I PAESI migliori dove andare a vivere FUORI ROMA

Intorno a Roma ci sono almeno quattro rotte privilegiate


Fuga dalla città. Un leit motiv che, in questo ultimo anno e mezzo in cui causa di forza maggiore la popolazione che lavora da casa è triplicata, ha spinto tanti a pensare, se non a realizzare, di trasferirsi fuori città. Ma dove? Intorno a Roma ci sono almeno quattro rotte privilegiate: il lago, il mare, i castelli, le città etrusche. 

I PAESI migliori dove andare a vivere FUORI ROMA

Un trend già iniziato da una decina d’anni, quello del vado a vivere in campagna, con un numero sempre maggiore di persone, soprattutto famiglie giovani con bambini piccoli che, stanchi dello stress cittadino, del traffico, dell’inquinamento e degli spazi verdi sovra affollati hanno deciso di allontanarsi dalla città per diventare, prima pendolari, oggi residenti a tutti gli effetti, di paesi che distano da Roma dai 30 ai 60 chilometri.


Vediamo le tre principali direzioni scelte dai fuggitivi:

# Il lago di Bracciano: Bracciano, Anguillara Sabazia e Trevignano Romano

A 30 minuti da Roma, c’è il lago di Bracciano, uno dei laghi più grandi del centro Italia, intorno alle cui rive si trovano tre comuni storici e a misura d’uomo: Bracciano, Anguillara Sabazia e Trevignano Romano. In questi paesi negli ultimi anni, dopo un notevole fermo immobiliare, con case che sono arrivate a costare il 40% in meno, si è visto un rialzo delle richieste di case, villette e appartamenti in vendita o in affitto. Tutti e tre sono comuni piccoli, a 30 km dal centro di Roma, che si sono sviluppati grazie alla linea del treno che ha permesso a numerosi abitanti il pendolarismo. Tra i buoni motivi per trasferirsi al Lago di Bracciano c’è soprattutto il clima: l’inverno è mite e dura poco. Lo stile di vita è rilassato e dalle 13:00 alle 16:00 le attività sono chiuse. L’economia del lago si fonda quasi esclusivamente sul turismo e per chi non lavora on line, le professioni maggiormente ricercate sono legate alla ristorazione e alle strutture alberghiere. Bracciano, il comune più grande e conosciuto dell’area, è un luogo che si presta a passeggiate lungolago e alla possibilità di praticare diversi sport acquatici grazie alla presenza di numerosi circoli velici. Su un’insenatura della costa settentrionale del lago, sorge invece Trevignano Romano, un paese più piccolo ma molto ricco culturalmente che, in tempi non Covid, per sei mesi l’anno, offre eventi culturali come il Festival internazionale del cortometraggio e di nicchia come serate jazz. Anguillara, piccolo borgo suggestivo e ricco di storia, si trova ai piedi dei rilievi dei Monti Sabatini e a pochi passi dalle acque del lago, meno conosciuta di Bracciano offre un ambiente rilassato e le stesse possibilità in termini di attività sportive e culturali degli altri comuni del lago.

# Il litorale romano: Ladispoli, Marina di San Nicola e Fregene



Un tempo il mare veniva scelto prevalentemente per trascorrerci le vacanze estive, oggi invece alcuni scelgono di viverlo tutto l’anno optando per cittadine che si affacciano sul mare e che negli ultimi anni hanno visto una crescita esponenziale del mercato immobiliare soprattutto nel Litorale Nord. Secondo esperti del settore, in queste zone è ancora possibile acquistare casa con 1.500/2000 euro al mq. Le mete del litorale sono particolarmente consigliate agli amanti degli sport acquatici come surf, wind surf, kite surf e vela che qui, insieme al beach volley sono sport diffusissimi. A poco più di 30 km da Roma c’è Ladispoli  una cittadina completa, che offre molti servizi ed è ben collegata con il treno alla capitale. Marina di San Nicola è più raccolta, con villini gestiti da consorzi che tengono la zona molto curata e garantiscono la sicurezza dell’area. Sempre sul litorale romano, circa 30 km a ovest di Roma e a 15 km dall’Aeroporto Leonardo Da Vinci, si trova Fregene, cittadina balneare storica che si affaccia sul mar Tirreno. Grazie al clima favorevole è una località che si può vivere tutto l’anno, in particolar modo nel periodo estivo si anima notevolmente per i suoi numerosi stabilimenti. Funzionano bene anche i trasporti perché la cittadina è servita dalla Stazione di Maccarese-Fregene e collegata con Roma dalla linea di bus.

 # I Castelli romani: Castel Gandolfo, Marino, Frascati, Rocca Priora, Grottaferrata, Rocca di Papa, Albano, Nemi

L’abbandono di Roma in favore dei paesi dei Castelli Romani è iniziato già qualche anno fa. I Castelli Romani comprendono un insieme di cittadine dei Colli Albani che si trovano a Sud Est di Roma. Ognuno di questi centri ha una sua caratteristica particolare, ma tutti, a diverse altezze sul livello del mare offrono una buona qualità di vita, aria pulita ed un’estrema vicinanza alla città. Tra il centro dei paesi e le loro periferie si stagliano villette e case di campagna, dove non sono inconsueti campi coltivati di frutta e verdura, mentre sono frequenti i vigneti. Il più rilassante è probabilmente Castel Gandofo, a 20 km dal mare, con due laghi, siti archeologici e la residenza estiva papale, in questa zona ci sono molte tenute antiche e ville importanti.  I prezzi delle abitazioni dipendono dalla tipologia e dal luogo preciso, ma sicuramente sono più bassi che nella capitale.

# I paesi etruschi: Cerveteri e Sutri

Per chi non si fa spaventare dalla distanza, qualche chilometro più a Nord di Roma si trova Il Comune di Cerveteri immerso in un bellissimo territorio ricco dal punto di vista naturalistico e storico. Città Etrusca, Cerveteri oggi è una realtà molto vivace. Le sue spiagge, caratterizzate dalla sabbia nera perché ricca di ferro, sono  molto frequentate nel periodo estivo. Con i suoi 36.000 residenti circa, Cerveteri, però, non è soltanto un polo di attrazione turistica, ma è una realtà molto attiva, con un numero di abitanti sempre in aumento, ricca di associazioni culturali e sportive. Tanti coloro che lavorano giornalmente sul territorio, ma tanti sono anche i lavoratori pendolari, che raggiungono la Capitale grazie ai collegamenti ferroviari e stradali. Sutri, a 52 chilometri dalla capitale in direzione Viterbo, è anch’esso un affascinante borgo della Tuscia con origini antichissime, cittadina etrusca fu sede di scontri tra i romani e le popolazioni etrusche per la sua posizione particolarmente strategica e fu sede pontificia. Chi ci vive non la lascerebbe per nulla al mondo per il suo essere lontano dal caos, immersa nella natura, nell’arte, nella storia e anche per la cucina che qui sembra essere eccezionale con prodotti tipici e a chilometro zero.

Continua la lettura con: L’ultima MODA di Roma: la gita fuori porta ai LAGHI

FRANCESCA SPINOLA

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.