Un ALBERO da MARCIAPIEDE: in via Canonica il simbolo della rinascita di Milano

Nei pressi di Chinatown, durante i mesi del lockdown è apparso un albero nel bel mezzo del marciapiede. Ecco alcune curiosità di questo prodigio che affascina i residenti della zona

Dovrebbe essere il simbolo della Rinascita di Milano dall’emergenza sanitaria. In via Canonica, all’altezza del civico 63, nei pressi di Chinatown, durante i mesi del lockdown è apparso un albero nel bel mezzo del marciapiede. Ecco alcune curiosità di questo prodigio che affascina i residenti della zona. 


 

Un ALBERO da MARCIAPIEDE: in via Canonica il simbolo della rinascita di Milano

# Mistero su come è apparso: frutto del lockdown o piantato da qualcuno di nascosto?

Le notizie su come sia capitato che un albero dai frutti arancioni sia cresciuto nel bel mezzo di un marciapiede milanese tutto ricoperto d’asfalto rimane un mistero. I residenti della zona di Paolo Sarpi, che si sono espressi sui vari gruppi social, hanno opinioni varie e stravaganti: c’è chi ritiene che questo piccolo esemplare di pianta non sia cresciuto da zero proprio lì durante i mesi di lockdown della città, ma sia stato spostato e piantato in quel punto solo una volta cresciuto. C’è, poi, chi ha osservato come la pianta in questione sia una particolare specie infestante e un po’ velenosa. E chi pensa che appartenga ad una donna, proprietaria del ristorante cinese che si trova proprio davanti.

# E’ la Ciliegia di Gerusalemme: originaria del Perù, un simbolo di resilienza

Qualche certezza però c’è. La pianta infatti fa parte della famiglia delle Solanaceae, è originaria del Perù ed è in grado di resistere al freddo e alle gelate. Il suo nome è Solanum pseudocapsicum, in italiano Ciliegia di Gerusalemme.



# La risposta politica che tira in ballo Jovanotti

Il primo tra gli esponenti politici a prendere atto dell’evento è stato Alessandro Giungi, consigliere comunale del Pd, che in un post su Facebook si è espresso così: “In Via Canonica 63 è nato sul marciapiede questo albero. Per me è un piccolo miracolo. Che va preservato e protetto. Due giorni fa a tal proposito ho avvertito l’Assessore Pierfrancesco Maran che sicuramente farà il possibile”.

E l’Assessore Maran ha prontamente replicato: “Sei un fiore che è cresciuto sull’asfalto e sul cemento”, citando Jovanotti.

Nell’attesa che la giunta si decida a una posizione ufficiale, gli abitanti della zona si sono già organizzati: alcuni danno da bere all’albero, se ne prendono cura e sembra che si stia perfino costituendo un Comitato per la sua tutela. 

LETIZIA DEHÒ

LA SCUOLA POLITICA DI MILANO CITTA’ STATO (Clicca per informazioni)

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su [email protected] (oggetto: ci sono anch’io)

Milano, cosa aspetti?

Milano Città Stato: l'unica strada per diventare una Città Mondo#milanocittastato #rinascimilano #rigeneralitalia #diciamosìalfuturo

Pubblicato da Milano Città Stato su Martedì 2 giugno 2020

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato