Le 7 ATTRAZIONI da ammirare al PARCO di MONZA

Cosa c'è da scoprire al suo interno?

Credits: parcodimonza IG

Il Parco di Monza è uno dei parchi storici più grandi d’Europa oltre ad essere il primo per dimensioni ad essere circondato da mura. Istituito nel 1805 per volontà dell’imperatore Napoleone come tenuta agricola e come riserva di caccia, offre ai turisti spettacoli naturali ed esperienze da vivere con amici e familiari.

Le 7 ATTRAZIONI da ammirare al PARCO di MONZA

 


#1 La villa Reale: voluta dell’imperatrice Maria Teresa d’Austria

Instagram: milanoguida

La Villa Reale di Monza è stata costruita per volontà dell’imperatrice Maria Teresa d’Austria tra il 1777 e il 1780 come residenza estiva per il figlio Ferdinando d’Asburgo. Fonte d’ispirazione dell’architetto Piermarini è stata la Reggia di Caserta. La villa passò in mano ai Savoia quando la Lombardia venne annessa allo Stato del Piemonte. Umberto I di Savoia fece ornare la villa con i gusti dell’epoca portandola a un cambiamento radicale.

Nel 1900 Umberto fu assassinato proprio a Monza da Gaetano Bresci. Il nuovo re Vittorio Emanuele III non volle più utilizzare la Villa Reale, motivo per la quale venne chiusa e successivamente donata ai comuni di Monza e di Milano. Oggi ospita numerose mostre ed è la casa degli eventi principali che si svolgono nella provincia di Monza e Brianza.

#2 Centro Ippico Santa Maria: un tempo era la scuderia reale

Instagram: katiuzzamnz

Il centro ippico Santa Maria è attivo dal 1979 all’interno del Parco di Monza, dove sorge Villa Mirabello costruita verso la metà del XVII secolo dalla famiglia Durini. E’ dislocato su un’area di circa 11.000 metri quadri nella struttura un tempo adibita a scuderia reale. Oggi è presente una scuola di equitazione che da la possibilità ai turisti, grandi e piccini, di vivere l’esperienza di una passeggiata a cavallo nel parco recintato più grande d’Europa.



#3 Il laghetto di Villa Reale: tra i luoghi più romantici della Brianza

Instagram: p_meravigliosi

Situato a pochi passi dalla Villa Reale, attrazione principale del Parco, il laghetto è uno dei posti più romantici di tutta la Brianza. Sono molte le coppie di fidanzati che passano interi pomeriggi seduti sulle panchine che fiancheggiano il laghetto e, tra un bacio e l’altro, ammirano il riflesso degli alberi che si rispecchiano sull’acqua.

I più fortunati possono silenziosamente osservare mamma anatra e i suoi anatroccoli passare da una parte all’altra del laghetto nuotando tra i pesci enormi che da anni risiedono. #perfamiglie e #perfidanzati

#4 L’incredibile scultura “Lo scrittore”: sedia e tavolo alti 10 metri

Credits: yourownguide.com

Nel 2005, anno celebrativo dei 200 anni di storia del Parco di Monza, la Rottapharm donò  un monumento che rappresentava la prima proposta di un percorso artistico nella verde cornice del Parco recintato da mura più grande d’Europa. L’opera composta da una sedia alta 10 metri e da un tavolo alto 7,50 e largo 11 metri, in legno e acciaio per un peso totale di oltre 4 tonnellate è facilmente raggiungibile dalla porta di Biassono a confine con il comune di Villasanta. Sarà questa l’opera che darà il via ad altre espressioni artistiche nel parco?

#5 “La Sopraelevata” dell’Autodromo Nazionale: parte del circuito di Formula 1 fino al 1970, ancora oggi utilizzata per competizioni

Instagram: l_tagliabue11

Inizialmente la curva “sopraelevata” era parte della pista del circuito di Monza ma dal 1970 non è stata più utilizzata. Questa curva fu costruita per garantire agli appassionati di motori il raggiungimento di velocità elevate e quindi uno spettacolo mozzafiato. Ancora oggi viene utilizzata per competizioni ma non è più parte ufficiale del circuito del Gran Premio di Monza.

La vecchia sopraelevata è aperta al pubblico e sono molti coloro che ripercorrono a piedi o in bicicletta questa tratto di pista. Sono molti coloro che, con un po’ di atletismo, riescono a salire nella parte superiore della curva per scattare la solita foto di rito da postare sui social network.

#6 Mulino San Giorgio: con l’antica cascina agricola e il suo yogurt da leggenda

Credits: cascineapertemilano.it

Il Mulino San Giorgio, rilevato nel Catasto Teresiano come sito di casa con molino appartenente al marchese Francesco Gerolamo Cravena, dopo un fermo di oltre 100 anni, è stato ripristinato nel 1987. Sono presenti due edifici: uno adibito ad abitazione mentre l’altro per uso agricolo.

Acquistato dal Demanio nel 1937, ha visto la cessazione dell’attività produttiva nel 1952, anno in cui è stato trasformato in azienda zootecnica. Affittato dai fratelli Colosio, tuttora vengono praticate attività di allevamento e produzione di prodotti caseari. Uno di questi è sicuramente il cremoso yogurt acquistabile nei distributori al di fuori della fattoria al modico prezzo di 2,50€.

#7 Villa Mirabello, la Biblioteca del Parco: secondo la leggenda realizzata sulle rovine di un castello appartenente alla famiglia della “Monaca di Monza”

Instagram: luca_dicosmo

Secondo la leggenda la Villa sorge sulle rovine di un antico castello di proprietà dei De Leyva, nobile famiglia d’origine spagnola, da cui nacque Virginia Maria De Leyva, meglio conosciuta come la Monaca di Monza. La villa, ideata dall’architetto Gerolamo Quadrio, è il più antico di tutti i fabbricati che oggi esistono nel Parco di Monza.

Oggi, sede della biblioteca del Parco, è aperta al pubblico ed offre la possibilità di leggere, studiare e rilassarsi nella Sala delle Colonne. Caratteristico è il lungo viale per arrivare alla villa dove ogni anno si svolgono i fuochi d’artificio per la festa di San Giovanni, patrono della città.

Continua la lettura con La città più milanese d’Italia è MONZA

MARCO ABATE

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

 

 


Articolo precedenteThe end
Articolo successivoIl salto nel FUTURO dell’aeroporto di LUGANO
Marco Abate
Laureando in Scienze dell’Organizzazione presso l’Università Bicocca di Milano. Nato a Monza e da sempre amante della tecnologia e degli animali. Affascinato dai social network e dalla creazione di contenuti multimediali.