QUARTO OGGIARO alla riscossa! Storia e futuro di un quartiere simbolo della periferia milanese

Ci sono luoghi che nell'immaginario collettivo evocano immediatamente fatti di cronaca, degrado, violenza, emarginazione. Quarto Oggiaro purtroppo ci ricorda tutto questo.

credit: amilanopuoi.com

Ci sono luoghi che nell’immaginario collettivo evocano immediatamente fatti di cronaca, degrado, violenza, emarginazione. Case occupate, famiglie di malavitosi, esistenze alla deriva in angoscianti luoghi di periferia: Quarto Oggiaro purtroppo ci ricorda tutto questo.

Ma Quarto Oggiaro è molto di più e rappresenta soprattutto una rivincita, una comunità fatta di tantissima gente attaccata al proprio quartiere, impegnata in un risanamento continuo. Quarto Oggiaro è dove Milano scommette sul suo futuro di sviluppo condiviso e solidale.

QUARTO OGGIARO alla riscossa! Storia e futuro di un quartiere simbolo della periferia milanese

Il significato del nome

Quarto Oggiaro cosa significa? Quarto si riferisce, non è difficile intuirlo, al numero di miglia di distanza dal centro di Milano, Oggiaro potrebbe essere invece derivato dal nome di un personaggio di rilievo, un certo Uglerio. Da Ad Quartum, nome latino di Quarto Oggiaro, passava la Via Mediolanum-Bilitio, che metteva in comunicazione Mediolanum (Milano) con Luganum (Lugano) passando da Varisium (Varese).

Una storia romanzesca e un presente tra street art e volontariato

Un tempo comunità autonoma, Quarto Oggiaro divenne la frazione orientale del Comune di Musocco in seguito alle riforme amministrative volute dall’Imperatrice Maria Teresa negli anni Cinquanta del Settecento. La trasformazione da Uglerio a Oggiaro è riscontrabile sulle mappe del 1872. Sviluppatosi enormemente negli anni ’50 e ’60 per soddisfare la grande richiesta di case dovuta alla forte immigrazione dal Sud Italia, ma in maniera frettolosa e disordinata, si trasformò presto in un tipico quartiere dormitorio. Dall’immigrazione del Mezzogiorno il rione ha dovuto in seguito confrontarsi con i massicci arrivi di extracomunitari. Diversa la sorte della parte sud della zona, al confine con il quartiere Villapizzone, la cui vicinanza con le Ferrovie dello Stato e la Stazione di Milano Certosa rese l’area sfruttabile dal punto di vista industriale. L’azienda di carburanti Fina acquistò l’area nel 1926 facendone un grande deposito di stoccaggio per gli oli, trasportabili su rotaia.

Quarto Oggiaro vanta però, oltre ai palazzoni, anche diverse eleganti villette. Inutile elencare i tanti casi di cronaca nera succedutisi negli anni, preferiamo soffermarci sugli aspetti positivi. Le case popolari hanno subito una profonda opera di ristrutturazione, l’area di stoccaggio della Fina è stata completamente bonificata ed ospita edifici di pregio oltre ad un bel parco. Tante le associazioni di volontariato: Save The Children, con una sua sezione molto attiva, Spazio Agorà (un centro funzionale di aggregazione), Associazione Quarto Oggiaro Vivibile, Associazione Volontari Lotta alla Droga e Fondazione Laureus, che finanzia un progetto per le alunne delle medie, per nominarne alcune.

quarto oggiaroA Quarto Oggiaro pur nelle difficoltà tutti si danno da fare per migliorare il quartiere, italiani, stranieri e i sempre più numerosi gruppi di giovani. Seppur con alcune situazioni borderline, l’integrazione qui è comunque riuscita. Grazie all’EXPO sono stati fatti lavori di riqualificazione, il lungo murales di Via Lessona attira diversi curiosi, e tanti sono stati anche i visitatori per l’installazione del FuoriSalone 2019, che riproduceva un bus della linea 57. È inoltre nato un centro sportivo all’avanguardia.

Il gioiello di Quarto Oggiaro

Una menzione particolare però la merita la bellissima Villa Scheibler!

quarto oggiaro

Leggi anche: Villa Scheibler, la PICCOLA VERSAILLES di Quarto Oggiaro

Una villa storica costruita nella seconda metà del Quattrocento ed ampliata nel Settecento. Fu progettata come tenuta di caccia per Ludovico il Moro. All’interno di un’ala della villa, vi era una chiesa. Per diversi anni è stata in condizioni di abbandono che ne hanno degradato la struttura. Alla villa sono annessi anche il parco che la circonda sul fronte posteriore, una scuderia, ed inoltre un tempo vi era un collegamento sotterraneo che la congiungeva a un’altra dimora storica, Villa Caimi.

La scommessa di Milano rilanciata verso un futuro ricco di innovazione e di benessere diffuso va vinta innanzitutto qui. Forse siamo sulla strada giusta, visto che da Quarto Oggiaro la gente non scappa più.

ANDREA URBANO

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

 

Leggi anche:
* 10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
* Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
* Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
* Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
* “Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT (OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)

Milano Città Stato. Il grande sogno dei milanesi