Non c’è DUE senza TRE: un TERZO OPERATORE lancia la sfida a ITALO e TRENITALIA. Queste le tratte previste e il PRIMO TRENO in partenza

Le tratte previste e quando da quando sarà disponibile il servizio

0

A fronte dell’esito della trafila giudiziaria la famiglia Arena ha deciso riprovarci. Le tratte previste e quando da quando sarà disponibile il servizio

Non c’è DUE senza TRE: un TERZO OPERATORE lancia la sfida a ITALO e TRENITALIA. Queste le tratte previste e il PRIMO TRENO in partenza

# Il tentativo fallito di scalfire il monopolio di Trenitalia

arenaways IG

Ancora prima di Italo è stata Arenaways a provare a scalfire il monopolio di Trenitalia. L’azienda fondata nel 2006 da Giuseppe Arena, ex capostazione Fs, ex dirigente di Trenitalia, debutta nell’autunno del 2010. L’offerta di corse ferroviarie sulla direttrice ferroviaria tra Milano e Torino prevedeva un tracciato ad anello che passasse anche da Vercelli, Novara, Pavia, Asti e altre stazioni sul percorso con una qualità del servizio tipo InterCity e con prenotazione obbligatoria. 

Un servizio contestato da subito dall’Ufficio per la Regolazione dei Servizi Ferroviari del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che espresse un parere contrario perché prevedendo fermate intermedie tra i due capoluoghi di regione, avrebbe compromesso l’equilibrio economico del contratto di servizio di Trenitalia. Arenaways fu quindi obbligata a rimodulare l’offerta, trasformando il servizio in regionale, eliminando le fermate intermedie fra i due capoluoghi e utilizzando solo il percorso settentrionale dell’anello. 

Le prime rilevazioni effettuate all’inizio del 2011 sul volume di passeggeri trasportati dal servizio sulla Torino-Milano furono sconfortanti e alle fine dello stesso anno l’azienda portò i libri in tribunale per dare il via all’istanza di fallimento. Giuseppe Arena diede colpa alle limitazioni imposte dall’URSF e da Trenitalia. 

# La famiglia Arena ci riprova

Longitude srl

Il fondatore di Arenaways decise quindi di partire con un’azione legale che si è conclusa il 13 febbraio 2023 con la sentenza della Corte di Cassazione, confermando quella del Tar, che ribaltava il pronunciamento del Consiglio di Stato e che sanzionò con 300.000 euro  Trenitalia e Rfi per “abuso di posizione dominante”.

A fronte dell’esito della trafila giudiziaria la famiglia Arena ha deciso riprovarci. Negli ultimi giorni di settembre 2023 la società Longitude Holding Srl con sede a Torino, con amministratore unico della società il commercialista Guglielmo Pepe e soci Gabriella Longo e Matteo Arena (fonte truenews.it) ha comunicato all’Autorità di regolazione dei trasporti che intende operare nuovi servizi ferroviari di trasporto passeggeri su sei tratte nazionali ed una internazionale. Ora il gestore dell’infrastruttura, quindi RFI Rete Ferroviaria Italiana deve fare le verifiche del caso per permettere l’entrata in esercizio dei treni di Longitude Holding.

# Le tratte previste e quando da quando sarà disponibile il servizio

Credits quotidianopiemontese – Tratte Arenaways

Il servizio regionale alternativo a Trenitalia andrebbe a coprire queste tratte:

  • Roma – Reggio Calabria, Torino – Milano – Lecce,
  • Torino – Milano – Reggio Calabria, Roma – Venezia,
  • Torino – Milano -Venezia, Roma – Genova -Milano
  • e quella internazionale Milano – Innsbruck – Monaco di Baviera via Brennero.

La prima partenza è prevista alle 6.05 da Torino-Porta Nuova il primo dicembre 2025 con treni da 330 posti.

Continua la lettura con: Il TRENINO ROSSO fa una DEVIAZIONE? Ecco dove potrebbe arrivare

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


I Libri di Milano Città Stato a casa tua: scopri come fare
Articolo precedenteLe 10 STRADE di MILANO da PAURA per i CICLISTI
Articolo successivoLa GRANDE ONDA si alza su MILANO: le IMMAGINI e i tempi per l’INAUGURAZIONE
Fabio Marcomin
Giornalista pubblicista. Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia. Il mio background: informatica, marketing e comunicazione. Curioso delle nuove tecnologie dalle criptovalute all'AI. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.