SoBo: la rivoluzione a COLORI di Bolzano

«Esaltare il carattere vintage della zona, per attirare giovani imprenditori e creativi. A New York e Milano funziona»


«Esaltare il carattere vintage della zona, per attirare giovani imprenditori e creativi. A New York e Milano funziona».

SoBo: la rivoluzione a COLORI di Bolzano

C’è una nuova tendenza nel mondo dell’urbanistica che prende il nome di “urbanistica tattica“. E’ stata lanciata a New York e, per quanto concerne l’Italia, è passata per prima da Milano, Torino, Forlì. Questo trend riguarda tutto quell’insieme di progetti che consentono a costi irrisori di intervenire nei quartieri degradati o dimenticati delle città, al fine di riqualificarli. Questa strategia è stata scelta dalla giunta comunale di Bolzano per la zona attorno a piazza Matteotti. Una strategia basata sui colori e un po’ di arredo urbano: il tutto, in cambio di un modesto budget: 160 mila euro.


L’urbanistica tattica di Milano

A Milano sono già sette le piazze riqualificate e colorate con la «urbanistica tattica». Ne è un esempio l’intervento di ripulitura eseguito a Quarto Oggiaro, grazie ai patti di collaborazione tra Comune e associazioni, nei pressi dell’istituto comprensivo di via Val Lagarina.

Credits: @Repubblica_Milano (IG): Il nuovo piazzale in via Val Lagarina a Quarto Oggiaro

O ancora la piazza di fronte alla scuola primaria Ciresola a NoLo, il nuovo quartiere a Nord di Loreto.

Credits: @Marco Granelli (FB) – NoLo, la nuova piazza

# Bolzano: Il rilancio del centro grazie ai colori

La proposta per quanto riguarda Bolzano, portata  in giunta dagli assessori Johanna Ramoser e Stefano Fattor, va direttamente al punto: “Riempire di colore i marciapiedi, con fantasie vivacissime, tanto per iniziare. Poi eventualmente colorare le stesse strade», riassume Fattor.



Gli obiettivi principali sono chiari e non lasciano alcun dubbio: il rilancio del quartiere popolare, che conta su prezzi degli immobili meno esorbitanti rispetto ad altre zone cittadine. La volontà di renderlo appetibile per giovani imprenditori della ristorazione e del commercio, per giovani coppie e creativi, che vi si possono trasferire.

# SoBo

Lo scenario da dove partire prevede i marciapiedi del quadrante via Torino, via Dalmazia, via Rodi e la parte centrale di via Matteotti.

Tutto questo, prendendo spunto da chi già, prima negli USA e poi in Italia, ha creduto nell’urbanismo tattico (adattamento inglese utilizzato) come soluzione ideale per risolvere i problemi di quartiere. L’intervento sullo spazio pubblico avviene grazie al coinvolgimento della cittadinanza, utilizzando interventi temporanei e a basso costo.

Credits: @shapeyourcity (IG) – Negli USA, l’urbanistica tattica è molto diffusa

E’ già pronto anche il nome, per la nuova Bolzano, ispirato dal quartiere di New York di Soho. Qui si potrebbe chiamare “SoBo“, cioè South of Bolzano/Bozen, accompagnato dallo slogan “Coloured Life of SoBo“.

Credits: altoadige.it, comune.bolzano.it

Continua la lettura con: I miracoli della SEGNALETICA ORIZZONTALE: l’urbanismo tattico cambia il volto di Forlì

LUCIO BARDELLE

Riproduzione vietata a chi commette sistematica violazione di copyright appropriandosi contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo#Madrid#Berlino#Ginevra#Basilea#SanPietroburgo#Bruxelles #Budapest#Amsterdam#Praga#Londra#Mosca#Vienna#Tokyo#Seoul#Manila #KualaLumpur#Washington#NuovaDelhi#HongKong #CittàDelMessico#BuenosAires#Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteIl PAESE con le CASE nella ROCCIA
Articolo successivoLe 5 APP che si dovrebbero INVENTARE per migliorarci la VITA
Lucio Bardelle
Nasco a Dolo (VE) nel 1979. Padre padovano, mamma vicentina, cresco nella terraferma veneziana. Studio Economia a Venezia, poi viaggio, per lavoro e per piacere. Vivo 7 anni in Lombardia, poi torno a Venezia. Sono appassionato di musica rock, suono la chitarra e il basso. Spesso corro. Scrivo per una associazione locale a sostegno del cittadino (Oltre il muro), creata da Pietro, uno dei miei migliori amici, infortunatosi 15 anni fa durante una partita di calcio.