MILANO 2120: come sarà Milano tra un SECOLO

Un ragazzo milanese ci scrive dalla Milano del 2120. La grande notizia è che sì, ce l'abbiamo fatta: nel 2040 abbiamo raggiunto il nostro grande traguardo

Credits: wsimag.com

Un ragazzo milanese ci scrive dalla Milano del 2120.

MILANO 2120: come sarà Milano tra un SECOLO

# La città più sostenibile d’Europa

Se più di cento anni fa era la capitale mondiale indiscussa di Moda, Design e molto altro ancora, nel 2120 Milano ha conservato tali primati, ma è diventata al contempo la città più sostenibile d’Europa, scavalcando anche le capitali scandinave. È stato proprio qui che, fra il 2080 e il 2090, Milano ha chiesto e ottenuto la condivisione con Roma del ruolo di capitale italiana, grazie alla brillante intuizione di costituire il Ministero della Sostenibilità, la cui sede si trova presso Piazza Dei Dieci Grattacieli, dove un tempo sorgevano le fontane luminose di piazza Gae Aulenti.


tipico palazzo milanese del 2120

Da decenni, l’utilizzo di auto-volanti esclusivamente elettriche, le politiche di governance protagoniste di inclusione sociale, l’eliminazione pressoché totale dello spreco di cibo e una raccolta differenziata al 100%, hanno conferito a Milano un ruolo d’avanguardia mondiale. Fra le innovazioni più di impatto ricordiamo l’ideazione negli anni’60 del modello Climbing Plant Office. Ovvero uffici ricoperti di verde, dove non ci sono scale o ascensori ma dei rampicanti che permettono una salita ai piani superiori dai muri esterni. Per impiegati di ambo i sessi appassionati di climbing e non solo. Un modello di wellness che si è sparso poi a macchia d’olio a partire da Londra, per poi sbarcare negli Stati Uniti.

# Nella città stato (ce l’abbiamo fatta nel 2040) ci sono auto volanti elettriche e piste volo-ciclabili

Come accennato, oggi a Milano si guidano prevalentemente auto-volanti elettriche. Grazie all’affermazione giuridica di Città Stato ottenuta nel lontano 2040, il capoluogo lombardo ha bandito progressivamente l’utilizzo di vetture volanti a benzina. Precedentemente, nel 2030 c’stata la celebre passerella fra lacrime e applausi dell’ultima auto su strada guidata dal sindaco lungo corso Venezia. Dal 2031, infatti, le vecchie strade di Milano sono state trasformate in percorsi pedonali e piste volo/ciclabili, ed è recente la notizia che presso l’Idroscalopark si terranno i primi campionati italiani di FlyBoard, la moto d’aria compressa inventata e messa in commercio nel 2109.



# Arte e cultura: la quinquennale ospita la rassegna “Ologrammi a Milano”

La Quinquennale di Milano rappresenta da un paio di decenni la più importante istituzione culturale d’Europa. Fondata sull’eredità della Triennale e nel rispetto numerico della Quadriennale di Roma, la Quinquennale ha introdotto fra i suoi palazzi e atelier un nuovo e attualissimo progetto artistico: la rassegna Ologrammi a Milano, dove artisti digitali di mezzo mondo si esibiscono in una miriade di forme e colori sfavillanti. Prossimamente, inoltre, sono previsti nuovi corsi di Meditazione Digitale, un nuovissimo metodo per la riscoperta di sé stessi importato da ingegneri buddisti della scuola di Todaiji, Giappone.

# Quattro squadre milanesi nella Downtown Arena

Come sembrano lontani i tempi in cui a Milano esistevano solo due squadre cittadine e un mitico, unico, grande stadio, che grazie al cielo non è mai stato demolito, come sembrava dovesse succedere negli anni ’20 del secolo scorso. Anzi è stato ristrutturato per ospitare il Museo del Calcio Mondiale FIFA, racchiudendo cimeli italiani e intercontinentali di tutto il XXI secolo. Oggi Milano è diventata la nuova Londra del calcio, con ben più di un derby a fare da palcoscenico agli appassionati di pallone.

La stracittadina fra il “Brera Calcio” e il “Sempione FC”, che proprio quest’anno ha ottenuto la prima promozione in serie A della sua storia, si gioca presso la nuova Downtown Arena, la vecchia Arena di Milano, impianto che ospita anche le due formazioni meneghine di serie B, il “Racing Ticinese” e “l’Atletico Carrobbio”. Quattro squadre professionistiche nel cuore di Milano, che in occasione di ogni derby offrono spettacolo assicurato di tifo, fumogeni e folklore.

L’Inter e il Milan, invece, rispetto agli anni a San Siro giocano oggi nei due impianti Snakes Stadium nella zona di Pero e Devil Arena, a sud di Rozzano, ambedue costruiti fra il 2025 e il 2030 e con una capienza di quasi 100mila spettatori.

# Nightlife: Negroni Sbagliato su vassoi volanti e happy hour in mongolfiera

I Negroni Sbagliato, ormai, si servono su vassoi volanti, che tanto ricordano lo skateboard di Marty nel già citato Ritorno al Futuro parte seconda. Se la Milano da bere è cresciuta soprattutto nel numero di clubs e locali panoramici, all’epoca c’erano solo il Radio Rooftop o il Ceresio7, a farla da padrone oggi sono i nuovi locali nati nella riqualificazione di aree un tempo considerate periferia ricoperte ora di prati colorati.

Come ad esempio il Flying Food District di Città Studi, l’AperiBalloon, per gustare happy hour al Parco Nord su minimongolfiere da due posti e, soprattutto, i Nuovi Murazzi dell’IdroscaloPark. Una meravigliosa opera d’architettura moderna, infarcita di cocktail bar, dj set e ristoranti in stile Barceloneta anni ‘2000, diventata nel tempo il punto di riferimento per i giovani milanesi e per la vita notturna di tutta Europa che con i mezzi volanti e treni in tubi a pressione possono raggiungere Milano da ovunque in meno di un’ora.

# Il Social intertemporale

Ma forse la grande innovazione è quella di aver infranto i limiti del tempo. Si è diffuso a Milano come in tutto il mondo il Neverending-Social un social network che mette in comunicazione persone di ogni epoca consentendo di viaggiare nel tempo restando in connessione per sempre. E’ grazie a questa scoperta che vi sto scrivendo. 

Ciao Milano. Ti aspetto tra un secolo. 

CARLO CHIODO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su [email protected] (oggetto: ci sono anch’io)

Milano, cosa aspetti?

Milano Città Stato: l'unica strada per diventare una Città Mondo#milanocittastato #rinascimilano #rigeneralitalia #diciamosìalfuturo

Publiée par Milano Città Stato sur Mardi 2 juin 2020

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato

 

Articolo precedenteI 10 PARADOSSI del Covid
Articolo successivoIl cuore di Milano non fa parte di questa Italia
Carlo Chiodo
Nasco a marzo del 1981. Milanese moderno, ostinato e sognatore, alla costante ricerca di una direzione eclettica di vita. Laurea in Lingue e Comunicazione, sono appassionato di storia contemporanea, amante del cinema e del surf da onda. Dopo il romanzo d'esordio (Testa Vado Croce Rimango, 2016) ho pubblicato con Giovane Holden edizioni una silloge di racconti (Diario di Bordo, 2020).