Regola n.1: addicted di on.line shopping!

#Responsabile dell’etica digitale
In un futuro sempre più digitale, interconnesso e robotico c’è già chi si domanda: quale saranno i limiti? Cosa sarà considerato giusto e sbagliato? Senza una maggiore etica digitale l’uomo potrebbe rischiare di estinguersi vittima delle sue stesse invenzioni?
Regola n1: digital zen!

Special thanks a Enrico Ferrari, Education Specialist di TAG Innovation School
e a Carlo Purassanta, AD di Microsoft Italia

CONDIVIDI
Articolo precedenteQuando invece dei soldi si ereditava una università
Articolo successivoJust Wine, il giovedì open wine al Parioli
Francesca Spinola
Francesca Spinola. Giornalista, mamma di due teenagers, collaboro con la  Turner Television come Compliance Video Editor. Una tesi di laurea in Senegal, un’avventura da corrispondente estero dalla Libia, tanti anni da freelance con servizi dall’Africa, dal Brasile, dalla Turchia, pubblicati su diverse testate, dal Time Magazine a Vanity Fair, dall’Espresso a Repubblica, al Tempo e via così. Una passione per i viaggi, romana di nascita, cittadina del mondo, milanese d’adozione.