I QUARTIERI di Milano dove far CRESCERE dei BAMBINI PICCOLI

Ecco alcuni tra i più consigliati

0
Credits: @all_you_need_is_my_pics città studi

Lo abbiamo chiesto ai milanesi: queste le prime scelte delle famiglie. 

I QUARTIERI di Milano dove far CRESCERE dei BAMBINI PICCOLI

# Città Studi

Credits: @all_you_need_is_my_pics
città studi

Tra i quartieri considerati migliori dove far crescere dei bambini piccoli troviamo Città Studi. Tra la circonvallazione e la ferrovia, questa zona ad est della città è ricca di servizi, tra cui la linea metropolitana M2 e non troppo distante la M1. Ideale anche per il futuro dei ragazzi che vorranno frequentare l’università per la presenza del Politecnico e del polo scientifico della Statale, con facoltà di ingegneria, architettura e agraria.

# Feltre

genu78 IG – Feltre

Spostiamoci un po’ più est. Il quartiere di Feltre è uno dei classici quartieri residenziali di periferia immersi nel verde, da intendere non solo il complesso di edilizia residenziale sovvenzionata realizzato alla fine degli anni ’60 ma anche l’abitato che si sviluppa attorno e lungo via Feltre. Tranquillo e silenzioso è dotato di scuole, anche una in lingua inglese, centri sportivi al chiuso e all’aperto.

# Villaggio Giornalisti/Maggiolina

@emanuela_terzi

La Maggiolina, appena oltre la circonvallazione a nord, è un un quartiere bomboniera. Circondato da metropolitane, la M3 e M5, è ricco di villette e case a schiera e ampi spazi verdi che ne fanno il primo esempio di città-giardino in Italia. Un quartiere perfetto per far crescere i figli, dove regna il silenzio e un’atmosfera quasi di provincia tra architetture degne di nota come Villa Figini e  le case Igloo di via Lepanto.

Leggi anche: 10 cose da vedere nella MAGGIOLINA, il quartiere dell’architettura sperimentale

# Gallaratese/QT8/Parco Trenno

Credits progettimmobilimilano IG – Gallaratese

Il quartiere a Nord di San Siro è tra i più consigliati soprattutto per il verde, ancor di più considerando il vicino Parco Trenno. Costruito negli anni ’60 e ’70, è prevalentemente residenziale e tra i più grandi costruiti ex novo in Italia, con maggioranza di condomini di edilizia popolare. Attraversato dalla linea M1 con ben 3 fermate, confina con il nuovo quartiere di Cascina Merlata e il suo grande parco.

# Parco Solari

Parco Solari Don Giussani
Credits: instagram @crececconi

Appena fuori la Cerchia dei Bastioni ad ovest, il quartiere Solari offre spazi verdi, su tutti l’omonimo parco conosciuto anche come Don Giussani, scuole, una piscina di Milano Sport e campi da basket. Oltre alla fermata M2 di Sant’Agostino, nei pressi dei confini nord, dal 2024 sarà servito ancora meglio grazie alla M4.  

# Conciliazione/Pagano

Credits alessandro.barra.988 IG – Piazza della Conciliazione

La zona compresa tra Conciliazione e Pagano, quindi anche Via Venti Settembre, non è alla portata di tutte le tasche però è tra quelle consigliate per far crescere bambini piccoli in quanto a prevalenza residenziale. Tranquilla e ricca di servizi, scuole, istituti culturali e religiosi, non si fa mancare il verde come quello del Parco Vergani o del non distante Parco Sempione. A pochi minuti da Piazza del Duomo grazie alla linea M1. 

Leggi anche: Le VILLE più BELLE di VIA VENTI SETTEMBRE, la Kensington High Street di Milano

# CityLife

Credits Andrea Cherchi – Orti Citylife

Ultimo ma non ultimo il quartiere che sembra fatto proprio per le famiglie. Verde, senz’auto che girano all’interno, spazi di aggregazione, ottima posizione, presenza della metropolitana e di un centro commerciale. Unica nota stonata: i prezzi proibitivi delle case. 

Leggi anche: La zona dei sogni: quanto costa un appartamento a CityLife

Continua la lettura con: Un QUARTIERE di MILANO è uno dei più COOL del MONDO secondo Time Out

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedente#55 – Dormire dentro una BOTTE DI VINO in Lombardia
Articolo successivoSHOPPING SECOND HAND a Milano
Giornalista pubblicista. Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia. Il mio background: informatica, marketing e comunicazione. Curioso delle nuove tecnologie dalle criptovalute all'AI. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.