Milano ha cinque fiumi e cinque navigli

L’etimologia della parola Mediolanum è ancora dibattuta. I due significati più accreditati sono “in mezzo alle terre” e “in mezzo alle acque”. In effetti Milano è posta esattamente alla stessa distanza dall’Adda a est e il Ticino a ovest.

Anche se, a differenza delle grandi città europee, non ha nessun grande fiume che le scorre dentro, Milano è comunque ricca di corsi d’acqua. Sono cinque i fiumi che la lambiscono o che la percorrono: l’Olona, il Lambro, il Seveso, oltre a Ticino e Adda.
Ci sono poi altri corsi d’acqua oltre a questi fiumi. Intorno al Quattrocento furono costruiti i canali noti come “Navigli” (a parte il Naviglio Grande che fu iniziato già nel 1152 come canale difensivo). Anche i navigli sono cinque e nascono da un sistema di canali navigabili che univano la città con i fiumi circostanti.

I navigli di oggi vengono principalmente identificati con i due tratti scoperti del Naviglio Grande e di quello Pavese, a sud della città e viene detta “Cerchia dei Navigli” la circonvallazione stradale che segue l’antico corso di un canale.
C’è poi anche l’antica riviera di Milano, il naviglio Martesana, a nord-est della città, che porta a tre i tratti visibili dei canali.

MILANO CITTA’ STATO

Leggi anche:
10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
“Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT(OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)