Il TRENINO ROSSO fa una DEVIAZIONE? Ecco dove potrebbe arrivare

Allo studio uno nuovo percorso del famoso treno della celebre Ferrovia Retica

0
Credits Peggychoucair-pixabay - Bernina express

Siglato il protocollo d’intesa per progettare uno nuovo percorso del famoso treno della celebre Ferrovia Retica. Scopriamo dove potrebbe arrivare.

Il TRENINO ROSSO fa una DEVIAZIONE? Ecco dove potrebbe arrivare

# La ferrovia Patrimonio dell’Unesco tra Tirano a Sankt Moritz

Credits Peggychoucair-pixabay – Bernina express

Viaggiare a bordo del Bernina Express, conosciuto anche come Trenino Rosso, che da Tirano porta fino a Sankt Moritz, è una delle esperienze più spettacolari da fare al mondo a bordo di un treno. Basti pensare che la ferrovia è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Partendo dal caratteristico viadotto elicoidale di Brusio, si passa da poco più di 400 metri fino a oltre 2.200 metri, affrontando pendenze incredibili senza cremagliera. Nelle due ore mezzo di viaggio per arrivare a destinazione si attraversano dei paesaggi da favola, soprattutto se c’è la neve, tra dirupi, montagne e laghi che si possono ammirare grazie alle enormi vetrate dei vagoni. 

In futuro potrebbe esserci un nuovo percorso.

Leggi anche: Il trenino rosso, la nostra ferrovia delle Ande

# Firmato il protocollo d’intesa per portare il Trenino Rosso nella Bassa Engadina

Credits nirolfix-pixabay – Livigno

Nei giorni scorsi è stato compiuto il primo passo per far diventare realtà il sogno di viaggiare fino a Livigno seduti nel Trenino Rosso. La sigla del protocollo d’intesa con i comuni svizzeri di S-Chanf e Zernez, oltre che con il Parco Nazionale Svizzero, consentirà di dare avvio ad uno studio di progettazione più dettagliato per portare la celebre Ferrovia Retica nel Piccolo Tibet garantendo un collegamento stabile e ecosostenibile con la vicina Bassa Engadina. Le parole del sindaco Remo Galli: “Questa è una prima tappa, importante, abbiamo ripreso in mano un progetto che risale a più di vent’anni fa. Ringrazio il Parco Nazionale Svizzero, il comune di S-Chanf e di Zernez per darci la possibilità di procedere con una progettazione più puntuale. […] sicuramente la strada non è semplice, ma ci piacerebbe coinvolgere tutti i cittadini, italiani e svizzeri su questo progetto che può essere importante anche da un punto di vista energetico.”

# Una nuova linea di 12 km da Livigno a Zernez, nel Cantone dei Grigioni

Livigno-Zermez

La progettazione, come detto, partirà da un precedente studio di fattibilità tecnico-economica, quello avviato nel 2001 dall’Università Bocconi di Milano. Il Trenino Rosso non farà però una deviazione dall’attuale percorso, ma si tratta di una nuova linea da Zernez. Il tracciato sarà lungo 12 km passando sotto il monte Cassana attraverso un tunnel di 6 km e la stazione sarà nella zona dell’Aquagranda, vicino al lago e alla strada che porta al tunnel automobilistico Munt La Schera. Il progetto è ritenuto ritenuto strategico anche per la Macro Regione alpina e ben visto dal Cantone dei Grigioni in quanto favorirebbe i collegamenti ferroviari verso la Germania attraverso la Confederazione. 

Fonti: Sondrio Today, laprovinciadisondrio

Continua la lettura con: Da MILANO parte la TRATTA REGIONALE in treno più LUNGA d’ITALIA

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

 

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


I Libri di Milano Città Stato a casa tua: scopri come fare
Articolo precedenteIl BOOM di “All You Can Wear”: tutti gli abiti che riesci a mettere nella borsa a soli 18 EURO
Articolo successivoLa STORIA DI MILANO: 12 fatti che dovrebbero essere studiati meglio nelle nostre scuole
Fabio Marcomin
Giornalista pubblicista. Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia. Il mio background: informatica, marketing e comunicazione. Curioso delle nuove tecnologie dalle criptovalute all'AI. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.