Modello BOLZANO: PIL pro capite PIÙ ALTO d’Italia e 9/10 delle proprie TASSE TRATTENUTE sul territorio

C'è un'Italia che non sembra Italia. Innanzitutto perchè si parla tedesco. E poi perchè rappresenta l'unica eccezione realmente autonomista in un Paese dominato dalla burocrazia romano-centrica. Con il modello di governo di un territorio che più si avvicina a quello di Milano Città Stato

Credit: Instagram (@ek.photography_00)

C’è un’Italia che non sembra Italia. Innanzitutto perchè si parla tedesco. E poi perchè rappresenta l’unica eccezione realmente autonomista in un Paese dominato dalla burocrazia romano-centrica.

Il risultato di aver creato in questa zona quanto di più simile al modello di città stato diffuso in tutta Europa è questo: Bolzano è uno dei territori più ricchi d’Italia con un Pil pro-capite di 42.500 euro, la disoccupazione più bassa la 3,1% e la possibilità, in quanto provincia autonoma, di trattenere sul territorio i 9/10 delle tasse riscosse. L’idea di autonomia e di governo di un territorio che più si avvicina a quella di Milano Città Stato.


Modello BOLZANO: PIL pro capite PIÙ ALTO d’Italia e 9/10 delle proprie TASSE TRATTENUTE sul territorio

Pubblichiamo estratti articolo di A. Gagliardi e A. Marini per “Il Sole24ore” – Alto Adige, quella terra ricca che trattiene i 9/10 delle proprie tasse

# La Provincia autonoma lascia a Roma solo le briciole

I sudtirolesi sono un tema caro al nuovo governo austriaco. A fine anno la proposta del doppio passaporto. Con annesse polemiche. Poi la recente scelta di Vienna di aprire i suoi consolati ai sudtirolesi di lingua tedesca e ladina. Con dietrofront di fronte alle proteste della Farnesina. Oltre a ragioni storiche, ci sono anche ragioni economiche dietro tanto interesse. Bolzano è uno dei territori più ricchi d’Italia con un Pil pro-capite di 42.500 euro e la possibilità, in quanto provincia autonoma, di trattenere sul territorio i 9/10 delle tasse riscosse.

# Bolzano al top per Pil pro capite: 42.500, la Lombardia si ferma a 36.800

L’Alto Adige vanta un bilancio di circa 5 miliardi di euro, alimentato dal gettito fiscale, sulla base delle imposte riscosse. Di queste entrate fiscali, i 9/10 restano sul territorio provinciale, mentre il residuo 1/10 viene trasferito a Roma. Non solo dunque tasse spese principalmente “a casa propria” ma anche un Pil di circa 22 miliardi di euro. Se si guarda a quello pro-capite (anno 2016) si nota che si tratta del più alto d’Italia: 42.500 euro contro i 36.800 della Regione locomotiva del Paese, la Lombardia (e una media italiana di 27.700 euro). Si tratta di una cifra addirittura superiore a quella dell’Austria, che conta su un Pil pro-capite pari a 40.400 euro.


# Tasso di disoccupazione più basso d’Italia: 3,1% contro il 6,5% di Milano

Ma notevoli sono anche le performance della provincia altoatesina sul fronte del lavoro. Basti pensare che il tasso di disoccupazione è il più basso d’Italia con il 3,1% (anno 2017) a fronte del 4,4% dell’intera regione a statuto speciale. Per farsi un’idea sull’entità della performance basti pensare che quello della provincia di Milano, capitale economica del Paese, si attesta al 6,5%, mentre quello dell’Italia è al 10,9% e quello dell’Austria al 5,4% (per entrambi dati a dicembre 2017).

Fonte articolo: Il Sole 24ore

# Il “modello Bolzano” è il più simile all’idea di Milano Città Stato

Maggiore autonomia decisionale e possibilità di trattenere sul territorio le tasse prodotte sul territorio, sono queste le due chiavi principali del vincente “modello Bolzano”, ed è il più simile all’idea che sta alla base del progetto di Milano Città Stato. Lasciare la libertà ai territori di agire per il loro meglio senza interferenze esterne o di altri enti superiori e investire le risorse generate in loco per sperimentare nuove politiche in tema di lavoro, economia, istruzione, ambiente e sanità per migliorare la vita dei propri cittadini e far nascere eccellenze da esportare nel mondo.


MILANO CITTA’ STATO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su [email protected] (oggetto: ci sono anch’io)

Milano, cosa aspetti?

Milano Città Stato: l'unica strada per diventare una Città Mondo#milanocittastato #rinascimilano #rigeneralitalia #diciamosìalfuturo

Pubblicato da Milano Città Stato su Martedì 2 giugno 2020

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato



Milano Città Stato. Il grande sogno dei milanesi