Ristoranti, trasporti e uffici: a NEW YORK è CRISI NERA per la settimana di TRE GIORNI in presenza

Nella sola Manhattan si parla di oltre 12 miliardi di affari perduti

0
Ph. Foundry

Secondo un’analisi esclusiva di Bloomberg, il lavoratore medio di New York City spende 4.661 dollari in meno all’anno in pasti, acquisti e intrattenimento vicino al lavoro grazie alla nuova settimana lavorativa in presenza di soli tre giorni. L’impatto sul business della Grande Mela sembra essere devastante: nella sola Manhattan si parla di oltre 12 miliardi di affari perduti. 

Ristoranti, trasporti e uffici: a NEW YORK è CRISI NERA per la settimana di TRE GIORNI in presenza

Ph. igorovsyannykov

Estratti tradotti da Remote Work Is Costing Manhattan More Than $12 Billion a Year, Bloomberg.com

“New York City è di nuovo piena di persone che lavorano, il martedì, il mercoledì e il giovedì. Ma l’atmosfera è diversa il venerdì e il lunedì, quando i vagoni della metropolitana si svuotano e, all’ora dell’happy hour, ci sono molti posti a sedere al bar. La settimana lavorativa in presenza si è ridotta a tre giorni.” (…)

# 12 miliardi persi per pasti, commercio e intrattenimento

“I nuovi dati sul lavoro di persona analizzati da Bloomberg News mostrano che in un certo numero di città degli Stati Uniti i venerdì in ufficio sono morti. E anche i lunedì non stanno tanto bene. In nessun luogo il costo economico del lavoro a distanza è più pronunciato che nel principale centro finanziario del mondo: New York. I lavoratori di Manhattan spendono almeno 12,4 miliardi di dollari in meno all’anno a causa di circa il 30% in meno di giorni in ufficio, secondo un’analisi di Bloomberg News che utilizza dati esclusivi del gruppo di ricerca WFH dell’economista della Stanford University Nicholas Bloom. Tale cifra è stata calcolata moltiplicando la perdita annuale di spesa per lavoratore corretta per l’inflazione per i quasi 2,7 milioni di pendolari e residenti stimati dall’US Census Bureau che hanno lavorato a Manhattan nel 2019.”

“Ciò significa che il lavoratore medio spende $ 4.661 in meno all’anno per pasti, acquisti e intrattenimento vicino ai propri uffici a New York. Il risparmio scende a $ 3.040 a San Francisco e a $ 2.387 a Chicago.”

“La perdita di 12,4 miliardi di dollari all’anno si traduce in mancate vendite per ristoranti, rivenditori e altre attività che guidano il motore economico di New York. Gli uffici sfitti rappresentano una crisi multimiliardaria per il più grande mercato immobiliare per uffici d’America. Le finanze del sistema di trasporto pubblico sono in caduta libera. E la minaccia di crisi per le entrate fiscali rasenta l’esistenziale: qual è il valore di una città quando i lavoratori non hanno più bisogno di essere lì?”

# Londra: solo il 6% dei lavoratori ritornato a 5 giorni in presenza

“Se a New York City vengono pagate meno tasse sul reddito“, ha affermato il controllore Brad Lander, “allora è difficile capire come acquisire valore sufficiente per mantenere le metropolitane e investire nelle scuole e mantenere la città sicura e pulita e tutte le cose che contano davvero”. Le tariffe di New York sono istruttive per altri centri finanziari in tutto il mondo: solo il 6% dei londinesi precedentemente in grado di lavorare da casa ha affermato che i loro datori di lavoro si aspettano che siano in ufficio cinque giorni alla settimana, secondo un rapporto dell’ufficio del sindaco. E l’anno scorso, circa il 14% dei posti di lavoro pubblicati in tutti i 23 quartieri di Tokyo erano per lo più da remoto, rispetto al 3% nel 2019, secondo il sito di lavoro Indeed.” (…)

# “Meno pendolari significa meno entrate: ristoranti e metro in grave crisi”

Vendite al dettaglio in negozio e online nei diversi giorni della settimana (Dati Mastercard – Bloomberg)

“Meno spesa da parte dei lavoratori nelle aree centrali significa molto meno entrate fiscali sulle vendite”, ha affermato Jose Maria Barrero, professore presso l’Instituto Tecnologico Autonomo del Messico e ricercatore del gruppo WFH che ha calcolato le cifre per Bloomberg. “Se hai meno pendolari, ciò significa meno entrate.”

“Questi cambiamenti sono più visibili nel Financial District e nel Midtown di Manhattan, dove i trading desk e i cubicoli sono deserti all’inizio e alla fine della settimana. Molti ristoranti e rivenditori hanno chiuso i negozi e il traffico pedonale e i passeggeri della metropolitana sono crollati. Banchieri, avvocati e altri dirigenti che fanno pagare i viaggi in macchina nera ai loro uffici di New York City hanno anche riorganizzato i loro programmi di pendolarismo per concentrarsi su martedì, mercoledì e giovedì, secondo i dati di HQ Corporate Mobility, che collabora con le aziende Fortune 500 per prenotare, fatturare e automobili di spesa. Da giugno a dicembre 2022, le corse effettuate il lunedì e il venerdì hanno raggiunto rispettivamente solo il 33% e il 38% circa dei livelli pre-pandemia, secondo i dati del quartier generale di circa 400.000 corse negli ultimi tre anni.”

“Le persone hanno cambiato il loro stile di vita e il loro comportamento”, ha affermato Michelle Meyer, capo economista del Nord America presso il Mastercard Economics Institute. “Se quel giorno lavori da casa, non ti recherai nel tuo ufficio e non andrai alla bottega accanto al tuo ufficio.”

# Il rilancio dei quartieri residenziali

“La crescita ha trasformato i quartieri in cui vivono i lavoratori ibridi in un nuovo tipo di quartiere degli affari. Il traffico pedonale negli altri quattro distretti di New York è aumentato dell’85% o più entro la fine del 2022 rispetto ai livelli pre-pandemia, secondo i dati di Orbital Insight. La spesa media al dettaglio nei lunedì di ottobre è aumentata del 28% nel Bronx, del 21% nel Queens e del 18% a Brooklyn, rispetto a solo il 2% a Manhattan rispetto allo stesso periodo del 2019, secondo i dati di Mastercard. La crescita del distretto esterno potrebbe essere un lato positivo per New York, ma un piano pubblicato di recente per rilanciare la città si concentra meno sulle nuove aree vivaci e più sul ritorno a un’economia incentrata su Manhattan. Mentre il sindaco Eric Adams ora richiede ai dipendenti del governo di lavorare di persona cinque giorni alla settimana, ha avuto meno fortuna a spingere i leader aziendali a imporre requisiti in carica più severi. “È ora”, ha detto l’anno scorso. “New York City non può scappare da casa“.

# Il venerdì solo 1 lavoratore su 5 è in presenza: il valore degli uffici sta crollando

Ph. jplenio

La presenza dei lavoratori negli uffici di New York durante il quarto trimestre del 2022 è tornata in media a circa il 43% dei livelli pre-pandemia, secondo i dati di tracciamento dei badge di Kastle Systems. Il martedì, tuttavia, la percentuale sale a una media del 51% e precipita al 23% il venerdì. (…) In otto importanti edifici per uffici di Manhattan, il traffico pedonale è diminuito di circa il 52% il venerdì e il 45% il lunedì rispetto a prima del Covid, secondo un’analisi di Bloomberg News sui dati di Placer.ai

I ricercatori hanno modellato un calo del 40% del valore di mercato degli uffici poiché le torri degli uffici sono parzialmente vuote, il che, secondo le stime, costerebbe 5 miliardi di dollari di entrate fiscali perse, ovvero il 5% del budget annuale della città. Anche le future entrate fiscali di New York potrebbero diminuire poiché gli edifici per uffici semivuoti determinano una spesa lenta. Potrebbe anche subire un colpo alla sua base imponibile se i dipendenti continuano a trasferirsi altrove. “Questo è un grosso buco che dovrà essere colmato con nuove tasse, una spesa inferiore”, ha affermato il professore della Columbia University Stijn Van Nieuwerburgh, che ha definito la situazione in un recente panel come un potenziale “loop urbano”.

La città sta ancora vedendo gli impatti sul suo sistema di trasporto pubblico, dove i passeggeri nei giorni feriali hanno recuperato in media solo il 64% a gennaio e si prevede che le carenze di entrate raggiungeranno oltre $ 2 miliardi all’anno fino al 2026. Con l’esaurimento degli aiuti per la pandemia, l’agenzia sta pianificando tagli del servizio a circa sette linee il lunedì e il venerdì, incluso il treno 1 che collega Manhattan e il Bronx e i treni L e F, che attraversano Brooklyn, Queens e Manhattan. Il cambiamento sarà avvertito dai newyorkesi della classe operaia, che torneranno a lavorare cinque o sei giorni alla settimana. “Non possono permettersi un Uber da $ 50” e non sono in grado di lavorare in remoto, ha affermato l’amministratore delegato di MTA Janno Lieber a novembre. (…)

# “Lunedì e venerdì, lascia perdere”

Ph. wiggijo

Gli imprenditori dicono che stanno lottando per adattarsi alla nuova settimana lavorativa di tre giorni. Il proprietario di Falafel di Sam, Emad Ahmed, ha affermato che il traffico pedonale vicino a Wall Street è il peggiore dei suoi 30 anni di attività. Solo in una soleggiata giornata infrasettimanale le vendite recuperano circa il 60% di quello che erano, ha detto. Nel frattempo, l’aumento del costo del gas e degli ingredienti ha messo sotto pressione i suoi affari. “Lunedì, venerdì, lascia perdere”, ha detto Ahmed, 57 anni, che parcheggia il suo camion a Zuccotti Park e in quei giorni guadagna solo il 30% delle sue entrate pre-Covid. “Perdi soldi quando non c’è nessuno.” (…)

Con gli uffici più vuoti il ​​lunedì e il venerdì, i viaggiatori d’affari stanno riducendo i soggiorni in hotel di un giorno o due e volano solo per metà settimana, ha affermato Vijay Dandapani, presidente e CEO della Hotel Association di New York City. (…) “Perdere quella quantità di affari di venerdì, che è uno dei giorni più impegnativi, è enorme”, ha affermato Fitzpatrick, che dipende dai viaggiatori d’affari per il 70% della sua clientela. Per incrementare gli affari, sta pensando di mettere in palio un viaggio gratuito in Irlanda per i clienti del bar del venerdì. Un’altra idea di marketing è incoraggiare i turisti a prolungare le loro vacanze a New York City promuovendo l’hotel come rifugio per il lavoro a distanza il venerdì. “Dobbiamo trovare qualcosa”, ha detto Fitzpatrick.

Fonte: Remote Work Is Costing Manhattan More Than $12 Billion a Year, Bloomberg.com

Continua la lettura con: Parigi si svuota

LA FENICE

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/

 


Articolo precedenteA MILANO in arrivo una GALLERIA FONICA
Articolo successivoLa triste fine della “DEFENSE MILANESE”
La Fenice
Riflessioni a cavallo tra una fine ed un inizio