La linea della METRO che passa DENTRO un CONDOMINIO

All'interno dell'edificio c'è persino una stazione dedicata: che cosa ne pensano i suoi abitanti?

0
Credits _zhangaoxuan_ IG - Metro nel condominio

All’interno dell’edificio c’è persino una stazione dedicata. Ecco dove si trova e come è stata realizzata.

La linea della METRO che passa DENTRO un CONDOMINIO

# Lo Stato delle metropolitane da record

Mappa metro Pechino 2022

Dove potrebbe trovarsi una soluzione del genere se non in Cina, dove vengono costruite metropolitane a ritmi impressionanti? Ormai tra le prime dieci reti per lunghezza c’è un dominio delle metropoli dello Stato del Dragone, con Pechino in testa per distacco con oltre 800 km. In questo caso però non parliamo di record di estensione ma di una linea davvero bizzarra che attraversa letteralmente un condominio, con anche una stazione dedicata. Siamo a Chongqing, città di oltre 32 milioni di abitanti nella Cina centro-meridionale, una delle quattro municipalità autonome della Repubblica Popolare Cinese.

Leggi anche: La più GRANDE METROPOLITANA del MONDO registra un NUOVO RECORD: le nuove linee aperte e l’obiettivo “impossibile”

# La linea di metro più assurda del mondo

Credits masterpayne IG – Metro dentro il condominio

La linea in questione è la numero 2 che collega i tre distretti del centro cittadino e fa parte di una rete composta in totale da 4 linee, di cui due monorotaie a sella tra cui proprio la linea 2, per 87,8 km di rete. Altre tre metropolitane sono in costruzione e apriranno nei prossimi anni.

Di 云淡风轻 – Opera propria, CC BY-SA 3.0 – wikipedia – Stazione di Libiza

Sul tracciato sono presenti 25 stazioni e una di queste, quella di Liziba, è stata realizzata all’interno di un condominio tra il sesto e l’ottavo piano. I convogli transitano quindi attraverso due piani con buona pace dei residenti.

# Perché è stata costruita dentro un condominio

Credits _zhangaoxuan_ IG – Metro nel condominio

In realtà gli inquilini e i proprietari degli appartamenti dell’edificio hanno dato, a quanto pare, il loro consenso alla costruzione della stazione perché hanno potuto godere di un doppio beneficio: la comodità di avere la metropolitana fuori dall’uscio di casa e l’impennata del valore immobiliare delle proprie abitazioni. La scelta dei progettisti di far passare il tracciato proprio in quel punto ha permesso di guadagnare spazio nella città oltre a evitare di demolire il quartiere. La sua costruzione è terminata nel 2005 ed è stata realizzata in modo da limitare al minimo le vibrazioni e i rumori generati dal passaggio dei convogli. In base ai rilevamenti acustici non vengono superati i 60 decibel, equivalenti circa al disturbo causato da una lavastoviglie accesa. 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Edmond Ng (@edmond_ng40)

 

Spunto: Tmlplanet

Continua la lettura con: La M5 a MONZA: una metro che si chiama desiderio

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedenteLa NOTTE di CHAMPIONS e le altre STELLE del weekend #ToDoMilano
Articolo successivoL’APERITIVO al PREZZO più BASSO nel centro di MILANO
Giornalista pubblicista. Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia. Il mio background: informatica, marketing e comunicazione. Curioso delle nuove tecnologie dalle criptovalute all'AI. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.