15+1 RISTORANTI nel cuore dei milanesi

Una miniguida di ristoranti "nel cuore" dei milanesi

#8 Credits: @particolaremilano IG

Dove mangiano i lettori di Milano Città Stato, che gusti hanno? Quali sono i sapori di casa per i milanesi?
A una #domandadellasera e siamo stati investiti da profumi e sapori (quasi) di ogni sfumatura. Ai milanesi piace la cucina tipica meneghina, il pesce, l’osteria e il ristorante raffinato allo stesso tempo, ma in momenti diversi.
Curiosamente manca – dalla gamma proposta – un classico della cucina italiana, nostalgicamente poi, manca anche altro che omaggeremo alla fine.

Ecco l’elenco in ordine sparso. 


15+1 RISTORANTI nel cuore dei milanesi

# Innocenti Evasioni, Via della Bindellina

#1 Credits: @innocenti_evasioni IG

Raffinato ristorante con giardino Zen, di chef Tommaso Arrigoni. Menu degustazione che si contrappone a quello stagionale e una buona carta dei vini.
Il menu online aiuta ad orientarsi anche ai prezzi, espressi per persona: tra gli 85 e i 100 Euro a persona.

# Langosteria, offerta diffusa

#2 Credits: @langosteria IG

Langosteria fa capolino dalle risposte dei milanesi, affezionati all’offerta della cucina di chef Enrico Buonocorore.
Il brand offre sul territorio, oltre la sua cucina, altri servizi. Il ristorante è in Via Savona al 10 e le specialità di pesce spiccano dal menu. Risaltano poi le offerte diffuse di bistrot, bar e altre proposte.



# Don Lisander, via Manzoni 12

Non può mancare certo il ristorante intitolato al padre nobile della cultura milanese. In pieno centro, a due passi dalla Scala e da palazzo Marino, ospita nell’elegante giardino piatti della ricca tradizione milanese. Su tutti il leggendario risotto. 

 

# San Filippo Neri, Viale Monza 220

#4 Credits: @trattoriasanfilipponeri IG

La prima proposta di tante relativa alla cucina tipica milanese è questa trattoria, che si presenta come quelle di una volta e tanto piace ai milanesi, anche per questo.
Prezzi contenuti e porzioni abbondanti, San Filippo Neri rappresenta una tappa per l’uscita in compagnia.

# Trattoria del pescatore (Giuliano), Via Atto Vannucci 5

#5 Credits: @trattoriadelpescatore IG

Ci hanno incuriosito le risposte dei milanesi, che hanno segnalato “Giuliano, Giuliano!!”. Molti cuochi si chiamano Giuliano, uno solo è alla Trattoria del Pescatore, locale che si trova nel mezzo delle due circonvallazioni milanesi e che da decenni propone ottimi piatti di pesce a Milano.

# Rovello 18, Via Tivoli 2

#6 Credits: @Rovello 18 IG

Da generazioni intere il Rovello 18 si occupa di proporre ai milanesi le sue specialità, per cene informali e raffinate allo steso tempo. Proposta molto easy e accomodante, con un’eccellente selezione di vini a disposizione di ogni gusto. Ci segnalano la cotoletta e i dessert e, con estrema sincerità, non vediamo l’ora di assaggiare il loro bbq.

# Al Cuoco di Bordo, Via Gluck 11

#7 Credits: @Al cuoco di bordo IG

Ai milanesi piace tutto ciò che riporta al mare, la cucina non può di certo mancare. Infatti le proposte vertono sul menu mare spesso e volentieri. Al Cuoco di Bordo raccoglie numerose preferenze per il suo menu ed anche perché è nel cuore della città come il suo indirizzo.

# Particolare Milano, Via Tiraboschi 5

#8 Credits: @particolaremilano IG

Andiamo a Porta Romana a incontrare alcuni dei nostri lettori che ci segnalano questo ristorante raffinato nel menu e negli spazi, che propone anche un bel dehor in pieno centro. Menu stagionale, quindi variabile, cucina che unisce i sapori del mondo con l’origine partenopea dello chef Cutillo.

# A’Riccione, Via Taramelli 70

#9 Credits: @ristoranteariccione IG

Ex “Vecchia Riccione” gestito da una famiglia romagnola, ha introdotto il pesce in un menu inizialmente dedicato alla tradizione dei carboidrati.
Piano piano si sono fatte largo le cruditè ed oggi, per Milano, A’Riccione è l’esperienza delle ostriche.

# Ratanà, Via De Castillia 28

#10 Credits: @ristorante_ratana IG

Evoluzione della cucina milanese, attenta al chilometro zero, alla selezione di prima scelta e che segue la stagionalità. Cucina etica, tradizione milanese che bada alla sostanza e alla sostenibilità.
E voi l’avete mai provata la cotoletta di rape?

# Osteria dei Binari, Via Tortona

#11 Credits: @osteriadeibinari IG

Nasce da una scommessa che pare vinta, questa trattoria a due passi dalla stazione di Porta Genova. Cucina tipica milanese con un gran bel giardino per le serate d’estate in compagnia, ma anche da soli. Un vecchio angolo di Milano che è cresciuto insieme alla metropoli e parla ancora meneghino.

# Ribot, Via Cremosano 41

#12 Credits: @ribotmilano IG

Si affaccia dal lato nord dell’Ippodromo del galoppo e non poteva essere diversamente, questa vecchia conoscenza delle forchette milanesi, specialità di carne in cima.
Da generazioni il Ribot punto di riferimento per famiglie, ricevimenti e pranzi d’affari. Lo spazio gode anche di un bel giardino interno molto riservato.

# Antica Trattoria della Pesa, Via Pasubio 10

#13 Credits: @antica_trattoria_della_pesa IG

Sarà un crescendo di cucina milanese fino alla fine. Ai milanesi, cittadini tra i più curiosi al mondo, in grado di assaggiare ogni sfiziosità, piace la cucina tipica meneghina.
L’Antica Trattoria della Pesa ha il pregio di unire molti piatti della cucina lombarda che, anche se hanno la tradizione milanese nella nascita, permettono agli chef di offrire qualche variazione sul tema. Si trova proprio dove un tempo arrivavano le merci e venivano pesate.

# Al Matarel, Corso Garibaldi 75

#14 Credits: @pippieli IG

Solo specialità milanesi dal 1962 e sono bravissimi, a giudicare da esperienze personali e dai gradimenti espressi dai nostri lettori.
Senza invenzioni, senza rivisitazioni, come fantasia li ha creati e come da secoli i milanesi li apprezzano. Vale la pena andarci, ma si deve prenotare con anticipo.

# Al Garget, Via Salvanesco 36

#15 Credits @garget IG

Supergettonata scelta, altro ristorante di cucina tipica milanese in cui bisogna prenotare con largo anticipo. Propone rigorosamente i sapori meneghini, con alcune rivisitazioni e incursioni nella cucina vegetariana.
Ha allargato la proposta culinaria ed è stato premiato. Vincente anche per il giardino.

# +1: quelli che non ci sono più

Queste le scelte dei lettori di Milano Città Stato da cui saltano all’occhio due curiosità importanti. La prima è che, a parte una piccola puntatina, la pizza è la grande assente del menu dei milanesi. Siamo certi che piace e viene consumata in grande quantità, ma non è la prima scelta e nemmeno il primo pensiero rispondendo ad una domanda come questa.
La seconda è segno di affezione e del cuore dei milanesi: tanti pensieri sono andati, con nostalgia, a tutti quei locali che non hanno più riaperto dopo le chiusure imposte per gestire la pandemia.

A tutti, ma proprio tutti, auguriamo di riaprire presto e va il classico auspicio milanese: “ci becchiamo in giro”.
Grazie ai lettori della fanpage di Milano Città Stato per aver condiviso con tutti noi le loro preferenze

Continua la lettura con: Perchè non esistono RISTORANTI di CUCINA MILANESE fuori Milano

LAURA LIONTI

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.