Il CUBO MAGICO di Milano

Dove la speranza ha una forma

Credits: www.comunitanuovacoop.it

In zona Bisceglie, a Milano, sorge un cubo. A vederlo da fuori non si capisce cosa possa essere, ma nasconde in sé tanta speranza.

Il CUBO MAGICO di Milano

# Un luogo di accoglienza per quei giovani che hanno bisogno di aiuto per tornare a vivere

Credits: www.comunitanuovacoop.it

CN l’HUB, in rete con Fondazione Don Gino Rigoldi, è un luogo di accoglienza per giovani che hanno perso la retta via e per famiglie che hanno bisogno di un luogo dove stare. Si trova davanti al Carcere Beccaria e le due strutture sono ancora più vicine negli intenti che nello spazio.


Don Gino è il cappellano del carcere, un uomo che ha dedicato la propria vita ai giovani, a curare quei germogli calpestati per ridare loro la possibilità di sbocciare. Sono 30.000 i giovani passati per la sua comunità, alcuni adottati per permettere loro di non tornare nei paesi di origine martoriati dalle guerre.

# Un lavoro di recupero per il futuro: il progetto Kintsugi

Credits: www.comunitanuovacoop.it

Don Gino ad 80 anni ha ricevuto premi ed onorificenze, ma rimane fedele al suo ruolo in questo mondo. È un Milanese di nascita, ma vive in frontiera e fa per questa città un lavoro di recupero che servirà per il futuro.

Il cubo è un “rifugio operativo”, di reinserimento delle persone, di aiuto al ritorno in società. Infatti, non a caso, il progetto si chiama Kintsugi, termine che richiama l’arte giapponese di riparare gli oggetti rotti con colla d’oro.



# Le attività di creazione, e rinascita, nel cubo

Credits: @be_civic IG

Da segnalare è Cake l’Hub, un bar pasticceria aperto al pubblico dove gli stessi ragazzi producono dolci artigianali che hanno il sapore di futuro, di possibilità, di rinascita. Ma non solo: c’è anche Ciclo l’Hub, un negozio di vendita e riparazioni biciclette.

Poi, sempre nel cubo, si trova anche tutto ciò che serve per la creazione di eventi, uno spazio nel verde e un servizio Catering che opera in tutta la Lombardia.

# La speranza in un cubo

Credits: www.michelenastasi.com

Insomma, un cubo piantato nella società, creato per dare un futuro migliore a chi non ha avuto fortuna nella vita, a chi si è perso ma che deve avere la possibilità di essere ritrovato ed aiutato.

La convinzione è che, di fronte ai bisogni delle persone che incontriamo, dobbiamo sentirci chiamati a rispondere nella misura e nella forma possibili a ciascuno di noi.

Continua la lettura con: 7 volte che MILANO è FINITA IN GINOCCHIO, ma si è sempre RIALZATA

MARTINA PICCIONI

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.