Joey Anderson al NUL

Ritorna a farci visita nel giardino tropicale che tanto ci sta a cuore un maestro della deep house. Joey Anderson, al vostro servizio per ragalarvi un altro venerdì magico.

Ci risiamo. Il venerdì tropicale è arrivato. E oggi porta a casa NUL Joey Anderson.

Rivelando sempre di più una stagione in continua evoluzione.

Nella scorsa i suoni viravano verso groove e beat più profondi.

Che ti prendevano alla bocca dello stomaco, inglobandoti in una danza lenta e cadenzata come fossi ipnotizzato anche tu.

In questa si intravede la voglia di esplorare un altro filone dell’elettronica; più legato alle atmosfere del Dekmantel e del Salon zur wilden Renate.

E non a caso hanno riportato a casa NUL proprio lui, Joey Anderson.

Più elettrico, più acido e a tratti isterico, il suono risuona nel giardino del NUL e rende frenetici i movimenti, nel tentativo di non perdere nemmeno un secondo del ritmo che si ascolta.

Non a caso, ospite della serata è Joey Anderson.

Prestigiatore della deep techno e dell’house di stampo newyorchese che con i suoi beat ancestrali ti porterà ad esplorare i meandri di suoni pulsanti che non ti daranno tregua fino alla fine del set.

E visto che, a poco a poco, le giornate sembrano diventare più ospitali, non possiamo non uscire.

Cominciando a svestirci lentamente, in attesa di scongelarci del tutto.

In attesa della stagione dell’amore, che arrivi a rischiarare tutte le cose.

E visto che al NUL piace fare le cose per bene, ecco qualche consiglio utile: tieni il telefono in tasca, lascia perdere i social e goditi il viaggio spazio-temporale del venerdì tropicale del NUL.

Non pensare a nient’altro, se non a liberare quell’energia buona che tieni nascosta.

SCOPRI l’evento

Vuoi saperne di più?

Registrandoti su Spotlime, l’app che seleziona i migliori eventi di Milano, riceverai un promemoria dell’evento e potrai rimanere sempre aggiornato su questo e tutti gli eventi simili in città.

Inoltre, prenotandoti dall’app e partecipando agli eventi, riceverai un vantaggio esclusivo.

SCOPRI l’app