5 MODI DI DIRE tipicamente MILANESI

Basta usare una di queste cinque espressione per farsi identificare come milanese

Murales Sant'Ambrogio. Credits: @kaliman261059 (INSTG)

“Milan l’è on gran Milan” è sicuramente l’espressione del dialetto milanese più famosa. E sono tanti anche i proverbi della tradizione popolare che si continuano a tramandare di generazione in generazione.

Ma oggi vogliamo parlare dei modi di dire tipicamente meneghini, con i quali, spesso, non è semplice farsi capire nel resto d’Italia.


5 MODI DI DIRE tipicamente MILANESI

#1 Andare a piotti

È un’espressione dialettale che indica l’andare a piedi da un punto A ad un punto B.

Quando hai ancora l’auto dal meccanico e nessuno può accompagnarti a lavoro: “fa niente, me la farò a piotti”.

#2 Paccare

Sicuramente un termine usato soprattutto dai giovani milanese. Indica “l’arte” del disdire un appuntamento all’ultimo minuto o senza preavviso.



Quando la festa è alle 22 e alle 21.50 chi doveva guidare avvisa di non esserci: “Non abbiamo più il passaggio, Luigi ci ha paccati”.

#3 Disciularsi

È un verbo lombardo legato anche al piemontese poiché deriva da un sostantivo comune ai due dialetti. Può indicare la capacità di risolvere un problema complesso, senza arrendersi. Ma, ultimamente, il suo significato si è spostato sul saper affrontare la vita in piena autonomia, sull’essere svegli.

Un tuo amico non ha voglia di studiare o di trovare un lavoro? Potresti dirgli “Disciules che hai 30 anni!”

#4 Muchela!

È un’espressione dialettale tipicamente lombarda proveniente dall’originario “mozzare”. Chi la sente rivolgere verso se stesso deve stare attento: infatti, intima, in modo imperativo, di smetterla, finirla, piantarla.

Qualcuno si sta continuando a lamentare da ore e ore? “Muchela!”

#5 Che sbatti!

Slang milanese che deriva dalla parola “sbattimento”. Viene utilizzato quando non si ha voglia di fare qualcosa che invece bisognerebbe eseguire.

Quando devi comprare un regalo, ma non lo hai trovato da nessuna parte e scopri che è solo in quel negozio a 50 km da casa tua è automatico dire “Che sbatti!”

Continua la lettura con: 10 PAROLE del DIALETTO MILANESE intraducibili in ITALIANO

ALESSIA LONATI

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.