PORTA VENEZIA – la Milano arcobaleno🌈🔴⁠

Perchè è la fermata color arcobaleno?


Lo sapevi che dal giugno 2018 le pareti della stazione Porta Venezia sono state decorate con i colori dell’arcobaleno in sostegno del gay pride, grazie al finanziamento dello sponsor Netflix? L’intervento avrebbe dovuto essere temporaneo, ma nell’agosto 2018, per volontà del sindaco Sala, ATM ha annunciato che la fermata rimarrà definitivamente decorata con i colori dell’arcobaleno.

La stazione arcobaleno riflette la movida del quartiere in cui la metro rossa si ferma prima di dirigersi verso Palestro o verso Lima. Un quartiere che non accetta pregiudizi e non vuole definizioni, dove diversità e inclusione sono celebrate ogni sera nei locali. Ma è la fermata anche che ti porta ai palazzi liberty, ai negozi per uno sano shopping e al parco a rilassarti. Insomma, una stazione, un quartiere, tanti volti.⁠


Credits: @eustacestephen
IG

Altre curiosità sulla fermata di Porta Venezia:

  • La stazione di Porta Venezia fu costruita come parte della prima tratta (da Marelli a Lotto) della M1, entrata in servizio il 1º novembre 1964. Nelle prime versioni del progetto la denominazione della stazione era Oberdan
  • A partire dal 1997 è divenuta un nodo di interscambio con il passante ferroviario 
  • Porta Venezia in passato era stata denominata in altro modo: Porta Orientale fino al 1860, Porta Riconoscenza in epoca napoleonica, in milanese anche Porta Renza: è una delle sei porte principali di Milano

Continua la lettura con: Le altre fermate del giorno

MILANO CITTA’ STATO

copyright milanocittastato.it



Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here