Natalia MOLCHANOVA: “la mia Milano farà incontrare il VERDE e la CULTURA”

Dalla Russia con amore (per Milano): "Se non fosse per Milano non sarei in Italia"

Natalia Molchanova

Natalia Molchanova. Influencer, comunicatrice, imprenditrice russa con il cuore a Milano.
Dalla Russia ha preso la grinta, da Milano lo stile. In questo momento a Milano serve molta più grinta, molta più Russia.

Natalia MOLCHANOVA: “la mia Milano farà incontrare il VERDE e la CULTURA”

Natalia Molchanova

La cosa che ami di più di Milano?

Multietnicità. Contiene tutta Italia dentro. La città più inclusiva d’Italia.


Quella che invece ti piace di meno?

A volte è un po’ snob.

Il tuo locale preferito?

Lacerba” per bere, “Piz” per la pizza, “Convivium” per cene cordiali.

Il tuo passatempo preferito a Milano?

Passeggiare in giro per la città senza meta e scopo.



La canzone su Milano a cui sei più legato/a?

Milano-Immaginazione di Benvegnu

Il luogo dei dintorni di Milano che ami di più?

Tutti i laghi.

lago como, milano
lago como, milano

La cosa più bella che ti è capitata a Milano?

Crescere

La fermata della metro a cui sei più affezionata (e perché)?

Duomo. Adoro salire i gradini e vedere il Duomo dal basso.

Credits Urbanfile – Dissuasori Duomo

La cosa più curiosa che hai visto a Milano?

Come si trasforma per i vari Fuorisalone

Fuorisalone 2019. Credits: @licialupelli (INSTG)

Il quartiere che ami di più?

Moscova/Brera (per me è un tutt’uno)

Credits: @sardiniamood
Brera

Caro Sala ti scrivo… (cosa chiederesti al sindaco per rendere Milano ancora migliore)?

Combattere i dogmi in ogni forma

Milano città stato: sei a favore oppure no a che Milano abbia un’autonomia simile a una regione o a una provincia autonoma, come l’hanno le principali città d’Europa?

Se dovessi lasciare Milano in quale città ti piacerebbe vivere?

Non in Italia. Se in Italia non ci fosse Milano probabilmente sarei già andata via.

Se avessi due miliardi per Milano che cosa faresti?

– Potenziamento mezzi pubblici
– Più spazi comuni per lavoro, smartworking etc.
– più attività all’aperto, fare incontrare il verde e la cultura.

Un sogno per Milano: qual è il tuo più grande auspicio per il futuro di Milano?

Che diventi veramente autonoma e faccia vedere all’Italia cosa sia il vero senso civico.

Natalia Molchanova

Continua la lettura con: Tutti personaggi di #milanomia già pubblicati

Ogni giorno Milano Mia su milanocittastato.it: l’intervista a personaggi innamorati di Milano

MILANO CITTÀ STATO

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.