Il CASTELLO sul LAGO a forma di CUORE a due ore da Milano

“Lasciate ogni preoccupazione, o voi che entrate…”, è così che si presenta il paese di Castellaro Lagusello

credits: @passioneviaggi1 Lago a forma di cuore*

Lasciate ogni preoccupazione, o voi che entrate…”, è così che si presenta il paese di Castellaro Lagusello, frazione di Monzambano in provincia di Mantova.  Se si vuole entrare in un’altra dimensione, ai tempi passati e al relax assoluto, infatti, il borgo che si specchia nel suo magnifico lago dalla forma di cuore è perfetto.  A far da padroni in questo borgo, come è possibile dedurre dall’origine del nome “castellaro”, ovvero recinto fortificato, e “lagusello”, cioè laghetto, sono il castello e il lago dalla forma particolare.

Il CASTELLO sul LAGO a forma di CUORE a due ore da Milano

# Un po’ di storia…

Credits: borghipiubelliditalia.it
Castellaro Lagusello, Mantova

Il castello è stato costruito su una collina intorno al 1200 dalla famiglia degli Scaligeri. Grazie alla sua posizione strategica, fu conteso per molto tempo dalle città di Verona e di Mantova, fino a quando la Serenissima Repubblica di Venezia riuscì ad appropriarsene. Dalla funzione principalmente difensiva, l’edificio, a cui si accedeva tramite un ponte levatoio, era circondato da imponenti mura merlate e da dieci torri. Ad oggi parte delle mura e delle torri sono ancora presenti, tra queste vi è sicuramente, nell’area settentrionale, l’alta torre quadrata detta dell’Orologio. Indubbiamente il castello è l’edificio più affascinante del paese, ma l’ottocentesca Villa Arrighi-Tacoli, che rappresenta la trasformazione del castello feudale insieme alla chiesetta di San Giuseppe, è un’ottima concorrente. La particolarità di questa villa è sicuramente quella che ha ospitato alcuni pilastri della storia europea, quali Napoleone I e Napoleone III.


# Castellaro Lagusello e il laghetto degli innamorati

Credits: @marin_n_ka77
Castellaro Lagusello, Mantova

Inserito in un’atmosfera bucolica, quasi virgiliana, il laghetto, che rappresenta letteralmente il “cuore” del borgo lombardo, fa parte di una riserva naturale gestita da Parco del Mincio. Circondata dalle colline moreniche, la zona in cui si inserisce Castellaro Lagusello, in passato, era probabilmente una dei più importanti siti palafitticoli dell’Italia. Tornando però al nostro lago dalla forma particolare, è abbastanza intuitivo il motivo per cui il borgo qui descritto è considerato meta romantica e soprannominato “il borgo degli innamorati”. La sua forma di cuore rende l’intero paese ancora più suggestivo e affascinante di quello che fanno le sue mura antiche e gli edifici in pietra.

*Rettifica: nell’immagine di copertina il Lagh de Valvaresc, nell’alta Val Calanca (Cantone dei Grigioni, Svizzera)

Continua la lettura con: Gli altri laghi a forma di cuore

BEATRICE BARAZZETTI



copyright milanocittastato.it

Riproduzione vietata al sito internet che commette violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte 

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità. 


4 COMMENTI

  1. Gentile Signora Beatrice Barazzetti,
    …se lei di già sta per laurearsi in “Scienze del Turismo”… credo che almeno l’abbinamento titolo di un articolo/fotografie/didascalie… dovrebbe essere cosa assodata… e vabbé via libera alla fantasia e alla creatività… e comunque tanti auguri ai suoi lettori, “turisti delusi”, che cercheranno il laghetto a forma di cuore a Castellaro Lagusello…

  2. Tutto l’articolo é fuorviante.
    Le immagini di copertina (poi rettificato) non ha niente a che vedere con il posto. poi dire che il lago più bello del mondo e a 2 ore da Milano, quando si trova nella provincia di Mantova ed in più é vicinissimo ad un’altra regione (veneto). Perché non dire il lago più bello del mondo é a soli 40 minuti da Mantova e 45 da Verona? Questo non lo capisco! É come dire che l’arena di Verona e ha sole 5 ore da Pescara.

  3. Castello in pessimo stato. Non si può neanche salire. Lago poi neanche curato.

Comments are closed.